Cerca: governance

Risultati 111 - 120 di 149

Risultati

Dal call center al contact center

Paolo Ferrari illustra una delle attività dell'UNAR, cioè quella di rimozione e monitoraggio delle situazioni di discriminazione raziale.

L'UNAR ha dei criteri di intervento ben precisi relativi alla Direttiva 2000/43 e al D.Lgs. 215/03.

Ferrari illustra il progetto, gli attori che ne fanno parte, le modalità di lavoro, gli obbiettivi prefissati e come si intenda raggiungerli.

La rete territoriale: UNAR, Regioni ed Enti locali. L'esperienza della Provincia di Pistoia.

Barbare Beneforti racconta l'esperieza del Centro di osservazione, informazione e assistenza legale alle vittime di discriminazione nato nel 2004 sulla base dell'art.44 del Testo unico sulle discriminazioni. Il Centro inizialmente si è inserito all'interno di un Protocollo di intesa con la Regione Toscana che si concentrava maggiormente sulla questione dell'immigrazione ma c'era la volontà di istituire un centro con un carattere più universale che riguardasse tutti i cittadini.

Leggi tutto

La rete territoriale: UNAR, Regioni ed Enti locali. L'esperienza dell'Emilia romagna

Viviana Bussadori racconta l'esperienza del Centro Regionale contro le discriminazioni nato in Emilia Romagna partendo dal Testo unico sull' Immigrazione ed in particolare dall'art.44 relativo all'azione delle Regioni.

Leggi tutto

Intervento al convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Francesco Palumbo descrive le esperienze della Regione Puglia attivate nel campo dei beni culturali per valorizzarli. Sono state attivati due tipi di strumento che vanno nella direzione di considerare non solo i musei, non solo il patrimonio culturale ma anche le attività culturali e il patrimonio ambientale. Il primo è lo strumento di pianificazione: un piano integrato che mette insieme le strategie dei diversi livelli territoriali e sulla parte condivisa di queste strategie vegono cncentrate le risorse.

Leggi tutto

Tavoli tecnici condivisi: le regioni verso il federalismo

Non si può realizzare la governance  in maniera separata, occorre attuare una nuova modalità di lavoro a diversi livelli. C’è bisogno di identificare degli strumenti per raggruppare dei tavoli politici strategici, discutere e trovare le intese sulle quali si devono svolgere le azioni della PA nel settore ICT. E’ fondamentale la condivisione di quegli elementi che sono alla base del lavoro dei gruppi tecnici. Sono stati fatti dei primi passi avanti per l’identificazioni di quali siano gli strumenti per ottenere gli obiettivi posti.

Leggi tutto

Intervento al convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Senza la governance l'obiettivo della valorizzazione è una parola vuota. Affinchè ci sia una governance di sistema, spiega Roberto Grossi, servono quattro elementi: un piano strategico che definisca obiettivi, strumenti, azioni e i risultati attesi; il coinvolgimento di più soggetti; i finaziamenti necessari e fondamentali anche per attrarre investimenti privati; infine, i giusti strumenti gestionali.

Leggi tutto

Società dell’informazione: parola d’ordine interoperabilità

Lo sforzo di coordinamento della PA verso cittadini ed imprese ha bisogno di fondarsi sulla ripartizione delle competenze scritte nella costituzione e nel nostro ordinamento amministrativo. Gli interrogativi che si pongono sono molteplici: compete a stato e regioni solo la funzione legislativa e non anche quella amministrativa? il complesso delle funzioni amministrative deve essere allocato ai comuni alle province e alle città metropolitane, come scritto nel art. 118 della costituzione?

Leggi tutto

Intervento al convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Benedetta Stratta presenta le conclusioni sulla prima parte della tavola rotonda soffermandosi sulle condizioni per le quali ha senso investire sul patrimonio ai fini dello sviluppo. Il settore dei beni culturali è un settore importante per la sua dimensione economica, assolutamente equiparabile ad altri settori. Proprio per l'impatto che produce il sostegno a questo settore non è un lusso che va tagliato in tempi di crisi bensì una priorità perchè rappresenta uno degli elementi di competitività su cui fondare anche le prospettive di nuovi modelli di sviluppo.

Leggi tutto

Intervento al Convegno "Una governance di sistema per la valorizzazione dei beni culturali"

Gregorio Angelini descrive lo scenario della Regione Campania in merito al patrimonio culturale e alla sua gestione e valorizzazione ed esprime delle considerazioni sul sistema delle gare di servizi aggiuntivi, sulla gestione pubblico privato e sulle nuove linee guida.

Una Governace 2.0

Una governance strategica della società dell’informazione deve essere una governance 2.0. Proprio come l’amministrazione 2.0 tiene conto dei rapporti bidirezionali tra amministrazione e utenza, così anche il concetto di governance deve tenere conto di questo bidirezionalità, deve quindi essere inclusiva,  progettata a più strati dove ci sia un livello decisionale di programmazione nazionale che favorisca l’integrazione di tutti i sistemi e l’interoperabilità.

Leggi tutto