Cerca: Editoriale

Risultati 111 - 120 di 304

Risultati

Avvisi ai naviganti

Se c’è tempesta e il tempo sta cambiando velocemente è meglio non spegnere la radio di bordo e rimanere connessi. Noi siamo in onda.
Mesi difficili e contraddittori quelli che stiamo vivendo nel continuo processo di riforma e di innovazione della macchina pubblica e, con essa, del Paese. Il rischio, paventato qualche settimana fa, di “Universi paralleli” tra chi decide e progetta e chi lavora sul campo appare sempre più reale e richiede segnali forti nel senso della condivisione, della partecipazione, della consapevolezza. In questo contesto di movimento, ma anche di estremo bisogno di chiarezza e di formazione, proponiamo oggi, sperando di essere un “segnale utile”, quasi un faro, la prima bozza, già abbastanza stabile, del nostro programma congressuale per la 23^ edizione del FORUM PA che è in programma a Roma dal 16 al 19 maggio.

Leggi tutto

Articolo 18 per gli statali: tanta confusione a chi giova?

Credo che sull’applicazione della riforma dell’art.18 dello Statuto dei lavoratori al pubblico impiego ci sia da fare chiarezza, ma nello stesso tempo domandarci perché c’è stata tanta confusione e a chi può giovare. Partiamo da un fatto indiscusso: l’art. 18 si applica già al pubblico impiego da almeno 10 anni e, a meno di deroghe esplicite, continuerà ad applicarsi nella forma che esso avrà dopo le modifiche della “Riforma del mercato del lavoro” approvata ieri in Consiglio dei Ministri. Insomma si applicava l’articolo di prima, si applicherà quello riformato.

Leggi tutto

Universi paralleli

Tre episodi recenti mi hanno abbastanza disorientato e mi hanno fatto pensare al rischio sempre presente di duplicare inconsapevolmente la realtà: da una parte quella della nostra vita di tutti i giorni, delle difficoltà quotidiane delle famiglie e delle aziende, ma anche delle amministrazioni, dall’altra quella della teoria, del mondo come dovrebbe essere, delle grida di manzoniana memoria. Tutti e tre riguardano corpi autonomi della Repubblica, che hanno la loro forza e la loro autorevolezza nella loro indipendenza: la Commissione per la valutazione l’integrità e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche (CiVIT); Il Garante dei dati personali; DigitPA.

Leggi tutto

Le sirene di Facebook e l’idea dell’amministrazione

Qualche giorno fa un autorevole gruppo di consiglieri regionali lombardi della Lega Nord, tra cui Bossi (Renzo) e Bossetti (Cesare),  ha presentato un’interrogazione scritta all’Assessore competente per chiedere che venga impedito a tutti i dipendenti della regione l’uso di facebook e dei social network. In sé non sarebbe una notizia e al massimo potrebbe far scuotere la testa l’ignoranza profonda che l’interrogazione rivela, lì dove mischia i social network con la pirateria, “emule” e “altri generi di software per il peer 2 peer”; potrebbe poi strapparci un sorriso l’evocata potenza ammaliatrice delle nuove sirene, quando si lamenta che “molti dipendenti non riescono a resistere alla tentazione di collegarsi ai social network del momento, Facebook e Twitter”. Purtroppo la cosa è più seria ed è per questo, non tanto per prendere in giro il folklore politico di certi consiglieri, che vale la pena di parlarne.

Leggi tutto

Etica (pubblica) per un figlio*

Se il mio figlio piccolo (sedici anni tra pochi giorni) mi desse retta, questa sera, spinto dalle notizie di stampa e dalla visita al sito dei Comuni italiani, gli parlerei di etica pubblica. Comincerei a parlargli delle tasse e gli direi quanto è strano sentire dire oggi, come cosa nuovissima, verità ovvie: ad esempio che chi non paga le tasse deruba il contribuente onesto.  Gli direi anche che se in queste settimane è bastato fare qualche controllo “bandiera”, magari un po’ in forma di spettacolo, nei luoghi dei ricchi per dare a tutto il Paese l’impressione che l’aria che tira è cambiata e non c’è più trippa per i gatti furbi, allora probabilmente abbiamo sprecato tanto tempo e forse potevamo evitare di avere un debito pubblico al 120% del PIL che fa di lui, senza che lo sappia e senza il suo permesso, uno dei cittadini europei più appesantito. Poi commenterei con lui la notizia di oggi: che i sindaci hanno deciso che l’evasione fiscale è una cosa che tocca per prima cosa le autonomie locali e che se la lotta non parte da loro allora è destinata all’insuccesso.

