Cerca: Editoriale, riforma titolo V

2 risultati

Risultati

Lavoro pubblico e riforma costituzionale: l'errore del centralismo

Il recente disegno di legge di riforma del titolo V della Costituzione approvato pochi giorni fa in Consiglio dei Ministri, per altro apprezzabile nel suo obiettivo di ordinare una materia che la precedente riforma del 2001 aveva lasciato con enormi buchi, prevede il ritorno allo Stato della potestà legislativa esclusiva per quanto riguarda il lavoro pubblico. Introduce infatti la “disciplina giuridica del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni” nel punto g) dell'art 117 della Costituzione che elenca le aree di potestà esclusiva dello Stato. In parole povere né leggi regionali né norme o statuti degli enti locali avranno più possibilità di regolare temi quali assunzioni, valutazione, stabilizzazioni, ecc. Io credo che sia una scelta profondamente sbagliata sia nei suoi presupposti teorici sia nei suoi effetti pratici. Cercherò di argomentare questa convinzione…..

Leggi tutto

Devolution e altre storie.

"Devolution ed altre storie" era il titolo di un caustico e stimolante pamphlet di Luciano Vandelli, uscito per Il Mulino qualche anno fa. Riprendo il titolo perché oggi vorrei richiamare la vostra attenzione sul tema del federalismo che mi pare tra i più confusi nel panorama della nostra un po' malmessa alleanza tra politica ed amministrazione.

Leggi tutto