Cerca: Articolo, diritti dei cittadini

8 risultati

Risultati

Wikipedia salva tutti?

Molti se ne sono accorti a partire da una di quelle grandi piccole curiosità che quotidianamente ci portano a Wikipedia. Ieri Wikipedia Italia ha “nascosto” le sue pagine reindirizzando ogni sua voce a un comunicato di allarme e protesta contro il cosiddetto comma “ammazza blog”, ovvero il comma 29 del Ddl sulle intercettazioni in discussione in Parlamento in questi giorni. “Questo comma ucciderà Wikipedia”, questa brutalmente la sintesi del comunicato di Wikipedia Italia. A fronte di una appassionata mobilitazione in rete e della presa di posizione di esponenti di entrambi gli schieramenti, ieri la Commissione Giustizia della Camera è giunta ad un’intesa, specularmene detta “salvablog”. Vediamo a che punto siamo.

Leggi tutto

Dal wifi libero alla cittadinanza digitale

Quali sono i problemi della responsabilità e della sicurezza che sussistono intorno al tema del “wifi libero”? Che utilità reale ha per la sicurezza nazionale la normativa inserita nell'articolo 7 del decreto Pisanu? Come si coniugano privacy, responsabilità dell'uso della rete e diritti/doveri di cittadinanza? Su questi temi si è articolato l'incontro tematico “Dal wifi libero alla cittadinanza digitale” organizzato dal Laboratorio dell'Innovazione nell'ambito dell'IGF Italia. L'incontro si inserisce nella discussione oggi in corso in Italia sul “wifi libero”, con la consapevolezza della sua stretta correlazione sia con il tema della regolamentazione e della responsabilità sulla rete sia, in generale, con le scelte strategiche che i Paesi devono assumere in tema di accesso alla rete, di utilizzo di Internet e, più ampiamente, di cittadinanza digitale.

Leggi tutto

Eppur si muove. Primi risultati della diffida nella class action pubblica

La class action contro la pubblica amministrazione non è completa. Mancano ancora gli ormai “acclamati” standard qualitativi ed economici di riferimento. Eppure qualcosa si muove. Forse un po’ inaspettatamente. La diffida, primo passo dell’azione collettiva contro la pubblica amministrazione, sta dando i suoi, interessanti, primi risultati.

Leggi tutto

La cittadinanza si attiva a scuola?

Pensandoci, sembra chiaro che tutti i cittadini, da piccoli, siano stati alunni e studenti sui banchi di scuola. Insomma, piccoli e giovani cittadini in formazione. Ma quanti hanno avuto esperienza attiva della propria “dimensione” civica a scuola? Non molti, verrebbe da rispondere. Di positivo c’è che assistiamo a una progressiva presa di coscienza, nelle istituzioni e nella sfera pubblica, del vulnus formativo alla cittadinanza. Su questa scia, è arrivata pochi giorni fa la circolare del MIUR su “Cittadinanza e costituzione”. Accompagnata, come sempre, da qualche critica, la Circolare potrebbe aprire scenari molto interessanti.

Leggi tutto

Chi l’ha detto che di PDFreader ce ne è uno? Campagna PDFreaders

"Cosa ne penseresti di un cartello stradale su cui è scritto Hai bisogno di una Volkswagen per percorrere questa strada. Contatta la tua concessionaria (= il tuo Governo) per un giro gratuito? Le istituzioni pubbliche fanno la stessa cosa con il software per leggere i PDF, ogni giorno, in tutto il mondo.” Così la FSFE – Free Software Foundation Europe lancia la campagna PDFreaders.org.

Leggi tutto

Riforma Brunetta: chi valuterà i dirigenti?

Nell'ambito di uno storico rapporto di amicizia e collaborazione con Cittadinanzattiva, riceviamo e volentieri pubblichiamo il contributo di Teresa Petrangolini, Segretario generale dell'associazione. Il tema è quello della valutazione della dirigenza pubblica. Considerando il cittadino-utente come una risorsa - sostiene la Petrangolini - sono due le questioni da affrontare: le fonti informative su cui si costruisce la valutazione e i soggetti che devono concorrere a realizzarla.

Leggi tutto

Processi infiniti e mancanza di informazione: la giustizia italiana vista dai cittadini

Presentato il primo Rapporto Pit Giustizia di Cittadinanzattiva, che ci restituisce il ritratto di un sistema ancora incapace di dare risposte in tempi ragionevoli alla richiesta di tutela e di certezza del diritto.

Leggi tutto

Class action verso la PA: lo schema di decreto sul tavolo del Governo

Arriva sul tavolo del Governo, per essere finalmente approvata, la class action nei confronti della pubblica amministrazione.
Il ministro Brunetta assicura che il dettato normativo oggi all’esame del Consiglio dei Ministri sarà legge dal prossimo gennaio, dopo aver ricevuto il parere delle Commissioni parlamentari competenti e della Conferenza unificata.
Come funzionerà? A seguire le principali caratteristiche, mentre sul sito del Ministero trovate le slides di sintesi del decreto e un quadro sinottico delle azioni collettive previste nel nostro ordinamento.

Leggi tutto