Cerca: condivisione della conoscenza

9 risultati

Risultati

#RispondiPA, vi presentiamo i nostri (e i vostri) contributors

Curiosi di conoscere le menti che compongono la community di RispondiPA? A partire da oggi, nel corso delle prossime settimane vi presenteremo chi sta contribuendo spontaneamente ad alimentare il sapere condiviso sul nostro nuovo portale, dedicato al processo di modernizzazione della Pubblica amministrazione. Li raggiungeremo uno ad uno e imparerete a conoscerli: dipendenti pubblici, consulenti, professionisti, esperti legali o semplici cittadini che hanno messo le proprie competenze e la propria esperienza a sevizio della comunità.

Leggi tutto

L'Agid e il censimento dei dataset delle pa

Entro il 18 settembre prossimo tutte le PA e le società a partecipazione pubblica dovranno comunicare all'Agid l'elenco dei dataset il loro possesso. Per agevolare le operazioni l'Agenzia ha messo on line una serie di strumenti che faciliteranno il censimento.

Leggi tutto

Sharing experiences around the world

Parliamo di “sharing city” con Manuel Fernandez Gonzalez, ricercatore freelance. Le città sono piattaforme per la condivisione, nelle quali possono emergere nuove opportunità e talenti. La condivisione porta conoscenza, business e una società diversa, basata su un nuovo senso di comunità. Gonzalez presenta diversi esempi, sociali ed economici, partendo dalla città di Seoul che sta mettendo in atto una strategia di sviluppo basata sulla sharing.

OSMit 2013, OpenStreetMap e Wikipedia si incontrano per rendere la città digitale

"Condividiamo la conoscenza del territorio" è lo slogan di OSMit 2013, la conferenza annuale della comunità di OpenStreetMap in Italia che quest'anno si tiene a Rovereto (TN) dal 4 al 6 ottobre prossimi. Per la prima volta in Italia, la comunità dei contributori a OpenStreetMap si incontrerà con quella dei contributori di Wikipedia: una splendida occasione per avvicinare due realtà del mondo dell'open culture. 

Leggi tutto

Conoscere per crescere: da Icity Lab alla piattaforma Bes 2013, i primi passi di K4D

Knowledge for Development: questo il significato di K4D, la nuova business unit di FORUM PA che nasce dalla convinzione che non possa esserci sviluppo senza conoscenza. Ma come favorire una conoscenza davvero fruttuosa per i territori, le imprese, le amministrazioni? Prima di tutto partendo dai dati: sono on line da pochi giorni due sistemi informativi, basati sulla piattaforma tecnologica ASSET (Analisi Statistica Socio-Economica Territoriale) promossa proprio da K4D, che permettono di scoprire rispettivamente quanto sono smart le città italiane e come si posizionano le regioni rispetto alle 12 dimensioni del benessere individuate da Istat e Cnel per andare oltre il Pil.

Leggi tutto

L’esperienza di i-Faber nel mercato PA e il progetto weBook

La ricerca “La sfida degli acquisti per un’amministrazione più efficiente ed efficace: il ruolo delle amministrazioni provinciali”, presentata a FORUM PA e condotta da Promo PA Fondazione e i-Faber, si inquadra nel più ampio progetto weBook, che è a sua volta un’evoluzione del Procurement Executive Circle (PEC). Sergio Perego illustra i due progetti, rivolti a tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di procurement sia nel pubblico che nel privato. Il PEC è un progetto italiano che nasce con l’obiettivo di fare cultura nel mondo del procurement.

Leggi tutto

Open Source: avere o fare?

Partendo dall’esperienza dell’amministrazione comunale per cui ha lavorato come consulente per la CIE, Bud Bruegger traccia uno snello decalogo delle attitudini da seguire e dei passi da compiere per l’adozione dell’OS. Si parte dal modo di “fare”, in cui risiede la vera chiave dell’innovazione open. Il punto centrale è interfacciarsi con le comunità esistenti.

Strategie di adozione dell'Open source nella PA

Roberto Galoppini introduce il contesto dell’open source in Italia e in Europa, soffermandosi sulle strategie più vantaggiose di adozione delle tecnologie aperte. In particolare analizza le opportunità e le criticità italiane dal punto di vista della stesura di norme e bandi come della configurazione del sistema imprenditoriale.

Condividere le conoscenze fa bene agli affari

L’UE invita a paesi membri a far tesoro dei risultati della ricerca e propone un approccio comune.
I ricercatori europei pubblicano quanto i loro colleghi americani, ma rispetto a loro sono molto in ritardo per quanto riguarda il numero di invenzioni, brevetti, contratti di licenza e spin-off.

Leggi tutto