Cerca: digitale terrestre

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

De profundis per un progetto di riforma: finisce l’esperienza dei direttori generali degli Enti locali?

Il testo del codice delle autonomie che è stato approvato ieri in Consiglio dei Ministri prevede, di fatto, la soppressione della figura del Direttore generale degli Enti Locali (figura introdotta dalle Riforme Bassanini nella seconda metà degli anni Novanta) tranne che per le nove città metropolitane[1]. A mio parere si tratta di una controriforma gravemente sbagliata nel merito e nel metodo. Nel merito perché elimina una figura di cerniera tra politica ed amministrazione che è stata un importante strumento di innovazione; nel metodo perché ancora una volta il Governo mortifica così l’autonomia degli Enti locali entrando pesantemente a definirne i modelli organizzativi.

Leggi tutto

Insediato il Comitato Italia Digitale

Si è insediato a Roma il Comitato Nazionale Italia Digitale (CNID), l’organismo presieduto dal Sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani che è affiancato dai vicepresidenti Stefano Mannoni, Commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e Andrea Ambrogetti, Presidente di DGTVi.

Leggi tutto

A fine ottobre la Sardegna in digitale

Nel prossimo mese di ottobre in Sardegna si realizzerà la fase finale del processo di transizione alla tecnologia digitale iniziata lo scorso anno (a marzo nella parte meridionale dell’isola e a novembre nella restante parte della regione) con il passaggio al digitale di Rai Due, Retequattro e QOOB.
 
Questo passaggio parziale al digitale ha consentito di abituare gradualmente la popolazione alla nuova tecnologia e all’utilizzo del decoder, la cui penetrazione nell’isola ha raggiunto percentuali molto alte, superiori al 90%.
Leggi tutto

Entro il 2010 il 70% degli italiani vedranno la tv con il nuovo segnale digitale

Il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola ha firmato il decreto ministeriale che fissa il nuovo calendario per lo switc off (lo spegnimento) della TV analogica tradizionale ed il conseguente passagio al Digitale Terrestre.

Di fatto, il decreto prevede una transizione al digitale progressiva delle varie regioni italiane divise in 16 aree a partire dal secondo semestre del 2009 fino al secondo semestre del 2012.

Leggi tutto

Il modello di Formazione

Il primo breve intervento di Walter Gatti è incentrato sull’utilità della formazione e dell’e-learning nella TV Digitale e sul senso del T-Learning nei processi formativi universitari. Walter Gatti, nel secondo intervento, presenta la K Communication e la sua attività e i progetti realizzati di T- Learning con particolare attenzione agli aspetti formativi sulla piattaforma del Digitale Terrestre e all’elemento di interattività che trasforma l’utente da passivo ad attivo.

La comunicazione multimediale della Regione Abruzzo: web tv e servizi su tv digitale terrestre

Katia Scolta racconta i progetti presenti e futuri della Regione Abruzzo relativamente all’utilizzo del Digitale Terrestre e della Web TV. In particolare nel primo caso grande rilievo viene dato alla collaborazione tra la Regione e l’Università Telematica “Leonardo da Vinci” per la veicolazione di contenuti su supporti differenti rispetto al web. La Scolta presenta l’attività dell’ufficio stampa e alcuni progetti (web tv, rete PA ecc…).

I progetti finanziati dalla fondazione: le eccellenze, prospettive di sviluppo, possibilità di trasferimento

Sebastiano Trigila presenta l’esperienza della Fondazione Ugo Bordoni relativamente ai vari progetti di TV Digitale analizzando prevalentemente le caratteristiche dei progetti cofinanziati, dei servizi in onda e del monitoraggio dei progetti in sperimentazione con gli utenti presi a campione.Leggi tutto

Un centro servizi per il digitale a Torrevecchia Teatina

Maurizio Preziuso presenta Udanet e l’attività di gestione dell’infrastruttura telematica nell’ambito dell’e-learning svolta all’interno dell’Università Telematica “Leonardo Da Vinci” dal un punto di vista tecnico e funzionale.

Stato dell'arte e prospettive del Digitale Terrestre. Presentazione del convegno

Andrea Michelozzi introduce il convegno “Tv Digitale: transizione, sviluppo, formazione ed esperienze” e presenta lo scenario e gli argomenti che saranno trattati nell’incontro. Michelozzi, in un dibattito aperto a seguito di domande da parte del pubblico e di alcuni relatori, interviene su argomenti relativi alle potenzialità del digitale terrestre, alla formazione universitaria (T-learning) e sul ruolo del CNIPA.

Esperienze regionali e Territori Protagonisti

Filippo Rebecchini affronta la questione delle emittenti televisive locali e le ragioni per le quali in Italia, rispetto ad altri paesi europei, non si registra un numero elevato. I motivi risiedono principalmente nella mancanza di fondi da utilizzare per far fronte alla crescente domanda di innovazione, nuovi progetti e nuove applicazioni. Nella seconda parte, in un dibattito con Michelozzi, Rebecchini parla della RAI e di ciò che è auspicabile che venga fatto nel digitale da parte del settore pubblico.