Leggi tutto

E' con l'innovazione che si può e si deve recuperare efficienza e produttività

Così scrive il Ministro della Pubblica Amministrazione e della semplificazione, Filippo Patroni Griffi nella sua lettera con cui ha presentato la prossima edizione di FORUM PA ai vertici delle amministrazioni e delle principali aziende di tecnologie e servizi avanzati.
Siamo in momenti difficili, inutile negarcelo, ma il motore della nostra azione è proprio questa comune convinzione: che si possa uscire dalla crisi solo con più innovazione e con più impegno. Altrettanto concordiamo con il Ministro quando ci invita a fare di FORUM PA sempre più un’occasione non di rappresentanza, ma di utile aggiornamento e necessaria formazione. Vista la consonanza degli obiettivi, in questo editoriale mi faccio quindi da parte e do la parola alla lettera del Ministro:

Leggi tutto

L’innovazione collaborativa per l’Agenda Digitale

Gruppi di lavoro, regia, raccordo, collaborazione, coinvolgimento: se si dà retta al vocabolario del comunicato che annuncia l’insediamento della cabina di regia per il programma dell’Agenda Digitale Italiana, c’è da credere che finalmente si sia preso atto che l’innovazione è un risultato di squadra. L’esperienza pregressa, nella mia memoria degli ultimi governi,  purtroppo non è gran che: spesso quando una politica ha avuto più di un responsabile si sono create gelosie, piccoli screzi, veti incrociati e demarcazioni di territorio che hanno avuto il risultato di rallentare, se non bloccare l’innovazione. Ma sono convinto che ora è diverso.

Leggi tutto

Sfigati, annoiati, viziati… disoccupati

Era un pezzo che non si parlava tanto dei giovani… no, non è che facciamo parlare i giovani, questo no, ma in compenso noi parliamo molto di loro. Spesso lo facciamo, basta leggere le cronache politiche, per stimolarli ed incitarli a prendere in mano le loro vite, e lo facciamo dando buoni consigli: prendere in mano le loro vite, non fare i bamboccioni, staccarsi dalle sottane di mamma. Consigli che possono anche suscitare reazioni di fastidio, ma a cui alla fine è difficile dar torto. Se tutto questo è vero perché allora questa saggezza dei nostri capelli grigi mi lascia così insoddisfatto? Se i consigli son giusti perché non riesco a sentirmi dalla parte della ragione?

Leggi tutto

Quando l’efficienza è un boomerang

No, non voglio dire che l’efficienza della PA si rivolti contro chi l’ha richiesta a gran voce, questo no, ma diciamo che gli torna in mano, appunto come un boomerang e lo inchioda alle sue responsabilità, guardandolo negli occhi e interrogandolo sulla serietà delle sue intenzioni. Mi spiego meglio: una certa parte della politica, degli addetti ai lavori e dell’opinione pubblica ha urlato a gran voce per chiamare l’efficienza dell’amministrazione, ma forse nella speranza che non sarebbe mai arrivata. Quando qualcosa si muove eccoli a protestare e a scuotere la testa con Talleyrand, mormorando: “Surtout pas trop de zèle”! Prendo spunto da tre storielle: la Finanza a Cortina, i processi a Milano, i certificati a Roma.

Leggi tutto

La PA di Patroni Griffi: ecco i programmi del governo per l’amministrazione pubblica

Forse sfuggita ai più perché tenuta in periodo “natalizio”, l’audizione del Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione in Parlamento è ricca di spunti interessanti e presenta, in forma chiara e immediatamente operabile, quel che il Governo e il Ministro si apprestano a fare nel campo dell’amministrazione pubblica. Ho letto con attenzione queste dense dieci pagine e ve ne ripropongo una sintesi ragionata, partendo da una frase che ne dà in qualche modo la chiave interpretativa. Dopo aver ricordato quanto accaduto nella PA in questi ultimi anni il Ministro Patroni Griffi dice “… sono convinto che la politica pubblica nell’Amministrazione debba cogliere il senso di questo percorso e muoversi in una linea di continuità”.  Vuol dire che per fortuna ci sarà risparmiata un’ennesima riforma del secolo, ma anche che gli sforzi sino ad ora fatti non andranno al macero anche se, come vedremo, i programmi sono ambiziosi e prevedono qualche significativa discontinuità.
Vado ad illustrarvi il documento per rapidi punti:

Leggi tutto