Cerca: Intervista, cittadinanza attiva

Risultati 11 - 13 di 13

Risultati

La giustizia è un servizio. Un percorso di valutazione civica in nove Tribunali d’Italia

“Il 15 settembre 2011, per la prima volta, i cittadini italiani sono entrati in tribunale per valutare la qualità del servizio e per condividere possibili azioni e interventi di miglioramento direttamente con il Presidente, il dirigente amministrativo, i magistrati e gli operatori quotidianamente coinvolti nella gestione delle attività”. Il percorso di valutazione civica del servizio giustizia, progetto coordinato da Cittadinanzattiva, mette  in chiaro che la giustizia è un servizio, alla cui qualità i cittadini possono concorrere in qualità di co-valutatori e co-designer. Ma alla base del progetto non ci sono solo questioni di service management. “Il percorso – ci spiega Mimma Modica Alberti, Coordinatrice Nazionale Giustizia per i Diritti (GD) Cittadinanzattiva - nasce dalla convinzione che è necessario superare il perimetro tradizionale dello stato sociale, includendo nella sfera dell’approccio universalistico la giustizia e ridefinendo lo status dei cittadini come attori del welfare al fine di garantirne qualità e sostenibilità”

Leggi tutto

Lo stato trasparente. Linked open data e cittadinanza attiva

“Nell’Open Government risiede oggi il pilastro più importante di una democrazia funzionante, capace di riconciliare i filoni, per anni infecondi, dell’e-government e dell’e-democracy”. Partendo da Platone, passando per Kant, arrivando alle tesi del wiki-government e della strong democracy (rispettivamente degli statunitensi Noveck e Barber) Francesca Di Donato spiega perché se lo stato trasparente è il modello, gli open linked data sono lo strumento e i cittadini informati e attivi i protagonisti. Invitandovi a leggere il saggio “Lo stato trasparente. Linked open data e cittadinanza attiva” (scaricabile gratuitamente) ve ne proponiamo un assaggio nell’intervista all’autrice, Ricercatrice all’Università di Pisa, Dipartimento di Scienze politiche e sociali e Community Coordinator di Linked Open Data Italia.

Leggi tutto

Cremacambia. Se l’amministrazione non va ai cittadini…

Da un lato una cittadina della provincia italiana, vivibile e senza grandi problemi. Dall’altro una rete di amministrazioni locali impegnate a condividere percorsi di amministrazione partecipata. Nel mezzo un gruppo di cittadini tra i 25 e i 45 anni che si domanda: perché non la nostra amministrazione? Dalla collaborazione tra i cittadini cremaschi e la  Rete Nuovo Municipio nasce Cremacambia, per disegnare un percorso di partecipazione nella città ed elaborare proposte programmatiche su cinque temi: Consumo Critico, Urbanistica Partecipata, Energie Pulite, Città e Giovani , Mobilità Sostenibile. Davide Cazzoni, tra gli ideatori, ci racconta il progetto, le resistenze e l’esperienza della rete in un territorio di piccoli Comuni. Obiettivo raggiunto? Risponde: “Ad oggi i temi e il metodo sono entrati nell’agenda del dibattito pre-elettorale”.

Leggi tutto