Cerca: Sviluppo e Competitività, creatività

Risultati 21 - 30 di 36

Risultati

La minoranza vitale dei grandi numeri.

Alla stazione successiva...

by cagiflickr

“Avevamo pensato di dover cercare le minoranze vitali nei modi e nei luoghi in cui siamo abituati a pensarle: piccole organizzazioni strutturate, organizzate, elitarie, orgogliose. Non è così: paradossalmente oggi le minoranze le fanno i grandi numeri”. Con questo ossimoro Giuseppe De Rita ha chiuso la presentazione della ricerca Censis dedicata a “L’ascesa dei segmenti vitali”, cioè ai processi che alimentano l’emergere di nuove minoranze in grado di interpretare il desiderio di ascesa e di rivalsa che, nonostante i chiari segni di declino della nostra economia, ancora animano il tessuto sociale italiano.

Leggi tutto

Liberiamo le idee, la creatività e le responsabilità individuali.

Partenza inconsueta, ieri, per l’edizione 2008 di FORUM PA. Per la prima volta in diciannove anni il convegno inaugurale si è aperto con una passerella “di idee”, anziché “di politici”. Fatto salvo il saluto d’apertura di Renato Brunetta, neo ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione – per il suo “piano d’azione” mai più una PA autoreferenziale, ma che abbia famiglie, imprese e cittadini più deboli come stella polare – il dibattito è volato alto sui temi dell’ingegno e della creatività, dati per scontati in Italia eppure stranamente insufficienti ad indirizzare il Paese verso la competitività.

Leggi tutto

Rapporto Creatività: il modello italiano di creatività

Il sistema delle industrie culturali e delle attività di tipo creativo in Italia è, in realtà, un macrosettore non censito dall’ISTAT che vale circa il 10% del PIL. Il Rapporto studia questo macrosettore ed intende ricercare il modello italiano di creatività in riferimento alle componenti tecnologiche che la sostengono, ma anche alla qualità sociale cui essa spesso si accompagna.

Leggi tutto

La creatività e la cultura del progetto dal design alla Pubblica Amministrazione

Per Andrea Granelli la sfida da affrontare nel nostro Paese è quella di trasformare la creatività in azioni concrete. La prima di queste iniziative, suggerita nel Rapporto, è volta a rilanciare la cultura della creatività e del progetto presenti nel design in altri settori e, soprattutto, nella Pubblica Amministrazione. E’ necessario quindi portare la cultura del digitale e del virtuale dentro i prodotti fisici e tradurre la creatività in buona progettazione e in managerialità.

Leggi tutto

La generazione di senso nel vivere contemporaneo

Luca de Biase affronta la questione della creatività e della cultura contemporanee partendo dall’esigenza della narrazione, ovvero dalla necessità dello sviluppo di una capacità di interpretare e raccontare quali sono “le tracce che il futuro ci ha già lasciato nel presente” per dedurne una progettualità personale ma anche collettiva.

Innovazione e ingegno creativo

Un'indagine promossa da FORUM PA, curata da IPSOS e presentata al convegno inaugurale di FORUM PA 2008 offre uno spaccato interessante sulla percezione che  i giovani - l'universo di riferimento è la popolazione italiana di età compresa tra i 16 e i 35 anni - hanno dei concetti di innovazione e creatività.

Leggi tutto

Innovazione territoriale mediante nuovi format di comunicazione

La rete è il nuovo spazio pubblico e in quanto tale abbiamo bisogno di creare, sperimentare e inventare nuovi format di comunicazione al suo interno. La creatività sociale non riguarda più la condizione espressiva, bensì una sperimentazione che non sia più solo artistica, di nicchia, ma che riguardi realmente la condizione diffusa della nostra evoluzione.

Leggi tutto

La promozione dell’identità innovatrice italiana

Umberto Vattani declina il tema dell’innovazione rispetto alle specificità della promozione del Made in Italy sui mercati globalizzati. Innovare significa allargare orizzontalmente i settori di esportazione senza fossilizzarsi sulle tradizionali eccellenze ma anche - per il Presidente dell’ICE - approfondire in verticale il panorama dei processi, che sono capaci di dare all’imprenditoria italiana un’identità di grande qualità riconoscibile all’estero. Ingegno e creatività dunque, ma in un’ottica di sistema.

La fantasia al potere, ma per far che?

Quando abbiamo deciso di dedicare alla forza e alla debolezza del mito dell’ingegno e della creatività italiana il convegno di apertura di FORUM PA ’08 avevamo già il sospetto che ci fosse qualche problema nel portare a frutto un elemento che caratterizza l’italianità così come la pizza e il sole. Tra ieri e oggi, sui due quotidiani principali, escono due ricerche che confermano l’aspetto problematico di uno stereotipo che rischia di farci più male che bene. La prima ricerca (Corriere della Sera di lunedì 28 aprile), realizzata da IPSOS per conto di FORUM PA, si interroga sul rapporto dei giovani rispetto alla creatività. L’indagine è approfondita ed interessante e offre moltissimi spunti di riflessione. La presenterà Nando Pagnoncelli nella mattina inaugurale di FORUM PA e costituirà la base di partenza per le relazioni dei nostri quattro pensatori: il Premio Nobel per l'economia Edward Prescott, il fondatore del Pensiero Laterale Edward De Bono, sostenitore di un "nuovo modo di pensare", il guru del management Isaac Getz, considerato uno tra i primi esperti di executive education del mondo ed il Segretario Generale del CENSIS Giuseppe De Rita.

Leggi tutto

A Milano premiati i giovani scienziati

Un bioreattore innovativo per il settore vinicolo, il prototipo di un casco tecnologico di sicurezza; delle cuffie automatiche antirumore con un nuovo sistema di apertura audio; sono questi solo alcuni dei progetti e delle invenzioni premiate nel corso della 20° edizione della selezione nazionale del concorso europeo "I giovani e le scienze" avvenuta martedì 22 aprile a Milano.

Leggi tutto