Cerca: Articolo, PA digitale, gestione dei pagamenti

2 risultati

Risultati

Servizi e tributi locali: quando per pagare basta scendere nel negozio sotto casa

Si chiama Pay-Box il sistema gestionale evoluto, raggiungibile attraverso interfaccia web, che consente ai cittadini e alle imprese di pagare comodamente i servizi comunali e i tributi locali presso tabaccherie, edicole, bar e altri pubblici esercizi locali abilitati, o tramite accesso diretto al web. Un esempio di utilizzo? Nel Comune di Bientina, in provincia di Pisa, l’occupazione temporanea del suolo pubblico ora si gestisce così.

Leggi tutto

Pagamenti elettronici nel nuovo CAD. Funzioneranno?

L’art. 5 del nuovo CAD affronta un nodo cruciale per le nostre vite di cittadini ergo contribuenti digitali: i pagamenti alla pubbliche amministrazioni. Già previsti nel 2005, hanno faticato a decollare - come rilevato da molti - per mancanza di regole tecniche e per il mancato coraggio dello switch-off che in generale rende sofferta e prolungata la nostra transizione verso l’amministrazione digitale. A Roma, la scorsa settimana abbiamo fatto il punto sull’argomento, partendo da tre novità introdotte dall’articolo in questione: l’estensione a regioni e enti locali, l’indicazione di strumenti operativi  di pagamento elettronico, l’apertura a soggetti privati per la riscossione, in qualità di payment service provider. Le banche non potevano mancare. Proprio con loro abbiamo avviato una riflessione su come procedere per rendere l’art. 5 del CAD finalmente operativo all’interno di un sistema normativo e organizzativo integrato.

Leggi tutto