Cerca: giustizia digitale

Risultati 21 - 30 di 54

Risultati

Organizzare e formare per innovare: l’esempio della Procura di Torino

 La Procura di Torino è stata scelta – in virtù della sua costante attenzione all’innovazione – per sperimentare sia procedure di utilizzo delle notifiche telematiche che di digitalizzazione del fascicolo processuale. Giancarlo Caselli si sofferma su gli aspetti normativi e organizzativi che rendono possibile la gestione informatica dei processi, sottolinea l’importanza della formazione del personale ed evidenzia come la scelta degli strumenti sia molto delicata e di decisiva importanza.

Le soluzioni della Corte di Appello di Roma per l’informatizzazione delle procedure giudiziarie

 La Corte di Appello di Roma – afferma il Presidente Santacroce – aderisce con convinzione al Piano straordinario per la digitalizzazione della giustizia, anche in virtù del fatto che esso non è stato imposto con un’introduzione calata dall’alto di procedure telematiche valide per tutti gli uffici, ma si è dimostrato sensibile alla specificità dei diversi contesti.

Leggi tutto

Le notifiche digitali

 Maria Grazia Gaspari presenta il sistema elaborato dal Ministero della Giustizia per la realizzazione delle notifiche e comunicazioni telematiche penali, che costituiscono la prima linea di intervento del Piano straordinario. Si tratta di un sistema semplice, ragione per cui la sua diffusione su tutti gli uffici giudiziari italiani è compatibile con i tempi del Piano, e rappresenta un primo passo importante per la realizzazione del fascicolo elettronico penale.

Leggi tutto

La comunicazione telematica dei biglietti di cancelleria: un processo condiviso

 Il Distretto del Veneto – utilizzando le possibilità aperte dal Protocollo d’Intesa Brunetta/Alfano sottoscritto a luglio del 2009 – è stato il primo realizzare interamente il processo di comunicazione telematica dei biglietti di cancelleria.

Leggi tutto

Come sta la giustizia digitale? Presentati numeri 2010 e obiettivi futuri

La presentazione degli obiettivi per il 2011 del Piano Giustizia Digitale, in conferenza stampa congiunta dei Ministri della Pubblica Amministrazione e innovazione, Renato Brunetta e della Giustizia, Angelino Alfano, è stata l’occasione per fare il punto sullo stato dell’arte dell'informatizzazione della giustizia italiana partita, non senza difficoltà, con il Protocollo d'intesa del novembre 2008.

Leggi tutto

Modena, si sperimenta il "tribunale informatico"

È stata presentata ufficialmente venerdì scorso, 9 luglio, una convenzione per l’avvio della sperimentazione, presso il tribunale di Modena, della gestione digitale dei fascicoli dei procedimenti penali. L’accordo è stato sottoscritto da Procura della Repubblica, Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, Fondazione di Vignola, Camera di Commercio, Tribunale e Comune di Modena. Tra i finanziatori dell’iniziativa, anche il Ministero della Giustizia.

Leggi tutto

La Cassazione entra nell'era digitale: ricorsi on line per gli avvocati

Consultazione on line e senza oneri dello stato dei ricorsi in Cassazione, sia civili che penali, per gli avvocati.

Leggi tutto

A FORUM PA, il Tribunale di Milano esempio di giustizia innovativa

Dal 2007 il Tribunale di Milano ha avviato il Processo Civile Telematico: ad oggi sono stati prodotti 102mila documenti e decisioni in formato digitale e telematico e, nel solo primo anno di avvio delle notifiche telematiche, sono stati gestiti informaticamente più di 400mila avvisi e comunicazioni verso gli avvocati. Il Tribunale di Milano porta a FORUM PA questo esempio di innovazione amministrativa, realizzato in forte sinergia con il Ministero della Giustizia e con l’Ordine degli Avvocati di Milano.

Leggi tutto

Politiche e strumenti per la Giustizia digitale: il Tribunale di Roma

Nell’ambito del protocollo Alfano-Brunetta, che ha visto costituirsi nell’aprile 2009 due gruppi di lavoro, uno per il penale e uno per il civile, per l’avvio di una sperimentazione informatica, il Tribunale di Roma è intervenuto su due segmenti specifici dell’attività giudiziaria: navigabilità del DVD – consegnato dall’Ufficio Copie GIP ai Difensori -  contenente gli atti del procedimento, e utilizzo della PEC per la comunicazione fra il Tribunale di Riesame e i Difensori.

Leggi tutto

Quadro normativo, iniezione di tecnologia e struttura organizzativa: tre momenti fondamentali per l’innovazione del sistema giudiziario.

Il sistema giudiziario italiano sta conoscendo un momento di profondo cambiamento grazie alla introduzione di tecnologie che digitalizzano i processi favorendo un’azione operativa più snella e reattiva: l’introduzione della PEC, la digitalizzazione dei documenti processuali e l’avvio de,i pagamenti in via telematica sono innovazioni che hanno l'obiettivo di rivoluzionare la macchina giudiziaria e contribuire al benessere dell’intero sistema paese.

Leggi tutto