Cerca: Articolo, Efficienza

Risultati 51 - 60 di 573

Risultati

Servizi e tributi locali: quando per pagare basta scendere nel negozio sotto casa

Si chiama Pay-Box il sistema gestionale evoluto, raggiungibile attraverso interfaccia web, che consente ai cittadini e alle imprese di pagare comodamente i servizi comunali e i tributi locali presso tabaccherie, edicole, bar e altri pubblici esercizi locali abilitati, o tramite accesso diretto al web. Un esempio di utilizzo? Nel Comune di Bientina, in provincia di Pisa, l’occupazione temporanea del suolo pubblico ora si gestisce così.

Leggi tutto

Turismo digitale: #FPA2015 rilascia le istruzioni per l'uso alle PA

Quali sono le attività che un Ente locale è chiamato a gestire sul digitale per ottimizzare la propria offerta turistica? Sarà questa la domanda che guiderà il focus dedicato all’innovazione digitale nel turismo il prossimo 28 maggio a FORUM PA 2015. Ne abbiamo parlato con Andrea Lamperti, ricercatore dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo della School of Management del Politecnico di Milano.

Leggi tutto

FPA2015: infrastrutture, datacenter e applicativi. La pa digitale passa da qui.

Tutte le pubbliche amministrazioni centrali, regionali e locali sono chiamate a lavorare al piano triennale di riorganizzazione dei dataceter e a cooperare per la sua attuazione. Si tratta senza dubbio dell’aspetto più rilevante offerto dal modello di pubblica amministrazione “on the cloud”, ma anche il patrimonio applicativo delle pa può essere razionalizzato grazie al cloud computing gerenardo vantaggi immediati per le organizzazioni pubbliche. In collaborazione con l’Osservatorio Cloud & ICT as a Service della School of Management del Politecnico di Milano, presentiamo un’anticipazione dei temi che guideranno il focus della mattina del 26 maggio a FORUM PA 2015. Al centro dell’appuntamento dati, casi, visioni e indirizzi.

Leggi tutto

La dimensione urbana tra i tempi della programmazione integrata e fabbisogni emergenziali

Il riconoscimento, già nel ciclo di programmazione 2007-2013, di un ruolo strategico delle città ai fini dello sviluppo locale, è dimostrato sia dalla scelta di predisporre in 9 POR FESR su 21 un Asse specifico dedicato allo sviluppo urbano, sia dalla concentrazione di risorse in capo ai comuni in veste di beneficiari dei Fondi (nel FESR, con 7,4 miliardi di euro - il 21,6% del totale - le amministrazioni comunali sono i secondi attuatori, dopo i privati, per importo di costi ammessi gestiti). Così, nel ciclo 2014-2020, l’enfasi posta sul nuovo ruolo delle città sembra avere solo parzialmente sapore innovativo per la politica di coesione comunitaria. Una innovazione certamente riguarderà il sistema di governance dei fondi con i comuni che, in quanto autorità urbane, saranno organismi intermedi. Al netto però di tale enfasi, oltre che redistribuire denaro, converrebbe risolvere alcune criticità endogene ed esogene alla programmazione comunitaria, ma che fanno sentire il loro peso nella efficacia delle politiche territoriali: i vincoli agli investimenti locali legati al Patto di stabilità e crescita e la complessità delle procedure amministrative in materia di appalti e di revisione urbanistica. Definire, quindi, una politica nazionale condivisa tra i diversi livelli di governo finalizzata a delineare quali città vorremmo tra dieci anni è una priorità Paese che dovrebbe essere il frutto di un disegno strategico unitario, capace di aumentare il potenziale di sviluppo dell’Italia e non un gioco a somma zero, in cui alla fine i target di spesa sono raggiunti, ma l’efficacia delle politiche di coesione sui territori interessati appare sempre meno tangibile.

