Cerca: digital divide

Risultati 31 - 40 di 127

Risultati

  • Cod. lab.216
  • 18/05/2010
  • 10:00 - 10:30
  • Padiglione 7
  • Stand 20A

LA BANDA LARGA PER LA P.A.

  • Cod. lab.155
  • 17/05/2010
  • 15:30 - 16:30
  • Padiglione 9
  • Stand 27A

www.comunedialoga.it: il dialogo con la P.A. a portata di mouse

A cura di Comune di Cesena
  • Cod. B.24
  • 17/05/2010
  • 15:00 - 18:00

Le innovazioni di sistema negli Enti Locali: risultati e prospettive del Programma Elisa

  • Cod. w.2a
  • 17/05/2010
  • 12:00 - 12:50
  • Padiglione 8
  • Stand 11A

Servizi Integrati Poste Italiane: Innovazione di servizio e di processo

Le donne anziane possono spiegarci cos’è il Digital Divide

«Per capire il fenomeno del digital divide in Italia, poche cose sono utili, in questo momento, quanto il rapporto "La vita moderna della donna anziana", elaborato da Intrage - il primo tra i portali italiani dedicati alla terza età - e presentato in occasione dell’8 marzo. Intrage, passando in rassegna tutti i dati disponibili sulle persone che, statisticamente, possono essere definite anziane (di età superiore ai 65 anni), ha fatto diverse scoperte interessanti, che possono essere utili per capire meglio i motivi che stanno alla base di un persistente divario, nell’uso delle tecnologie internet, che da noi colpisce gli anziani più che in qualsiasi altro paese europeo». Comincia così un contributo di Paolo Subioli sul tema digital divide, donne e terza età, che riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Leggi tutto

"Pane e internet" contro il digital divide in Emilia - Romagna

La Regione Emilia-Romagna apre la seconda edizione di Pane e Internet”, progetto per la riduzione del digital divide attraverso l’alfabetizzazione digitale.

A beneficiare dei nuovi corsi 10.000 persone, appartenenti alle categorie più esposte a rischio di digital divide, ovvero: anziani, donne - perlopiù casalinghe, immigrati over 45, persone che per età, interessi, usi, abitudini, si ritrovano ad essere distanti dal computer e dall’universo di internet.

Leggi tutto

Dove va la larga banda? Regione Campania decide con cittadini, aziende, amministrazioni e TLC

La Regione Campania sta definendo gli interventi finalizzati all'ampliamento dell'attuale copertura di servizi in larga banda nelle aree del territorio regionale. In questo contesto ha aperto una consultazione pubblica, per individuare le aree del territorio campano ammissibili all’intervento.

Nel dettaglio, attraverso la consultazione l'amministrazione regionale intende perseguire una triplice finalità:

Leggi tutto

Il diritto di accesso a Internet

La proposta – non in programma – di Stefano Rodotà di riconoscere all’accesso a Internet la dignità di diritto costituzionale inserendo nella nostra Carta Costituzionale un art. 21 bis ha, inesorabilmente, rappresentato il fulcro delle discussioni nel corso del convegno sul diritto all’accesso a Internet, organizzato dall’ITTG – Istituto di Teoria e tecnica dell’informazione giuridica, di Firenze nell’ambito dell’IGF Italia 2010. L’art. 21 bis della Costituzione italiana ipotizzato recita "Tutti hanno eguale diritto di accedere alla Rete Internet, in condizione di parità, con modalità tecnologicamente adeguate e che rimuovano ogni ostacolo di ordine economico e sociale". La proposta ha diviso gli addetti ai lavori non tanto sulla possibilità di considerare il diritto all’accesso a Internet un diritto fondamentale – o addirittura costituzionale – del cittadino quanto piuttosto sull’opportunità e la necessità di farlo attraverso un’integrazione della Costituzione.

Leggi tutto

Wi-fi esperienze pubbliche a confronto

"Noi della  Provincia di Roma – ci spiega Francesco Loriga* - abbiamo organizzato l’incontro tematico " Wi-fi esperienze pubbliche a confronto" all’interno dell’IGF Italia 2010 perché ci è sembrato il contesto naturale per presentare il progetto Free Italia wi-fi”. Perché? "Innanzitutto perché il wi –fi pubblico è uno strumento che, in questo momento, soprattutto le amministrazioni locali hanno a disposizione nella lotta contro il divide digitale sia culturale che infrastutturale. Prova ne è il fatto che sempre più amministrazioni lo stanno promuovendo. Poi, perché l’idea alla base del progetto è di partire dalle esperienze già presenti e di diffonderle, migliorandole progressivamente attraverso la community che è la vera forza di un progetto che, come il nostro, si ispira alla filosofia “open”.

Leggi tutto

Il white-fi adesso! Non nel 2013...

Il passaggio al digitale terrestre ha liberato (o dovrebbe farlo a breve) una larga fetta di spettro che prima veniva utilizzato dalle emittenti televisive. Cosa fare di queste frequenze libere? L’Europa dice di darle agli operatori di telefonia, in Italia qualcuno protesta e dice che sarebbe più utile utilizzarle per la larga banda. Il progetto tutto italiano delle valli di Lanzo, però, si spinge più in là e ribalta il punto di vista. Ne parliamo con Roberto Borri Direttore Ricerca e Sviluppo di CSP.

Leggi tutto