Cerca: Intervista, codice della pa digitale

7 risultati

Risultati

Nuovo CAD: interviste dal Digit-Cafè di FORUM PA 2011

Il 10 maggio scorso nell’ambito di FORUM PA 2011 si è svolto "CADiamoci dentro: Digit-Cafè sul CAD", un evento di riflessione condivisa in cui tutti i partecipanti si sono confrontati sulle modalità di applicazione del nuovo Codice dell'Amministrazione Digitale nelle amministrazioni locali. Il Digit-Cafè è stato organizzato da DigitPA, con l'obiettivo di far emergere proposte concrete e utilizzabili da chi è chiamato a dare seguito agli adempimenti previsti dal Codice. Abbiamo raccolto alcune interviste tra i partecipanti, chiedendo in particolare un commento su due punti: da una parte le opportunità che il nuovo CAD offre alle amministrazioni locali, dall'altra gli ostacoli e i nodi problematici che ancora emergono dal provvedimento.

Leggi tutto

Il CAD sbarca in Sicilia. Intervista all'assessore Armao a FORUM PA 2011

Gaetano Armao, Assessore per l'economia - Regione Siciliana, ci ha spiegato quale visione politica c'è dietro il piano di attuazione del nuovo Codice dell'Amministrazione Digitale nella Regione Siciliana. Il CAD - sottolinea Armao - è un elemento importante di una strategia di digitalizzazione più ampia sull'intero territorio regionale, esposto per sua natura ad un digital divide più marcato che altrove.

Leggi tutto

Nuovo CAD: documenti elettronici e dematerializzazione. A FORUM PA 2011 facciamo il punto

Tra i convegni più attesi della prossima edizione di FORUM PA c’è senz’altro quello dedicato al Nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale e alla dematerializzazione, il 9 maggio prossimo alle ore 15.00. L’obiettivo dell’evento è quello di informare e formare sulle novità introdotte o previste dal nuovo codice e proporre un confronto tra governo e operatori del settore. Abbiamo chiesto all’avv. Andrea Lisi, presidente di ANORC (www.anorc.it), di aiutarci a fare il punto sullo stato dell’arte di spiegarci quali sono le sue aspettative per l’evento.

Leggi tutto

La digitalizzazione nei piccoli comuni non è solo questione di CAD

In Italia i piccoli comuni sono oltre 5000. Tra nuovi oneri e endemiche ristrettezze di bilancio, anche per loro si apre il nuovo CAD. “Il nuovo CAD per i piccoli comuni è una opportunità a 3 O” sostiene Carla Bue, Segretario comunale in sette dei comuni della Comunità Montana dell’Alta Langa, spiegando che si tratta di una “opportunità di riorganizzazione ordinamentale, organizzativa ed operativa” soprattutto in contesto di gestione associata. E che, a quanto pare, apre spazi vitali di risparmio economico e umano. L’abbiamo intervistata per  approfondire il contesto e i risultati di un  progetto che, partendo dall’esigenza di gestione associata dei servizi finanziari, tributari e amministrativi, ha saputo fare di necessità virtù cavalcando la transizione verso l’amministrazione digitale.

Leggi tutto

Pierluigi Ridolfi spiega il Nuovo Codice della PA digitale

Pierluigi Ridolfi è uno tra i massimi esperti di digitalizzazione dei processi amministrativi in Italia. Tra i primi componenti dell’AIPA, poi CNIPA e oggi DigitPA, ha preso parte alla stesura della prima versione del CAD - Codice dell’Amministrazione Digitale, del 2005.
Recentemente, per SIAV Academy, la Fondazione di cui fa parte in qualità di Presidente del Comitato Scientifico, ha pubblicato la “Minigrafia” dedicata al testo del CAD “novellato” dal decreto legislativo n. 235/2010, un interessante compendio che, tra le altre cose, mette a confronto il vecchio testo con il nuovo, evidenziando i punti in cui il legislatore è intervenuto per cambiare la norma, cancellare articoli o aggiungerne di nuovi.
Chi meglio di lui poteva spiegarci da vicino cosa cambia per le amministrazioni e, soprattutto per i cittadini e le imprese?

Leggi tutto

Troppe norme e poca organicità per la pa digitale

Da quattro anni il nostro paese ha un codice che amministra e stabilisce i doveri della pa digitale, individuando nuovi diritti per i cittadini della società dell’informazione. Eppure questi diritti raramente vengono rispettati e la pa digitale è ancora di là da venire. Come è possibile tutto ciò? Che fine hanno fatto le indicazioni contenute nel Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD)? Un recente articolo pubblicato sul sito dell’Associazione dei responsabili degli archivi digitali propone una riflessione interessante sul progressivo “svuotamento” del CAD e sulla necessità di un ripensamento complessivo.

Leggi tutto

Il Codice dell'Amministrazione Digitale - Pierluigi Ridolfi

Può esistere un'innovazione che non contempli rischi? O piuttosto le probabilità di errore sono fattori endemici del cambiamento? L'opinione di Pierluigi Ridolfi, presidente della Commissione Interministeriale per la dematerializzazione, è che sia proprio la scarsa, per non dire nulla, propensione della PA ad assumersi dei rischi, uno degli elementi che ha finora rallentato il processo di modernizzazione della PA. La "bibbia" di questo percorso è il Codice dell'Amministrazione Digitale che va, per questo motivo, conosciuta e interpretata.

Leggi tutto