Cerca: Articolo, internet

Risultati 1 - 10 di 21

Risultati

The Web Index: una fotografia sull’impatto della rete in 61 Paesi

Come e quanto il web può influenzare l’economia, la società, la politica dei diversi Paesi del mondo? Quali sono le nazioni che maggiormente hanno colto le opportunità offerte dalla rete per creare sviluppo e occupazione, favorire la condivisione e la conoscenza, migliorare la qualità della vita dei cittadini?

Leggi tutto

Web e copyright un connubio difficile anche per Tim Berners-Lee

La notizia è passata un po' in sordina, con un'insolita disattenzione dei protagonisti della rete poi, sabato, Stefano Epifani, professore universitario alla Sapienza di Roma, l'ha rilanciata con un tweet diretto e provocatorio: "(@stefanoepifani) Ma lo speech di Tim Berners Lee, li valeva 25000 euro per 45 minuti non riproducibili sui media? #hbw11"
A cosa ci riferiamo? Alla partecipazione di Tim Berners-Lee, l'inventore del world wide web,  all'incontro dedicato a lui e alla sua creatura e che si è tenuto a Roma con il titolo Happy Birthday Web.

Leggi tutto

Wikipedia salva tutti?

Molti se ne sono accorti a partire da una di quelle grandi piccole curiosità che quotidianamente ci portano a Wikipedia. Ieri Wikipedia Italia ha “nascosto” le sue pagine reindirizzando ogni sua voce a un comunicato di allarme e protesta contro il cosiddetto comma “ammazza blog”, ovvero il comma 29 del Ddl sulle intercettazioni in discussione in Parlamento in questi giorni. “Questo comma ucciderà Wikipedia”, questa brutalmente la sintesi del comunicato di Wikipedia Italia. A fronte di una appassionata mobilitazione in rete e della presa di posizione di esponenti di entrambi gli schieramenti, ieri la Commissione Giustizia della Camera è giunta ad un’intesa, specularmene detta “salvablog”. Vediamo a che punto siamo.

Leggi tutto

Ancora un pasticcio di Governo sulla libertà di espressione in rete

Tra gli articoli del decreto anti-intercettazione attualmente in Parlamento è stata inserita - nuovamente - la norma che introduce l'obbligo di rettifica per qualunque tipo di contenuto sul web (solcial network compresi?) e in rete rimonta la protesta.

Leggi tutto

Dalla tutela del diritto d’autore alla censura in rete. Storia e analisi del regolamento AGCOM

Il 6 luglio prossimo si saprà se l’AGCOM avrà raccolto o meno le osservazioni e le critiche mosse al regolamento per tutelare il diritto d’autore in rete. Se ciò avverrà probabilmente sarà anche grazie al tam-tam mediatico che in questi giorni si è scatenato in rete, sui siti di informazione, sui blog e sui social network contro una proposta che mette in pericolo la libertà di espressione in rete e le opportunità di sviluppo economico derivanti dalla condivisione dei contenuti on line. Vediamo di capire meglio di cosa stiamo parlando e di farci spiegare da Luca Nicotra di Agorà Digitale le ragioni di un no così duro e perentorio.

Leggi tutto

Quanti $ vale l’e-economy? Rapporto “Connected Kingdom” per il Regno Unito

Che Internet stia trasformando le economie nazionali come quella globale è un dato acquisito. Si, ma “quanto”? Per la prima volta un Rapporto della Boston Consulting Group quantifica la portata della trasformazione in atto nel Regno Unito, parlandone in termini di “sterline”. 100 miliardi nel 2009, con uno share del 7.2% sul PIL e una crescita annua prevista al 10% (10% del PIL nel 2015) sono i numeri emergenti dal Rapporto. Circa il 60% del totale è da attribuirsi ai “consumi”, ovvero a quanto gli internauti spendono per lo shopping on line e per la connessione e i dispositivi di accesso a internet.

Leggi tutto

Hadopi II ovvero la controrivoluzione francese del Peer to Peer?

 L’Assemblea nazionale francese ha approvato ieri il progetto di legge cd “Hadopi II”, contro l’attività di download illegale dalla rete. La controversa legge tocca la comunemente conosciuta, per non dire praticata, attività dello “scaricare” da Internet.
Se un consenso alquanto trasversale esiste rispetto alla necessità di trovare misure che concilino  la libertà di accesso con i diritti di proprietà intellettuale, non altrettanto si può dire rispetto al “metodo” individuato dal governo Sarkozy per trasformare l’anarchico web in “un Internet civilisé”.

 

Leggi tutto

“Su internet tutti usano Facebook!” Falso: Eurisko svela i miti di internet

Per comprendere, utilizzare e diffondere il vero potenziale nascosto delle nuove tecnologie è necessario disporre di teorie o metafore interpretative, tuttavia oggi non possediamo ancora un orizzonte teorico all’altezza dei nuovi ambienti digitali e spesso, nelle nostre considerazioni, ci facciamo trascinare da miti non completamente veri, o addirittura totalmente falsi.

Leggi tutto

A che punto sono le "leggi" di internet?

La settimana scorsa Apogeo OnLine ha pubblicato un interessantissimo compendio sull'iter delle numerose leggi che intendono "governare", "Regolare" o "limitare" (a seconda delle interpretazioni) Internet.

Un articolo veramente interessante, ricco di riferimenti e commenti, che segnaliamo a tutti i nostri lettori.

A voi farvi un'idea

Leggi tutto

Venice connected: presto un bando gara per i giovani talenti del web

lights

Foto di Esther Simpson

Largo ai giovani e, possibilmente, alle professionalità locali: da metà dicembre il Comune di Venezia pubblicherà, su due quotidiani locali e sul sito www.comune.venezia.it, un bando rivolto a software houses, per progettare la grafica e gli strumenti di navigazione della nuova piattaforma di e-commerce pubblico Venice>connected. A presentare l'iniziativa il vice sindaco e coordinatore del Tavolo interassessorile per l'Economia turistica, Michele Vianello, coadiuvato da Sergio Brischi, amministratore delegato di Venis Spa, il braccio operativo comunale per l'informatica.

Leggi tutto