Cerca: Editoriale, Sviluppo e Competitività

Risultati 31 - 40 di 65

Risultati

Articolo 18 per gli statali: tanta confusione a chi giova?

Credo che sull’applicazione della riforma dell’art.18 dello Statuto dei lavoratori al pubblico impiego ci sia da fare chiarezza, ma nello stesso tempo domandarci perché c’è stata tanta confusione e a chi può giovare. Partiamo da un fatto indiscusso: l’art. 18 si applica già al pubblico impiego da almeno 10 anni e, a meno di deroghe esplicite, continuerà ad applicarsi nella forma che esso avrà dopo le modifiche della “Riforma del mercato del lavoro” approvata ieri in Consiglio dei Ministri. Insomma si applicava l’articolo di prima, si applicherà quello riformato.

Leggi tutto

E' con l'innovazione che si può e si deve recuperare efficienza e produttività

Così scrive il Ministro della Pubblica Amministrazione e della semplificazione, Filippo Patroni Griffi nella sua lettera con cui ha presentato la prossima edizione di FORUM PA ai vertici delle amministrazioni e delle principali aziende di tecnologie e servizi avanzati.
Siamo in momenti difficili, inutile negarcelo, ma il motore della nostra azione è proprio questa comune convinzione: che si possa uscire dalla crisi solo con più innovazione e con più impegno. Altrettanto concordiamo con il Ministro quando ci invita a fare di FORUM PA sempre più un’occasione non di rappresentanza, ma di utile aggiornamento e necessaria formazione. Vista la consonanza degli obiettivi, in questo editoriale mi faccio quindi da parte e do la parola alla lettera del Ministro:

Leggi tutto

Otto azioni contro lo spread digitale

Venerdì e sabato passati si è svolta a Roma, presso l’Università Roma Tre, la prima tappa degli “Stati generali dell’Innovazione”: un’associazione/movimento nata per iniziativa di molte associazioni, movimenti, aziende e cittadini convinti che le migliori opportunità di crescita per il nostro Paese sono offerte dalla creatività dei giovani, dal riconoscimento del merito, dall’abbattimento del digital divide, dal rinnovamento dello Stato attraverso l’Open Government. FORUM PA è tra i promotori ed io ho aiutato a dirigere il traffico delle decine di interventi che si sono succeduti sul palco, intervallati da momenti di lavoro di gruppo. Il risultato è stato ricco e operativo: otto proposte, due per ciascuno dei grandi temi affrontati, da sottoporre ora al nuovo governo, ai governi locali, alle imprese, alle associazioni nell’ottica di un processo multi-stakeholder. Ecco il documento finale.

Leggi tutto

Ministro si, Ministro no. Ma serve o non serve un ministro per l’innovazione?

Nella storia dei Governi italiani dal 1948 ad oggi in solo quattro Governi c’è stato un Ministro dell’Innovazione. Tra i 27 Paesi dell’Unione Europea 11 Paesi hanno un Ministro con una delega specifica per l’innovazione o la Società dell’Informazione in generale insieme a deleghe per la ricerca o la scienza. Negli altri paesi l’innovazione tecnologica è trasversale ai vari dicasteri. Insomma le scelte sono diverse. Ma se in sé non è un dramma se nello scarno Governo Monti non c’è un Ministro delegato all’Innovazione, perché allora io sono così preoccupato? Perché è un fatto incontrovertibile che l’Italia è attualmente ai margini nella geografia mondiale dell’economia digitale. Ma senza economia digitale non c’è sviluppo e non c’è crescita neanche in termini di qualità della vita e sostenibilità. Non è possibile però risalire la china senza scelte coraggiose, che per loro definizione sono politiche.  Vediamo quali… 

Leggi tutto

La tela di Penelope dell’Italia digitale

Nonostante tutto  e nonostante la lettura mattutina dei titoli dei giornali, voglio essere ottimista e quindi, prima di commentare il fatto che nella famosa lettera programma del Governo all’Ue “per lo sviluppo e la crescita” non sia mai nominata la rete, mai nominato Internet, mai accennato all’economia digitale che pure impatta per il 5% del PIL nei Paesi sviluppati e più smart e solo il 2% in Italia; prima di andare a vedere se le indiscrezioni di questa mattina su un ennesimo stanziamento (gli altri sono stati tutti disattesi) sulla banda larga sarà reale o solo annunciato, prima di ogni delusione voglio raccontarvi tre fatti positivi, anzi tre e mezzo.

