Cerca: Articolo, social pa

Risultati 1 - 10 di 21

Risultati

La PA che cinguetta: Come utilizzano twitter le amministrazioni cittadine. Una ricerca di FORUM PA

Poco più della metà (il 57%) dei capoluoghi di provincia italiani ha un account su Twitter. Questo un primo dato emerso dall’analisi effettuata dall’ufficio studi di FORUM PA per valutare come le amministrazioni delle nostre città utilizzano lo strumento tecnologico per informare e dialogare con i cittadini.

Leggi tutto

Le città cambiano e crescono. Cambia il loro modo di comunicarsi (?)

Con la Legge n. 56 "Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni" si sta finalmente giungendo ad un punto di svolta per la nuova geografia istituzionale. Le dieci grandi città interessate dalla riforma, insieme alle altre quattro situate nelle regioni a statuto speciale, sono chiamate a trasformarsi rapidamente, e non soltanto istituzionalmente, per cogliere le migliori opportunità e vincere le sfide più complesse che questo cambiamento lascia già intravedere. Per far comprendere i radicali cambiamenti a cui andranno incontro i cittadini e le imprese, sarà necessario modificare profondamente anche il modo di comunicare e di confrontarsi con la popolazione.

Leggi tutto

Le PA su Facebook: ancora poche e malandate

Torniamo ad occuparci della ricerca FacebookPA, curata da Giovanni Arata, che indaga annualmente l’orizzonte “social” delle amministrazioni locali e regionali italiane, focalizzandosi sulla piattaforma di Mark Zuckeberg. Poche le novità rispetto all’anno scorso: le PA su Facebook sono poche e – con le dovute eccezioni – ancora poco consapevoli del mezzo o addirittura dormienti. Non mancano però i campioni.

Leggi tutto

Le pa e i social network: ecco la prima ricerca quali-quantitativa

L’affezione degli italiani ai social network ha avuto un impatto tangibile sulle aziende commerciali, ma quanto sta influendo sulla capacità delle Pubbliche amministrazioni di ripensare il rapporto col cittadino? Per comprendere lo stato della presenza sui social media dei comuni capoluogo, io e Giovanni Arata (ricercatore freelance già noto per i rapporti su Facebook e Twitter della serie #socialPA) abbiamo svolto un'indagine quali-quantitativa sulle loro performance. Grazie allo strumento di analisi Social Analytics di Blogmeter, per la prima volta, siamo riusciti a raccogliere oltre 200.000 dati prodotti dalle attività di queste amministrazioni su Facebook e su Twitter nell'arco di 3 mesi (1 novembre 2012 - 31 gennaio 2013).
Ecco le evidenze principali emerse, che potranno essere approfondite scaricando la ricerca completa.

Leggi tutto

Far funzionare meglio la città con l'aiuto di tutti. #Smartgov Chicago - Roma

A Chicago hanno messo su una strategia social che ne fa una delle città in lizza per il titolo di "smartest city on Earth". Trasparenza, apertura e collaborazione sono le parole chiave. Cosa, come e perché può essere trasferito e rielaborato dalle città del Bel Paese? La scorsa settimana Kevin Hauswirth e la strategia social dell’amministrazione di Chicago hanno fatto il giro dell’Italia, tra Milano e Roma. Venerdì mattina - nella tappa romana co-organizzata da Ambasciata Americana e FORUM PA - con una cinquantina tra esperti, attivisti e funzionari pubblici italiani abbiamo ascoltato il (giovanissimo) Social Media Director del sindaco Emanuel.  Appurata tutta la coolness che contraddistingue Chicago abbiamo fatto a Kevin qualche domanda.. Andiamo per (s)punti.

Leggi tutto

Un incontro romano con Kevin Hauswirth, direttore Social Media della Città di Chicago

“Dico sempre che la miglior strategia di social media parte dall’ascolto”. Così parla Kevin Hauswirth, primo direttore Social Media della Città di Chicago nominato dal sindaco Emanuel nel maggio 2011, che lavora per “far entrare” i cittadini nel governo della capitale dell’Illinois. Kevin sarà a Roma il 22 febbraio, in un incontro co-organizzato da FORUM PA e Ambasciata degli Stati Uniti e trasmesso in webstreaming anche su forumpa.it. 

Leggi tutto

Mobile government: quello vero deve ancora arrivare

Ricapitolando: abbiamo la crisi, il patto di stabilità, il blocco delle assunzioni, non possiamo dare alcun incentivo ai nostri collaboratori, e i fornitori sono sempre più in difficoltà; che altro dobbiamo affrontare nell’IT della PA? Esiste almeno qualche novità minimamente divertente - oltre agli Open Data, ovviamente - che ci aspetta? Beh, in effetti qualcosa che ancora ci aspetta dietro l’angolo ci sarebbe, ed è il mobile government. Quello vero.

Leggi tutto

Mobile government: the real one is yet to come

Let’s make a short overview of the situation: we have the global crisis, the Stability Pact, we can’t hire, we can’t give any bonus to our colleagues, and service and software providers are even more in troubled waters. So, what else should we face in the government IT? Is there any new funny thing - except, of course, Open Data – that we could wish for? Actually, there is something that is waiting behind the corner, namely, mobile government: the real one.

Leggi tutto

#TwitterPA 2012: numeri e tendenze dalle PA che cinguettano

Quante sono e cosa fanno le Pubbliche Amministrazioni italiane su Twitter? Le risposte nel Rapporto #TwitterPA 2012 sull’uso da parte delle pubbliche amministrazioni italiane della piattaforma di microblogging più conosciuta al mondo. Il Rapporto curato e reso disponibile in rete da Giovanni Arata si basa su dati aggiornati all’11 novembre 2012. L’edizione precedente era stata rilasciata un anno fa.

Leggi tutto

Dialogo tra Comuni e cittadini sui social media: una misurazione possibile?

I social media offrono alle amministrazioni comunali una grande opportunità per instaurare un dialogo con i propri cittadini. Ma i Comuni riescono davvero a coinvolgere i propri abitanti attraverso questi strumenti? Quanto è efficace il dialogo instaurato su queste piattaforme? Uno studio, condotto nei primi cinque mesi del 2012, ha provato a dare una risposta prendendo in esame 119 comuni italiani capoluogo di provincia e analizzandone la presenza su tre social media: Facebook, Twitter e YouTube. Lo studio è stato curato, per il Politecnico di Milano, da Deborah Agostino che ci anticipa una prima sintesi dei risultati.

Leggi tutto