Leggi tutto

La PA è mobile? Dal payment alla digital identity, a #FPA2015 un viaggio nel futuro che verrà

Una panoramica esaustiva sulle opportunità che il mobile apre alle pubbliche amministrazioni, con un occhio ai servizi già adottati come il pagamento della sosta o dei ticket per il trasporto pubblico, e uno a quelli ancora tutti da sviluppare. In collaborazione con gli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano anticipiamo in questo articolo i temi che saranno al centro di un Focus il 27 maggio prossimo a FORUM PA 2015.

Leggi tutto

E-fattura, è solo il primo passo: a #FPA2015 inizia il contagio

In occasione di FORUM PA 2015 la collaborazione con gli Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano prende forma in un ciclo di FOCUS sui temi chiave dell'Innovazione Digitale nelle Imprese e nella Pubblica Amministrazione. Apriamo il 26 maggio con un appuntamento dedicato alla Fatturazione Elettronica e alle opportunità di cambiamento che porta con sé. A due mesi dalla sua completa implementazione per tutto il sistema pubblico, faremo il punto con gli esperti dell'Osservatorio del Politecnico di Milano e con i rappresentati della PA e del mondo imprenditoriale. La e-fattura è solo il primo passo: il contagio digital è iniziato.

Leggi tutto

Ancora poca chiarezza sulla verifica di sottoscrizione e provenienza delle istanze telematiche alla PA

Le istanze e le dichiarazioni allegate alla PEC, e non direttamente inserite nel testo della comunicazione, devono essere sottoscritte per avere validità? Il tema è ancora controverso. Prova a fare chiarezza questo articolo che pubblichiamo nell'ambito della collaborazione con lo Studio Legale Lisi. Gli autori sottolineano la necessità della firma perchè, essendo documenti informatici separati dalla comunicazione, non si dovrebbero ritenere sottoscritti elettronicamente tramite l'autenticazione/identificazione informatica delle credenziali di accesso alla PEC-ID. 

Leggi tutto

Il Consiglio di Stato delinea i requisiti dell’in-house providing

Un'amministrazione può delegare tutta la gestione della propria infrastruttura IT e procedere all'affidamento dei servizi infromatici ad una società in-house, senza rivolgersi al mercato? Per il Consiglio di Stato sì, se... Nell'ambito della collaborazione con lo Studio Legale Lisi presentiamo l'approfondimento di Sarah Ungaro.

Leggi tutto

Sviluppo economico del territorio, quanto vale per i Comuni?

Mercati, fiere, manifestazioni: attività per lo sviluppo economico del territorio. Strumenti essenziali per far ripartire la crescita specialmente in periodi di crisi. Che investimento fanno i Sindaci per attrarre risorse da fuori? Nella classifica delle 15 città più popolose d’Italia la spesa media annua è di €15,20 pro capite.

Leggi tutto

Una triade perfetta per la trasparenza amministrativa: documenti, fascicoli e procedimenti

Grazie a una copiosa giurisprudenza, ad autorevole dottrina e, soprattutto, a coerente normativa italiana dal 2000 al 2014 in tema di trasparenza amministrativa le amministrazioni pubbliche devono descrivere e mantenere i legami tra documenti, fascicoli e procedimenti. Si tratta, in buona sostanza, di quanto diversi anni fa ho iniziato a chiamare la Regola del conte, su cui torneremo a breve dalle pagine di FORUM PA. Ogni documento, infatti, deve avere un conte-nuto, il quale per essere affidabile deve essere rappresentato in un conte-nitore, il quale per essere compreso appieno deve trovare luogo nel proprio conte-sto. Ciò significa che un documento isolato - cioè non classificato e non fascicolato, quindi decontestualizzato o non contestualizzabile - risulta scarsamente significativo. Anzi, peggio: latore di informazioni parziali. Infatti, per gli scienziati dell’informazione come per il diritto amministrativo, un’informazione parziale è spesso un garbuglio inestricabile.

Leggi tutto