Cerca: Governance, programma di governo

4 risultati

Risultati

Importanza e complessità della riforma della Carta delle Autonomie

Per Orazio Ciliberti il tema del convegno è estremamente attuale, non solo perché è all’esame del parlamento la legge delega da cui la Carta delle Autonomie dovrà trarre origine, ma soprattutto perché la riforma avviene in momento del Paese nel quale il sistema della politica vive una crisi profonda. E’ auspicabile che tale riforma, proprio perché ormai gran parte delle risposte alle esigenze dei cittadini sono concentrate nelle funzioni dei territori, sia ampiamente condivisa dagli amministratori locali.Leggi tutto

Elementi imprescindibili nella riforma della Carta delle Autonomie

Per Beniamino Caravita la riforma delle Carta delle Autonomie comporta tre esigenze. Innanzitutto bisogna essere rapidi nel riscrivere il testo dei rapporti tra Stato, Regioni ed Autonomie: non si può rischiare di perdere l’occasione anche in questa legislatura poichè il rischio è lo sfilacciamento dei sistemi istituzionali. In secondo luogo, non è necessario riscrivere un Testo Unico: basta operare interventi puntuali in attuazione dell’art. 117 lettera p e degli articoli 118 e 119 della Costituzione.Leggi tutto

La Carta delle Autonomie, asse prioritario del Dipartimento per gli Affari Regionali

Ferruccio Sepe sottolinea come la Carta delle Autonomie sia uno degli assi portanti dell’azione del Dipartimento per gli Affari Regionali nell’arco di questa legislatura. La Carta delle Autonomie, la riforma dei servizi pubblici locali ed il disegno di legge sulla riforma delle Conferenze completano il percorso che il Ministro sta portando avanti, in un quadro di condivisione e di cooperazione tra i diversi livelli di governo. Lo scopo è quello di costruire un sistema Paese più snello che, pur nelle sue differenze ed articolazioni, possa offrire servizi più efficienti ai cittadini.

La definizione delle funzioni e dei poteri nella Carta delle Autonomie

Fabio Melilli giudica positivamente il lavoro già fatto sulla Carta delle Autonomie, soprattutto per quanto riguarda il confronto tra Regioni, Autonomie Locali e Governo. Lo scopo principale del testo è quello di attribuire e definire funzioni e poteri degli Enti. Una perplessità riguarda la costruzione delle norme sul federalismo fiscale: in questo ambito il disegno di legge presentato dal Governo non ha la stessa chiarezza.Leggi tutto