Cerca: digital divide

Risultati 51 - 60 di 127

Risultati

Progetto di realizzazione di una dorsale in fibra ottica in provincia di Belluno

Il contesto territoriale della provincia di Belluno – territorio montano e bassa densità di popolazione – è di fatto una zona a fallimento di mercato. Claudio Costa, Assessore della Provincia di Belluno, presenta i progetti attuati e in via di attuazione nel territorio della provincia per affrontare il problema del Digital Divide.

Le azioni della Community Network Emilia-Romagna contro il Digital e Knowledge Divide

Stefano Alvegna riporta le soluzioni adottate dalla Community Network Emilia-Romagna sul problema del Digital e Knowledge Divide. La Community Network Emilia-Romagna vanta ad oggi una copertura del servizio a bada larga pari al 91% della popolazione, con una stima del 95% entro dicembre 2009.Leggi tutto

Servizi a banda larga al centro dello sviluppo

Le Pubbliche Amministrazioni Locali devono giocare un ruolo sempre più importante nello sviluppo di reti e servizi di comunicazione, in quanto rappresentano un elemento primario di qualificazione del territorio. La rete a banda larga è l’infrastruttura fondamentale per dare un ulteriore impulso allo sviluppo economico e sociale del paese, garantendone la competitività futura.Leggi tutto

Introduzione del convegno “Le azioni degli Enti locali contro il Digital Divide per l’accesso alla rete”.

Lo sviluppo delle reti a banda larga in tutto il territorio nazionale è un problema che non può più essere rimandato. Investire in reti è essenziale per poter dare una risposta di qualità in termini di sviluppo economico e sociale. Tuttavia, lo sviluppo delle reti deve avvenire in modo coordinato tra i diversi soggetti chiamati in causa - gli operatori di telecomunicazioni, PAC e PAL- al fine di elaborare un modello di sviluppo organico in tutto il territorio.Leggi tutto

La domanda di internet in Italia. Una ricerca dell'Osservatorio sul Futuro della rete

Chi usa internet, per cosa e con quale grado di soddisfazione? E, soprattutto, chi non lo usa? Perché? A che condizioni lo userebbe? L’Osservatorio sul Futuro della rete, nato su suggerimento dalla IX Commissione permanente della Camera dei deputati e gestito da FORUM PA, presenta i primi dati raccolti ed elaborati. L’analisi della domanda nell’intervento di Gianni Dominici.

I cittadini e l'uso di internet: compiti per la politica e il mercato

Mario Valducci definisce quello dell’Osservatorio sul Futuro della rete un ottimo rapporto. Alcuni numeri sono confortanti – spiega – ma emergono delle criticità rilevanti sul versante della domanda. Occorre far capire ai cittadini come la rete può cambiare la loro vita, lavorando per il miglioramento dei contenuti e dei vantaggi economici di chi usa internet. Questo è un compito congiunto per la politica e per gli operatori del mercato tlc.

Le azioni del CNIPA per il superamento del Digital Divide

IL Digital Divide è un problema in continua evoluzione che non può più essere rimandato. I fattori sui quali intervenire per poter superare il digital divide sono la disponibilità di infrastrutture, la disponibilità di applicazioni e la diffusione di una cultura sull’utilizzo delle applicazioni stesse. Questi tre fattori interagiscono unitamente all’interno di un circolo virtuoso che porta ad una crescita della domanda di servizi.Leggi tutto

Connecting Rural Communities

La connettività rappresenta un fattore determinante per lo sviluppo sociale ed economico di un paese. Attualmente, una delle sfide più complesse è quella di assicurare la connettività a banda larga anche alle zone definite a fallimento di mercato, tra cui le comunità rurali. Massimo Gotti, Presidente e Amministratore Delegato Motorola Italy, propone la soluzione Wireless Broadband di Motorola, riportando l'esperienza di casi concreti di intervento in Canada - Nuova Scozia - , Macedonia, Italia - Valle Camonica - e Francia.

Italia Digitale 2.0: banda larga ed altre questioni

Secondo una ricerca Gartner, resa nota ieri, l’Italia è fuori dalla classifica dei top 20 per penetrazione di banda larga nel mercato domestico e lo sarà ancora nel 2013. Ieri, a margine della presentazione del Rapporto 2009 Italia Digitale 2.0, Gabriele Galatei, presidente Telecom Italia, ha affermato che “il governo italiano è consapevole della necessità di puntare sulla banda larga e sull'Ict, ma nonostante questo non è determinato a investire sul settore”. Una giornata di numeri, dunque, non proprio fausti per questa Italia digitale che fa fatica a decollare e per cui la banda larga, pur prioritaria, non è la sola questione.

Leggi tutto
  • Cod. lab.12
  • 14/05/2009
  • 15:00 - 15:50

La banda larga come superamento del Digital Divide

In collaborazione con PROVINCIA DI BELLUNO e ANDIGEL