Cerca: Intervista, Città e territorio, Accountability

7 risultati

Risultati

Monithon, dai dati aperti al monitoraggio civico il passo breve delle comunità intelligenti

La nostra riflessione sugli open data ha più volte sposato il concetto del monitoraggio civico, della partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche in un'ottica di co progettazione di servizi, più che di denuncia o mera segnalazione. Questa è cittadinanza attiva. Per questo motivo abbiamo voluto incontrare Luigi Reggi, tra i fondatori di un interessante progetto da poco on line: Monithon. Un'iniziativa indipendente di monitoraggio civico dei progetti finanziati dalle politiche europee a cui tutti possono partecipare. Si parte dai dati presenti sul portale OpenCoesione e si cerca di dare evidenza di come le risorse pubbliche vengono spese. E' compito dei cittadini.

Leggi tutto

Open data: nella "pagella" dell’Italia, insufficienza in geografia

I dati geografici sono tra i più scaricati dai siti open data degli enti pubblici italiani, come si vede dalle statistiche on line: sul sito della Regione Emilia-Romagna sono al primo posto per numero di download, mentre su quello del Piemonte sono secondi solo ai dati relativi a Scuola e Formazione. Ma nonostante queste cifre, che dimostrano un grande interesse, sono ancora poche le amministrazioni che li mettono a disposizione di altri enti, cittadini e imprese. A spiegarci perché i dati geografici sono un vero e proprio patrimonio comune e perché è necessario “liberarli” è Giovanni Biallo, presidente dell’Associazione OpenGeoData Italia e direttore del media-web www.geoforus.it.

Leggi tutto

Le emergenze al tempo dei social network: quando l’allerta viaggia in rete

È stata la tragica alluvione che ha colpito Genova dieci giorni fa ad accendere i riflettori, come mai era avvenuto nel nostro Paese, sul ruolo che la rete può ricoprire in una situazione di emergenza. Ma in Italia i tempi sono maturi per un utilizzo del web 2.0 e dei social network in situazioni di crisi? Ne abbiamo parlato con Elena Rapisardi, che dal 2005 si occupa di Comunicazione in Protezione Civile ed Emergency Management e, in particolare, di progetti per un utilizzo ad ampio raggio del web 2.0 in emergenza, e che è tra gli organizzatori del primo Crisis Camp Italy, in programma a Bologna il prossimo 19 novembre.

Leggi tutto

"Aggredire" i beni mafiosi. Una proposta di Libera e amministrazioni locali

Giuseppe Lumia   della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno della mafia spiega che “il tempo è maturo per adottare  una strategia anti-mafia finalmente del giorno prima”.
Centrale in questa strategia è l’approccio normativo ai beni confiscati e il conseguente utilizzo. Su questo c'è  una proposta di legge, presentata oggi a FORUM PA, dall’associazione Libera e dal Comune di Napoli. Tre i punti principali: prevedere una maggior grado di aggressione ai patrimoni, specificando la natura mafiosa del bene oltre che del soggetto detentore, indirizzare e facilitare il riuso sociale e produttivo dei beni,  costituire un’Agenzia nazionale per i beni confiscati. Abbiamo intervistato don Luigi Ciotti, presidente Libera.

Leggi tutto

Governare con i Cittadini: la partecipazione in un'ottica strategica

Evolved

by premasagar

 La democrazia partecipativa e la sussidiarietà orizzontale sono aspetti centrali per definire e gestire politiche in grado di coinvolgere il cittadino tanto nella fase di costruzione delle decisioni quanto in quella della gestione effettiva dei servizi stessi.

Questi temi - che peraltro sono gli argomenti della quinta conferenza sulla qualità dei servizi pubblici dell’Unione Europea - sono stati il cuore dell’iniziativa “Governare con i cittadini” organizzata dal Comune di Reggio Emilia

Leggi tutto

Urban Center: come accompagnare le trasformazioni

foto di paolo verriUrban Center, ovvero un luogo a disposizione di istituzioni, enti e cittadini per riflettere e confrontarsi sulle trasformazioni che investono la città. Quali sono i tratti che caratterizzano questo tipo di esperienza in Italia e all’estero? E quale il ruolo dei cittadini nelle trasformazioni urbane? Ne abbiamo parlato con Paolo Verri, coordinatore organizzativo dell’Urban Center di Torino.

Leggi tutto

Il real social tagging: quando il virtuale si innesta nel territorio

Carlo Infante - Libero docente di Performing Media

Il real social tagging e le mappe emozionali, il geoblog e i matrix code, la partecipazione nel web 2.0 e il tentativo di fare della rete un "reale" spazio pubblico, di confronto attivo e autorganizzato. Dal geoblog di Torino ai confini dell'immaginazione "ludica":  ne parliamo con Carlo Infante.

Leggi tutto