Cerca: Editoriale, federalismo

6 risultati

Risultati

Etica (pubblica) per un figlio*

Se il mio figlio piccolo (sedici anni tra pochi giorni) mi desse retta, questa sera, spinto dalle notizie di stampa e dalla visita al sito dei Comuni italiani, gli parlerei di etica pubblica. Comincerei a parlargli delle tasse e gli direi quanto è strano sentire dire oggi, come cosa nuovissima, verità ovvie: ad esempio che chi non paga le tasse deruba il contribuente onesto.  Gli direi anche che se in queste settimane è bastato fare qualche controllo “bandiera”, magari un po’ in forma di spettacolo, nei luoghi dei ricchi per dare a tutto il Paese l’impressione che l’aria che tira è cambiata e non c’è più trippa per i gatti furbi, allora probabilmente abbiamo sprecato tanto tempo e forse potevamo evitare di avere un debito pubblico al 120% del PIL che fa di lui, senza che lo sappia e senza il suo permesso, uno dei cittadini europei più appesantito. Poi commenterei con lui la notizia di oggi: che i sindaci hanno deciso che l’evasione fiscale è una cosa che tocca per prima cosa le autonomie locali e che se la lotta non parte da loro allora è destinata all’insuccesso.

Leggi tutto

Capitolo 4. Mind the gap, please!

Articolo del dossier 2011, FORUM PA nella Rete

Chi è stato almeno una volta a Londra non potrà più dimenticare il ritornello buffo che accompagna ogni fermata della Metropolitana “Mind the gap!”: state attenti al “distacco” tra banchina e treno, altrimenti fate una brutta fine!
Mind the gap! Viene da dire anche ora a questa Italia che, invece di stendere e curare reti che uniscono, rischia di approfondire sempre più i distacchi.
Mind the gap! Viene da dire alle istituzioni che sembrano smarrite, senza un progetto che vada al di là dello spazio di qualche settimana, sempre più distanti dalla vita delle persone.
Mind the gap! Viene da dire ad una classe dirigente senza identità e sempre più autoreferenziale nella difesa di privilegi corporativi, coperti spesso da parole consumate che, come stoffe lise da troppo uso, fanno intravedere la trama.

Leggi tutto

Vertici apicali degli Enti Locali tra risparmi e rischi di corruzione... e se stessimo sbagliando strada?

Grande confusione sotto il cielo di Roma in questi giorni. Va infatti in scena un bizzarro spettacolo che ha come protagonisti: l’odioso fenomeno della corruzione, che sembra aver decisamente alzato la testa (seppure l’ha mai abbassata); un decreto legislativo ponte sugli Enti locali; due figure come quella del direttore generale e quella del segretario generale che fanno fatica a spiegare agli altri chi vogliono essere. Che fanno insieme questi mal assortiti attori? provo a raccontare la storia a modo mio e vediamo se vi risulterà chiara…

Leggi tutto

Alla fine di un anno bifronte

Questo è l’ultimo editoriale dell’anno: ci risentiremo il 5 gennaio. Tempo quindi di bilanci per un 2009 che io vedo bifronte. Anno di positivi risultati su molti dei nostri temi, ma anche anno di delusioni e di innovazione negata.
Proviamo a descriverlo attraverso cinque parole chiave. Visto che sono un ottimista ne elencherò tre che rappresentano, a mio parere, aspetti positivi dell’anno appena trascorso e due che sono state, invece, occasioni perse. Sulla prima parola mi dilungherò di più perché mi sembra la parola da incoronare come la più importante del 2009: trasparenza.

Leggi tutto

Federalismo sì, ma perché?

A volte un assioma dato per scontato è in realtà più schermo alla riflessione che utile orientamento all’indagine. Così succede che un obiettivo politicamente centrale come il federalismo sia troppo spesso considerato “buono in sé” senza necessità di ulteriori prove. Proviamo a fare chiarezza e torniamo a parlarne stimolati dall’importante incontro “Il federalismo alla prova dei fatti” che Legautonomie propone a Viareggio il prossimo 1 e 2 ottobre.

Leggi tutto

Politica e “politiche”

Anche questa è andata!... Quali che siano le nostre idee e le nostre preferenze questa stagione elettorale è passata e riprende un periodo più “normale” nella vita delle amministrazioni che, come ho avuto modo di dirvi, avevo visto sempre più politica-dipendenti.
Ancora qualche settimana scombussolata, qualche palese o nascosto spoil system, e poi si torna al lavoro. Il problema è che alcuni temi chiave per le amministrazioni saranno lì ad aspettarci irrisolti.Penso al tema dei temi: l’assetto federale della Repubblica e quindi il mai davvero compiuto federalismo amministrativo con l’altrettanto mitico “federalismo fiscale”, penso al pubblico impiego stretto tra la necessità della valutazione e la strisciante “svalutazione” da parte della politica (tutta) e di buona parte dell’opinione pubblica. Penso all’innovazione organizzativa e di processo ancor prima che tecnologica che non può e non deve essere vista solo come un modo di “far cassa” con i risparmi, ma che merita investimenti.

Leggi tutto