Leggi tutto

OPEN GOVERNMENT: La strada obbligata per la PA del FUTURO. Ecco il tema di FORUM PA 2012.

Come ogni anno a ottobre facciamo oggi il punto sullo stato dell’innovazione nella PA e nei sistemi territoriali e proponiamo alla vostra attenzione il tema che ci accompagnerà sino al prossimo FORUM PA 2012 (16-19 maggio).
Nello scegliere l’OPEN GOVERNMENT come tema per la prossima edizione, intendiamo coglierne sin da subito lo spirito e farci interpreti della filosofia che porta con sé chiedendo ai nostri lettori di controllarci, commentarci, correggerci, di agire in prima persona suggerendo emendamenti, casi di successo da porre all’attenzione pubblica, di arricchire la riflessione che da oggi ci accompagnerà fino a maggio con ogni tipo di contributo utile.
Sarà il nostro modo di valorizzare l’intelligenza collettiva che anima la nostra comunità.

Leggi tutto

La concorrenza non è un lusso: la relazione di ieri dell’Antitrust esprime una forte preoccupazione

Ieri è stata presentata la relazione annuale dell’Antitrust (L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), l’ultima relazione con la Presidenza di Antonio Catricalà: l’ho trovata particolarmente chiara e stimolante, anche se molto preoccupata. Ve ne racconto i fondamentali. Il punto chiave è già nella prima pagina delle considerazioni iniziali: “la concorrenza non è un lusso da concedersi solo durante i cicli economici espansivi ma diventa strumento indispensabile nei periodi difficili per sostenere la ripresa e difendere i consumatori.”

Leggi tutto

Open data? Un esempio così vicino e ancora così lontano

La scorsa settimana vi avevo parlato di una ricerca della McKinsey sull’impatto dell’economia di Internet sullo sviluppo e la crescita. Oggi ci rivolgiamo invece alla più vicina Francia e vi racconto (e vi traduco) la circolare che il primo Ministro Fillon ha inviato per lanciare in tutta la PA francese il programma di Open data. L’esempio ci interessa perché segna una strada che saremmo in grado sin da oggi (oggi, non tra un anno) di applicare anche da noi.

Leggi tutto

L'impatto di Internet sulla nostra vita e sulla nostra economia: il rapporto di McKinsey all'e-G8 di Sarkozy.

“Due miliardi di persone sono collegati a Internet. Circa ottomila miliardi di dollari si scambiano ogni anno via e-commerce. In tutti i mercati sviluppati quasi due terzi del business coinvolge Internet e un terzo delle piccole e medie imprese usa intensivamente la rete…” Così comincia il rapporto che la McKinsey ha presentato la settimana scorsa in occasione del primo e-G8: un G8 dedicato proprio alla rete delle reti. Ho letto tutto il rapporto e ve ne parlo perché ancora troppo spesso vedo i nostri decisori giudicare quella di Internet come una moda passeggera, una roba da ragazzini di Facebook o di patiti delle tecnologie.

Leggi tutto

La terza elica e il sistema degli acquisti pubblici

Come si insegna nella teoria economica, l’innovazione è spinta da tre eliche (Etzkowitz 1997): il sistema pubblico, il sistema della ricerca e dell’università, il sistema delle imprese. È  proprio su quest’ultima elica che vorrei soffermarmi stimolato da una parte dalla grande partecipazione e spinta all’innovazione che ho visto da parte delle imprese che hanno partecipato a FORUM PA 2011, dall’altra da una crisi di rappresentanza delle aziende che si occupano di innovazione. Nell’organizzare FORUM PA 2011 ci siamo posti una domanda chiave: perché la PA, con tutto il suo sistema di acquisti e di gare, non riesce a comprare, se non in forma marginale, innovazione? La risposta non può essere univoca, ma il panorama che vediamo non è confortante.

Leggi tutto