Cerca: Qualità della vita, pari opportunità

Risultati 1 - 10 di 58

Risultati

  • Cod. ps.24
  • 28/05/2015
  • 11:00 - 11:50

Smart working - istruzioni per l'uso

a cura di Wister
  • Cod. co.35
  • 27/05/2015
  • 15:30 - 17:30

Smart working: tecnologia, policy e visione per un lavoro innovativo

in collaborazione con WiSTer - Women for Smart and Intelligent Territories
  • Cod. ps.07
  • 27/05/2015
  • 11:00 - 11:50

Smart working: tra genere ed obiettivi concreti

a cura di Wister

Smart Working: uno strumento a supporto della conciliazione vita - lavoro

Cosa sappiamo delle pratiche e dei risultati del cd smart working? Quale è la situazione in Italia e come potrebbe evolvere? Con quali vantaggi? Esistono pratiche da approfondire e "copiare"? Cosa ci fa più paura di un modo del tutto nuovo di lavorare? Antonella Marsala, insieme a Francesca Maria Montemagno, anima questa sessione che parte da un'analisi dello stato dell'arte in termini di dati e analisi.

Le risorse delle donne: un #PianoD in Regione Lazio

A margine dell'incontro di lavoro delle Wister - Women for Intelligent and Smart TERritories, il 28 maggio a FORUM PA 2013, abbiamo chiesto a Eugenio Patanè, Presidente Commissione Pari Opportunità della Regione Lazio cosa porterà in Regione. Ci presenta qui una prospettiva di lavoro e un impegno concreto verso i movimenti e le organizzazioni che lavorano sul tema delle pari opportunità nel territorio laziale.

Leggi tutto

Presentata "Smart City di genere?", la nuova ricerca FORUM PA - futur@lfemminile

Esiste la Smart City in ottica di genere? Dove si, cosa significa? Da questi punti interrogativi, attraverso le risposte di 20 donne, tra amministratriclocali ed esperte sui temi di genere, si è generata una riflessione più ampia, su quanto le nostre città possano guadagnare ogni volta che si dimostrano capaci di includere le donne nei processi di innovazione e partecipazione urbana.

Leggi tutto

Smart City in ottica di genere? Riflessioni in rosa, ma non troppo

Esiste la Smart City in ottica di genere? Dove si, cosa significa? Da questi punti interrogativi, attraverso le risposte di 20 donne, tra amministratrici locali ed esperte sui temi di genere, si è generata una riflessione più ampia, su quanto le nostre città possano guadagnare ogni volta che si dimostrano capaci di includere le donne nei processi di innovazione e partecipazione urbana.

Leggi tutto

Open data: una visione al femminile

Il mondo è pensato ad immagine e somiglianza di un maschio normodotato. Partendo da una frase "rubata ad un amico",  Morena Ragone, Vice Presidente - Circolo dei Giuristi Telematici e co-founder Wikitalia apre una riflessione sulla "doverosa inclusione di una visione di genere nella co-progettazione di servizi al femminile". Al centro, lo strumento "open data" e la domanda: di quali dati aperti hanno bisogno le donne per valorizzare, valorizzarsi, inserirsi, lavorare, studiare, formarsi, o anche solo, semplicemente, vivere? Ci prepariamo così all'appuntamento delle WISTER - Women for Intelligent and Smart TERritories, dedicato alla scrittura partecipata del #PianoD: come liberare le risorse delle donne,  il 28 maggio a FORUM PA 2013

Leggi tutto

Donne e tecnologie: inclusione e partecipazione

L’analisi relativa al rapporto esistente fra donne e tecnologie è necessario punto di partenza per progettare strategie per il futuro. Bisogna infatti misurarsi con la realtà attuale per valutare il grado di pervasività delle tecnologie nel tessuto femminile della società e conseguentemente immaginare le condizioni da creare e le soluzioni da attivare. Diverse sono le dimensioni da considerare...

Leggi tutto

Assente Ingiustificato: Cittadinanzattiva e UILDM per il diritto allo studio delle persone con disabilità

In Italia ci sono quasi 200.000 studenti con disabilità, che vedono leso il loro diritto allo studio quotidianamente: sono impossibilitati a frequentare regolarmente la scuola a causa della riduzione dei servizi (trasporto, orari insegnanti di sostegno, assenza del personale ausiliario, ecc.), sono spesso parcheggiati nelle aule, soli e circondati dall’indifferenza degli adulti ma anche dei loro coetanei.

Leggi tutto