Cerca: Governance, cittadinanza attiva

10 risultati

Risultati

  • Cod. co.34
  • 27/05/2015
  • 09:30 - 12:30

Fare la #RivoluzionePA con la partecipazione: come e perché

seminario FoGG- Future of Government Group
  • In collaborazione con: Logo Poste Italiane
  • Cod. ps.29
  • 30/05/2013
  • 13:00 - 13:45

La forza riformatrice della cittadinanza attiva - POSTER SESSION

Presentazione del libro di Giuseppe Cotturri - Cittadinanzattiva

Non avete mai sentito parlare del settore "Civic-Tech"? Male, è il futuro del government pubblico!

Cosa succede se tecnologia e vita civica si intersecano? Un settore chiamato “civic-tech” prende vita. Si tratta di aziende for-profit e non-profit, imprenditori singoli e progetti comunitari che utilizzano la tecnologia per migliorare la vita civica. Se finora non conoscevamo l’ ampiezza e la potenzialità del settore, ora, Knight Foundation, una fondazione americana che supporta progetti di innovazione, ha condotto un’analisi che ci racconta che il settore è in crescita e che ci spiega quali sono le aree di questo settore in cui conviene investire.

Leggi tutto

Hic sunt leones? Cittadini attivi e amministratori pubblici a FORUM PA 2013 (Atti on line)

Niente è perfetto e non lo è stata la Giornata della Cittadinanza Attiva a FORUM PA 2013, in cui abbiamo messo al centro dei lavori la (mai semplice) relazione della PA con i suoi cittadini, a partire dalle esperienze di questi ultimi e seguendo il loro punto di vista. Lo spirito, però, era decisamente quello giusto, il gruppo di lavoro eccellente e l’inizio – perché di un inizio si tratta - promettente. Ora lavoriamo sui prossimi passi, aprendo e riaprendo i ragionamenti e gli approcci e disegnando iniziative di sperimentazione. Intanto qui gli Atti e il video integrale della Giornata.

Leggi tutto

Alleanza per un 2013 che attivi (anche) la cittadinanza attiva europea

Il 2013 è l'Anno europeo dei cittadini. Sui contenuti dell'Anno europeo, tra la Commissione europea, le istituzioni dell'Unione e la società civile si è aperto da subito un  vivace confronto. Proprio il dissenso rispetto alle posizioni iniziali della Commissione, ha fatto si che la società civile trovasse una forte spinta per costruire una propria piattaforma di mobilitazione determinata a sfruttare l’Anno europeo dei cittadini quale opportunità per andare oltre la dimensione della semplice informazione sui diritti. L’obiettivo è andare verso una piena partecipazione dei cittadini alle scelte europee che li riguardano. Nasce così l'Alleanza europea per l’Anno europeo dei cittadini 2013. E L’Alleanza italiana ha deciso di collegarsi espressamente all’art 118 della nostra Costituzione, che esprime il principio di sussidiarietà sia verticale che orizzontale, chiamando direttamente in causa gli enti locali...

Leggi tutto

Anno 2013: è tempo di Parlamento per l'Italia dei beni comuni?

“Dei beni comuni non se ne occupa nessuno se non i cittadini. E nel farlo si dimostrano culturalmente e politicamente più avanti della classe dirigente, avendo capito che dalla cura dei beni comuni dipende la qualità delle loro vite". Ma la tesi di Gregorio Arena, professore di Diritto amministrativo all'Università di Trento e presidente Labsus, è che questo non basta. "In una società complessa come quella italiana - spiega - non si può pensare che la cura dei beni comuni sia portata avanti solo a livello micro, nei quartieri della città da migliaia di persone di buona volontà: ci vuole una organizzazione” Si, ma che tipo di organizzazione? Partiamo da un nuovo progetto di Labsus – Laboratorio per la Sussidiarietà per aprire la riflessione sul tema.

Leggi tutto

Intervento di apertura dei lavori "Innovazione sociale made in Italy. Come e perché"

Ad introdurre e condurre i lavori dell'appuntamento pomeridiano ""Innovazione sociale made in Italy. Come e perché", Gregorio Arena, tra i massimi esperti in Italia in materia di sussidiarietà orizzontale e amministrazione partecipata.

  • Cod. K.18
  • 18/05/2012
  • 17:00 - 17:45

Come costruire l'open government dal basso: l'esperienza di My Society

Key Note di Tom Steinberg (è prevista la traduzione simultanea)
  • Cod. G.04b
  • 17/05/2012
  • 14:30 - 18:00

Giornata dell’Innovazione Sociale - Innovazione sociale made in Italy. Come e perché

In collaborazione con: Artea Studio, Aequinet Hub, Fondazione Mondo Digitale, I- SIN - Rete Innovatori Sociali Italiani, Parco Scientifico Università di Roma – Tor Vergata

La giustizia è un servizio. Un percorso di valutazione civica in nove Tribunali d’Italia

“Il 15 settembre 2011, per la prima volta, i cittadini italiani sono entrati in tribunale per valutare la qualità del servizio e per condividere possibili azioni e interventi di miglioramento direttamente con il Presidente, il dirigente amministrativo, i magistrati e gli operatori quotidianamente coinvolti nella gestione delle attività”. Il percorso di valutazione civica del servizio giustizia, progetto coordinato da Cittadinanzattiva, mette  in chiaro che la giustizia è un servizio, alla cui qualità i cittadini possono concorrere in qualità di co-valutatori e co-designer. Ma alla base del progetto non ci sono solo questioni di service management. “Il percorso – ci spiega Mimma Modica Alberti, Coordinatrice Nazionale Giustizia per i Diritti (GD) Cittadinanzattiva - nasce dalla convinzione che è necessario superare il perimetro tradizionale dello stato sociale, includendo nella sfera dell’approccio universalistico la giustizia e ridefinendo lo status dei cittadini come attori del welfare al fine di garantirne qualità e sostenibilità”

Leggi tutto