Cerca: qualità del servizio

Risultati 71 - 80 di 108

Risultati

Le attività di AUDIS - Associazione aree dismesse

Marina Dragotto presenta AUDIS – Associazione aree dimesse. AUDIS mette insieme Comuni, proprietari di immobili, developer e centri di ricerca con l’obiettivo di tenere sotto osservazione il punto di vista dei privati e del pubblico sulle operazioni di trasformazione. In questa fase l’Associazione sta cercando di costruire una “carta delle qualità”della riqualificazione urbana con la convinzione che sia necessario fissare i criteri sulla qualità dell’intervento nelle aree urbane anche ai fini di una valutazione.Leggi tutto

Criticità relative al settore della esternalizzazioni nella Pubblica Amministrazione

Giovanni Gorla racconta come FISE-Assioma, l’Associazione che raggruppa le imprese che gestiscono i servizi integrati ad organizzazione manageriale avanzata, stia riscontrando sul mercato un utilizzo strategicamente non adeguato della gestione integrata da parte della Pubblica Amministrazione. I problemi principali sembrano essere la carenza di definizione degli obiettivi e la corretta valorizzazione del costo dei disservizi.Leggi tutto

Il Car Sharing in pratica: l’esperienza di un’azienda di gestione del servizio. Il Car Sharing a Torino

Flaminio Orazzini presenta l’esperienza del Car Sharing a Torino disegnando lo scenario in cui si sviluppa l’iniziativa e indicando gli obiettivi e i vantaggi offerti sia in termini di mobilità (riduzione numero veicoli circolanti) che in termini economici, ambientali e di versatilità per il suo utilizzo. Orazzini spiega come funziona il servizio di car sharing e le strutture a supporto (parcheggi, punti informazione ecc…). Particolare attenzione viene data agli accordi e alle iniziative intraprese con il trasporto pubblico per facilitare l’utilizzo del car sharing.Leggi tutto

Come si innesta la funzione di audit in una realtà come quella dell'Inail?

Stefania Di Pietro interviene nell’ambito della tavola rotonda interessata a conoscere quale sia la funzione organizzativa più idonea per lo start up della funzione di audit in una realtà come quella dell’Inail. Domanda inoltre se non sia preferibile creare una struttura ex novo, e in questo caso quali siano le professionalità da prevedere e come queste integrino la funzione di controllo preventiva con quella ex post.Leggi tutto

Governare efficacemente ed efficientemente i cambiamenti in corso nella PA.Nuovi strumenti di governance per la riorganizzazione delle Amministrazioni Pubbliche a partire dalle risorse umane

Betto focalizza l’attenzione sul concetto di cambiamento e su quello che è il posizionamento che oggi i fornitori di business intelligence, si trovano ad affrontare in base alle richieste della clientela. E’ necessario oggi cercare di anticipare e prevenire in modo preventivo i cambiamenti, capendo e gestendo le informazioni, e cercare di proiettare i dati ottenuti nel futuro per prevenire e gestire gli impatti di questi cambiamenti.

Leggi tutto

La pubblica amministrazione deve mettere al centro i bisogni dell’utente

Gabriele Sannino racconta il passaggio al digitale nelle procedure di gestione del personale operato dall’azienda Essediesse per conto di una provincia italiana. Nella sua esperienza ha registrato una profonda disomogeneità delle procedure tra le province di una stessa regione e in un caso anche all’interno della stessa provincia. Per questo motivo ritiene bisogna chiedere alla pubblica amministrazione maggiore unitarietà in funzione dei bisogni dell’utente finale e non di una logica autoreferenziale.

L’attività del Dipartimento per l’informazione e l’editoria

Obiettivo istituzionale del Dipartimento per l’informazione e l’editoria, spiega Ricardo Franco Levi, è l’offerta della comunicazione istituzionale del governo, principalmente attraverso lo strumento delle gare pubbliche. Il Dipartimento ha sempre avuto, come obiettivi, la qualità e la trasparenza, ovvero ha sempre operato per garantire, sia all’interno del dipartimento, sia nei suoi rapporti con l’esterno - agenzie di comunicazione e media - una gestione trasparente della propria attività.

Leggi tutto

L’esperienza dell’Agenzia delle Dogane nell’utilizzo del CAF

L’agenzia delle Dogane opera in un contesto comunitario, afferma Mirella Levato, e la politica comunitaria postula sempre più l’esigenza di assicurare sinergia tra le amministrazioni in modo da garantire uniformità dei processi e una corretta gestione delle entrate.Leggi tutto

Il CAF e la ‘Direttiva per un’amministrazione pubblica di qualità’

Il CAF (Common Assessement Framework), spiega Pia Marconi, è uno strumento per la gestione della qualità nelle pubbliche amministrazioni e per l’autovalutazione propedeutica al miglioramento continuo della PA. La ‘Direttiva per un’amministrazione pubblica di qualità’ del Ministro Nicolais propone alle pubbliche amministrazioni una politica organica per la qualità e indica loro la strada da seguire, attraverso l’introduzione di obiettivi di qualità nei sistemi di pianificazione strategica, programmazione e controllo e la considerazione di questi anche nella valutazione dei dirigenti.Leggi tutto

Misurazione, valutazione delle performance e miglioramento della qualità dei servizi

Alberto Stancanelli introduce i temi dell’incontro elaborando una riflessione sul Memorandum, siglato il 6 aprile del 2007 dal Ministero per le Riforme e l’Innovazione nella Pubblica Amministrazione, dagli Enti locali e dai Sindacati. Lo spirito dell’intesa è quello di riprendere un percorso interrotto negli ultimi anni e di utilizzare la concertazione per riorganizzare i processi, compiere interventi strutturali e, soprattutto, migliorare la qualità dei servizi.

Leggi tutto