Cerca: Editoriale, Governance

Risultati 31 - 40 di 43

Risultati

Il vento caldo del Nord Est

Si sono da poco conclusi due eventi in Veneto che ci hanno visto tra i promotori e dai quali sono scaturiti interessanti spunti sul tema dell'Amministrare 2.0 e per la costruzione del Manifesto. Fino a qualche mese fa, seguendo una logica basata sull'innovazione incrementale e sull'ottimizzazione dei processi avviati avrei detto che è necessario uno sforzo maggiore di coordinamento, per valorizzare le esperienze in corso, ma i nuovi approcci che si stanno imponendo nei confronti dei dati pubblici proposti in ambito internazionale ci impongono di riflettere se la strada fino ad oggi intrapresa sia quella giusta.

Leggi tutto

Federalismo sì, ma perché?

A volte un assioma dato per scontato è in realtà più schermo alla riflessione che utile orientamento all’indagine. Così succede che un obiettivo politicamente centrale come il federalismo sia troppo spesso considerato “buono in sé” senza necessità di ulteriori prove. Proviamo a fare chiarezza e torniamo a parlarne stimolati dall’importante incontro “Il federalismo alla prova dei fatti” che Legautonomie propone a Viareggio il prossimo 1 e 2 ottobre.

Leggi tutto

La comunicazione elettronica tra PA e cittadini: dove stiamo andando?

Lo scorso 5 agosto è stato pubblicato da parte del DDI (il nuovo nome del dipartimento tecnologico di Brunetta che per esteso suona come “Dipartimento per la Digitalizzazione della pubblica amministrazione e l’Innovazione tecnologica”) un importante bando di gara per un servizio di “comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadini”, in breve CEC-PAC. E’ un bando abbastanza ricco (50 milioni di euro, seppure in due tranches da 25, di questi tempi sono qualcosa), importante per il tema e singolare per le sue modalità. Siamo ancora in fase di prequalifica (si è scelto il sistema della gara ad invito e siamo in fase di dichiarazione di interesse e verifica dei requisiti da parte dei candidati), ma la mia impressione è che sarà un’iniziativa che avrà conseguenze importanti per il futuro del processo di digitalizzazione della PA e quindi vorrei da subito condividere con voi alcune domande e alcune riflessioni. Vi dico subito che sono alquanto perplesso.

Leggi tutto

La stagione degli Enti locali

L’autunno è da sempre la stagione in cui è massimo l’interesse politico e istituzionale verso gli Enti locali: questo autunno ha in più ulteriori e decisivi motivi per alzare il tono del dibattito sul federalismo fiscale e istituzionale. 

Leggi tutto

De profundis per un progetto di riforma: finisce l’esperienza dei direttori generali degli Enti locali?

Il testo del codice delle autonomie che è stato approvato ieri in Consiglio dei Ministri prevede, di fatto, la soppressione della figura del Direttore generale degli Enti Locali (figura introdotta dalle Riforme Bassanini nella seconda metà degli anni Novanta) tranne che per le nove città metropolitane[1]. A mio parere si tratta di una controriforma gravemente sbagliata nel merito e nel metodo. Nel merito perché elimina una figura di cerniera tra politica ed amministrazione che è stata un importante strumento di innovazione; nel metodo perché ancora una volta il Governo mortifica così l’autonomia degli Enti locali entrando pesantemente a definirne i modelli organizzativi.

Leggi tutto

Ho visto una PA con il segno più

La ventesima edizione del FORUM PA si è chiusa da poche ore, i camion degli allestitori sono ancora in Fiera di Roma a smontare la grande città della PA che per quattro giorni ha visto decine di migliaia di operatori incontrarsi, confrontarsi, imparare e insegnare. Così a caldo provo a buttar giù un primo e provvisorio bilancio.

Leggi tutto

L'ignoranza non è una virtù… Neanche per i legislatori!

Ho detto più volte, anche negli ultimi editoriali, che da questa crisi non si esce né con la rottamazione di mobili, automobili e frigoriferi né con una politica per l’edilizia di cui temo dovranno pagare le conseguenze le prossime generazioni. La chiave è sì l’infrastruttura, ma quella intelligente della rete in cui siamo drammaticamente tra gli ultimi in Europa per disponibilità e per uso.

Leggi tutto

PA digitale? Io l’ho vista…

...ma non era dove la cercavo. Qualche settimana fa avevo lamentato in un editoriale di non riuscire a vedere un effettivo progresso nel campo cruciale dell’innovazione tecnologica della PA. Tre fatti avvenuti in questi giorni mi hanno convinto che ero io che non guardavo dalla parte giusta. In realtà non è verso il Governo centrale che dobbiamo rivolgere il nostro sguardo, ma verso la capacità di progettazione e di coesione delle istituzioni che sono sul territorio.

Leggi tutto

Noi… padroni di Internet

La scorsa settimana, il 22 e 23 ottobre, sono stato a Cagliari per l’IGF (Internet Governance Forum) che si è tenuto lì promosso dalla Regione Sardegna e dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione. Ci sono andato per capire cosa è questo Forum e in che modo è influente su quell’ambiente, Internet appunto, che è il mare dove nuotano tutte o quasi le innovazioni di cui parliamo. In realtà, come certo non vi sfugge, Internet è un fenomeno del tutto particolare: in un mondo totalmente mercificato non ha padroni e contiene in sé una reale democraticità, ma da chi e in che modo è regolato? Da chi e in che modo è indirizzato? Da chi e in che modo è difeso da egemonie commerciali o politiche e/o da censure che ne minano il potere rivoluzionario che gli deriva dal fatto che ciascuno di noi è in rete fruitore e insieme produttore di cultura?

Leggi tutto

Politica e “politiche”

Anche questa è andata!... Quali che siano le nostre idee e le nostre preferenze questa stagione elettorale è passata e riprende un periodo più “normale” nella vita delle amministrazioni che, come ho avuto modo di dirvi, avevo visto sempre più politica-dipendenti.
Ancora qualche settimana scombussolata, qualche palese o nascosto spoil system, e poi si torna al lavoro. Il problema è che alcuni temi chiave per le amministrazioni saranno lì ad aspettarci irrisolti.Penso al tema dei temi: l’assetto federale della Repubblica e quindi il mai davvero compiuto federalismo amministrativo con l’altrettanto mitico “federalismo fiscale”, penso al pubblico impiego stretto tra la necessità della valutazione e la strisciante “svalutazione” da parte della politica (tutta) e di buona parte dell’opinione pubblica. Penso all’innovazione organizzativa e di processo ancor prima che tecnologica che non può e non deve essere vista solo come un modo di “far cassa” con i risparmi, ma che merita investimenti.

Leggi tutto