Cerca: Governance, efficienza

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

  • Cod. lab.43
  • 20/05/2010
  • 10:00 - 11:30
  • Padiglione 8
  • Stand 17a

Le nuove Linee Guida della Cooperazione Decentrata

MINI CONVEGNO
  • Cod. EC.02
  • 18/05/2010
  • 10:00 - 13:00

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini

Efficacia ed efficienza dei servizi pubblici locali: un contesto che diviene polo di attrazione

La correlazione tra la qualità dello sviluppo economico-sociale di un territorio e la qualità e quantità dei servizi pubblici erogati è la base che dovrebbe guidare le azioni volte a ottenere efficacia ed efficienza nell’erogazione di servizi pubblici locali.

Leggi tutto

Poche regole, ma durature, per la regolamentazione dei servizi pubblici

Il Sindaco Galvagno lancia la richiesta al legislatore nazionale di fornire un pacchetto di misure certe sulle quali orientarsi per l’amministrazione dei servizi pubblici locali. Altrimenti, dice Galvagno, i Sindaci rischiano di trovarsi schiacciati dalle pressioni dei diversi gruppi di interesse con la conseguenza di non riuscire a svolgere la loro funzione di indirizzo e controllo con la necessaria serenità.

La PA e le imprese: più efficienza per superare la crisi

L’efficienza e l’efficacia dei servizi pubblici locali  rappresenta un fattore centrale di competitività e di sviluppo del territorio. Tuttavia questo tema presenta ancora delle criticità: l’accessibilità al servizio non è ancora garantita in modo omogeneo nel momento in cui il servizio trova una declinazione territoriale, incontrando forti discrepanze tra i grandi centri e i medio piccoli e tra il centro-nord e il sud del Paese.

Leggi tutto

L'esperienza della regolazione nei servizi energetici

La regolamentazione nei servizi energetici , che è stata istituita in Italia a partire dal 1995 per avviare il processo di privatizzazione dell’energia elettrica e gas,  è fondamentale per garantire stabilità al sistema.

Leggi tutto

Per una PA meritevole di servire tutti i fruitori rispettando le differenze

Il Prof. Cherubini sottolinea come la progressiva perdita di posizioni dell’Italia nelle classifiche della competitività internazionale sia anche causata della sua debolezza nel settore dei servizi pubblici. Dal recente concetto di prosumer (che significa essere sia produttore che consumatore) discendono i due punti fondamentali che, nell’opinione di Cherubini, i servizi pubblici devono maggiormente sviluppare: la cultura dell’ascolto e la cultura del confronto.

La prevenzione degli infortuni: una chiave per innescare un sistema virtuoso.

La svolta del rapporto INAIL-utenza si ha a partire dai primi anni del duemila, quando si fa emergere l’importanza di una relazione tra INAIL-cittadino-aziende che non sia solo relativa all’infortunio e alla sua ristorazione, ma anche e soprattutto alla prevenzione. L’infortunio rappresenta infatti, per l’intero sistema, un costo, non tanto quantificato dagli infortuni coperti dai premi assicurativi delle aziende, ma da quell’insieme di infortuni che non sono denunciati, che appartengono al lavoro nero o relativi alle malattie professionali.

Leggi tutto

Introduzione al convegno “I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini”

Alberto Padula introduce e coordina il convegno “I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini”. I servizi pubblici non hanno solo un impatto sulla vita del cittadino ma anche sul benessere dell’azienda e sulla sua competitività. E’ importante dunque lavorare in funzione del raggiungimento di un servizio pubblico che sia efficace ed efficiente, che sappia ascoltare, nella definizione del servizio, le esigenze dei fruitori  per rispondere alle necessità del contesto.

Leggi tutto

I servizi pubblici come fattore di produttività per le imprese e di qualità della vita per i cittadini

Cittadinanzattiva, movimento di tutela dei diritti dei cittadini e dei consumatori, che opera dal 1978 ed è iscritta al Consiglio Nazionale dei Consumatori Utenti dal 2000, riporta il punto di vista dei cittadini sui servizi pubblici locali. Vengono presentati i dati riguardanti le segnalazioni dei cittadini rispetto ai servizi pubblici locali quali servizi idrico, raccolta rifiuti, manutenzione stradale e trasporto pubblico locale, relativi all’anno 2009, al fine di fare emergere l’importanza della partecipazione del cittadino nella definizione del servizio da erogare.