Cerca: Qualità della vita, Atti FORUM PA 2009

Risultati 1 - 10 di 65

Risultati

Il lavoro dell'AFCEA - Associazione delle Comunicazioni e dell'Elettronica per le Forze Armate - per la sicurezza dei cittadini

Pietro Finocchio sottolinea come il percorso del dibattito, in sede di convegno, partendo dalla scenario, passando dalla cultura e dalle infrastrutture, sia giunto alla finalità: la sicurezza del singolo. Su questo sottolinea le potenzialità e i meriti del lavoro dell’AFCEA, definendola “il salotto buono per la sicurezza dei cittadini

Il ruolo di ARALL nella diffusione di buone pratiche a livello locale sul tema della sicurezza integrata

Il bando promosso dalla Regione Lazio nell'ambito della sicurezza integrata ha avuto un'ottima risposta da parte delle amministrazioni locali, con un vasto numero di proposte pervenute, alcune delle quali già in grado di mostrare dei risultati. Il merito dell'iniziativa è quello di aver applicato il principio di sussidiarietà, spostando il più vicino possibile ai cittadini l'intervento delle istituzioni. Ora è necessario mettere in rete le diverse esperienze, favorendo la condivisione di buone pratiche e diffondendo gli strumenti migliori.

Le politiche di sicurezza della Provincia di Roma: le azioni dell'amministrazione per contrastare la cattiva percezione da parte dei cittadini

Negli ultimi due anni, la Provincia di Roma ha realizzato un vasto programma di interventi, anche in collaborazione con la Regione Lazio, nell'ambito delle politiche per la sicurezza. La Provincia, inoltre, è dovuta spesso intervenire per sopperire alla mancanza di risorse che lo Stato non è stato in grado di garantire al territorio. Per Ezio Paluzzi questo elemento, insieme ad un'informazione dei media non sempre corretta, contribuisce in maniera decisiva ad alimentare un cattiva percezione da parte dell'opinione pubblica e non rispondente alla qualità reale del contesto ambientale.

Le proposte degli enti locali del Lazio in materia di sicurezza: un'istantanea della domanda di sicurezza del territorio

Nel momento in cui ha raccolto i diversi progetti presentati dagli enti locali in materia di sicurezza, la Regione Lazio ha deciso di effettuare un'approfondita valutazione delle proposte pervenute. Da queste, infatti, emerge una vera e propria istantanea della domanda di sicurezza del territorio e dell'interpretazione che di questa ne danno le amministrazioni locali. Gli interventi presentati agiscono sulla prevenzione sociale ed ambientale, sull'inclusione degli immigrati, sui programmi di avviamento al lavoro delle classi disagiate e sul contrasto alla criminalità.

Gli investimenti della Regione Lazio per una politica di sicurezza integrata

Nella definizione di un programma per la sicurezza, la Regione Lazio ha puntato sulla collaborazione con i comuni per migliorare la percezione dei cittadini e offrire quella garanzia di sicurezza che viene richiesta dal territorio. La risposta, per creare una politica della sicurezza realmente integrata, non può che essere che un'allenza non solo tra gli enti del territorio, ma anche tra questi ed il Governo centrale.Leggi tutto

Verso una visione integrata del welfare

Il Presidente Mastrapasqua sottolinea l’importanza dell’approccio globale del libro bianco, dove per la prima volta la previdenza, la salute, l’assistenza, l’inclusione, la formazione, la produzione e la ricchezza vengono insieme valutate e studiate. All’interno della cornice lì delineata, dentro la quale si ritiene e si auspica che l’Italia si muova, Mastrapasqua sostiene la necessità di impegnarsi in una giusta educazione al welfare perché – dice – noi trasformiamo le risorse in prestazioni ma raramente trasformiamo le risorse e le prestazioni in un’azione preventiva.

Giustizia e sicurezza: un binomio inscindibile del vivere civile

La modifica dell’art.54 del Testo Unico degli Enti Locali e il Decreto ministeriale che ha dato la definizione giuridica di sicurezza urbana inseriscono nel contesto della sicurezza temi quali le condizioni di vivibilità nei centri urbani, la convivenza civile e la coesione sociale e ne affidano la tutela anche alle amministrazioni territoriali.Leggi tutto

La legalità garante del merito e della libertà

Il Ministro Meloni ricorda come il tema della lotta alla criminalità organizzata sia una questione all’interno della quale si racchiudono tutti i principali motivi che l’hanno spinta ad intraprendere l’impegno politico. All’interno della lotta per la legalità il riutilizzo dei beni confiscati – dice la Meloni – assume poi un alto valore economico, sociale e culturale perché offre qualche opportunità in più ai ragazzi per non fuggire dalla propria terra e mette a disposizione beni che nascono come risultati dell’interesse di un’oligarchia per fini di carattere nazionale.Leggi tutto

Libertà e privacy in Italia oggi

Stefano Rolando intervista Franco Pizzetti all’interno dei “Colloqui a scena aperta” mirati ad approfondire il rapporto tra cittadini e istituzioni. L’esposizione dell’attività dell’Autorità Garante viene presentata all’interno del contesto contemporaneo partendo dall’assunto che una cosa è la norma e un’altra è il modo in cui essa vive.Leggi tutto

Formazione, metodologia, didattica

La metodologia seguita nel progetto "Esperienze Intersettoriali delle Comunità Locali per Guadagnare Salute" mira ad evidenziare le migliori pratiche risultanti dalla raccolta e selezione dei progetti provenienti dal territorio. Vengono considerate buone pratiche quelle iniziative che hanno un impatto forte sul miglioramento della qualità di vita e dell'ambiente circostante. Per identificare le buone pratiche si è partiti dal creare una mappa di riferimento costituita da criteri e "prove di efficacia" per testare l'impatto del progetto sul territorio.