Cerca: Sviluppo e Competitività, servizi pubblici locali

8 risultati

Risultati

Il decreto sui servizi pubblici locali non tocca l'informatica in house

Il decreto “salva infrazioni” del 25 settembre scorso modifica la normativa in tema di gestione dei servizi pubblici e di società a capitale misto. D’ora in poi si potrà fare ricorso all’in-house solo in casi straordinari. Che ne sarà dell’informatica pubblica? Lo abbiamo chiesto a Renzo Rovaris Direttore Generale di Csi Piemonte e Presidente di Assinter.

Leggi tutto

Servizi pubblici di qualità: una risorsa competitiva per il sistema paese

L’inefficienza e l’arretratezza dei servizi pubblici comportano gravi oneri per i cittadini e gli utenti, oneri che agiscono sia direttamente che indirettamente come elemento di indebolimento dell’economia. Oneri che un paese che vuole essere competitivo non può permettersi. Il problema principale di tutte le imprese di pubblici servizi risiede nella loro capacità di rinnovamento e cambiamento in direzione della qualità.

Leggi tutto

Cosa sta succedendo nei Comuni

Paolo Testa, coordinatore management ed innovazione Cittalia – Anci ricerche, presenta i primi risultati di un'indagine sullo stato di attuazione delle politiche di semplificazione amministrativa nei Comuni con popolazione superiore ai 10mila abitanti.Leggi tutto

Cooperare per semplificare. Per un comune percorso dei livelli di governo verso l’attuazione della direttiva

A che punto è in Italia il processo di semplificazione nei rapporti tra imprese e pubblica amministrazione? E qual è la situazione nei Comuni, enti in prima linea nei rapporti con le imprese?Leggi tutto

Considerazioni sulla liberalizzazione del mercato energetico domestico e l’esperienza dell’ASM di Brescia

Fausto Cancelli, portando l’esperienza dell’azienda di servizi ASM di Brescia, parla degli aspetti legati alla liberalizzazione del mercato domestico, in vigore dal 1° luglio 2007. Dà, quindi, atto all’Autorità dell’energia di aver svolto egregiamente il proprio compito, stabilendo delle regole che consentissero agli operatori, venditori e grossisti, di accedere alle reti in maniera libera con indicazioni chiare e trasparenti, in modo da poter trasferire ai clienti i vantaggi dell’apertura del mercato.Leggi tutto

Competitività e sostenibilità dei servizi pubblici locali: le azioni del FORMEZ

Tina Quarto illustra le attività egli obiettivi che il Formez intende raggiungere nel ruolo di supporto alle pubbliche amministrazioni del Mezzogiorno attraverso la regolazione del sistema dei servizi pubblici, in un’ottica di garanzia della qualità dei servizi erogati, di tutela dei cittadini utenti e di promozione dello sviluppo sostenibile del territorio. Leggi tutto

Il disegno di Legge Lanzillotta e le contraddizioni della liberalizzazione

Bruno Panieri ritiene necessario non intendere le liberalizzazioni un fatto ideologico ma considerarle un beneficio per l’intero sistema che va sviluppato e incoraggiato. Sottolinea le contraddizioni che il processo liberalizzatore porta con sé. Commenta il disegno di legge Lanzillotta e le neutralizzazione da parte del governo di alcune importanti disposizioni. Sostiene il ruolo cruciale delle autorità di indipendenza e regolazione per la generazione di elementi culturali nuovi.

L’instabilità normativa delle politiche di liberalizzazione

Angelo Rughetti descrive la relazione tra la situazione politica della fine degli anni novanta e le liberalizzazioni oggi in corso. Sottolinea l’instabilità normativa intorno a questi temi e le relative conseguenze. Esprime delle riserve sul disegno di legge Lanzillotta e ne evidenzia alcuni aspetti su cui si trova in disaccordo. Sottolinea la necessità di operare una riduzione dei livelli istituzionali per arrivare ad un’integrazione interistituzionale per una regolazione in grado di raggiungere migliori standard di efficienza.