Cerca: Sviluppo e Competitività, e-procurement

3 risultati

Risultati

Nuove regole per il mercato elettronico Consip, apertura a startup e micro imprese

Sarà più facile per le aziende vendere beni e servizi alla PA, attraverso il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA), la piattaforma telematica che Consip gestisce per il MEF, mettendo a disposizione delle amministrazioni per gli acquisti di importo inferiore alla soglia comunitaria (134mila euro per le PA centrali e 207mila euro per tutte le altre). Partono, infatti, ufficialmente le nuove regole che disciplinano l’accesso e l’operatività sul MEPA.

Leggi tutto

Fatture elettroniche e procurement pubblico: la ricetta danese a Bruxelles

La Banca d’Italia ha recentemente approvato le nuove Linee Guida per l'effettuazione dei pagamenti  a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi, tema prioritario per l’agenda nazionale come per quella comunitaria. Il public procurement è anche uno dei temi emersi nell’ambito dell'iniziativa di engagement digitale che, promossa dalla Commissione nel contesto dell'Agenda Digitale, farà tappa il prossimo 6 febbraio a Bruxelles, con il workshop “Public Services for Businesses: recipes for supporting growth”. Tra le soluzioni selezionate per l’occasione c’è la danese NemHandel (in inglese Easy Trade), infrastruttura open source per lo scambio di fatture elettroniche tra imprese e amministrazioni e tra imprese stesse, da cui ha preso il via l'iniziativa paneuropea PEPPOL . Per saperne di più…

Leggi tutto

Cause normative strutturali del ritardo dei pagamenti della PA. Esigenze di un complessivo salto culturale

Aleardo Benuzzi individua le cause del ritardo nei pagamenti della PA in alcuni specifici fattori di carattere strutturale ed organizzativo, in alcuni processi normativi e in alcuni approcci culturali. A questi fattori Benuzzi aggiunge una causa di carattere politico generale individuabile nell’eccessiva dipendenza degli Enti Locali dai trasferimenti statali o regionali. Nel suo intervento l’Assessore della Provincia di Bologna approfondisce l’analisi di questi fattori e propone una serie di soluzioni integrate.