Cerca: Governance, Regione Piemonte

4 risultati

Risultati

A ciascuno il suo Open data. Quello italiano viaggia in bottom up

A ciascuno il suo Open data, verrebbe da dire. Infatti, se da un lato assistiamo ad una spinta diffusa per la messa on line di dati pubblici in formato aperto, dall’altro rileviamo che di contesto in contesto mutano gli output e i modelli adottati. Nel momento in cui l’Italia sembra allinearsi “ufficialmente” all’ondata open data già dilagante in Europa, ci siamo chiesti se c’è e quale è il modello italiano. Ne parliamo qui con Anna Cavallo, CSI Piemonte. Non solo perché Regione Piemonte è stata la prima amministrazione a mettere on line dati in formato aperto, ma anche e soprattutto perché dati.piemonte.it si è rivelato, ad oggi, il centro nevralgico di un importante percorso di avanzamento dell’open data sui territori italiani (ed è proprio il caso di usare il plurale). 

Leggi tutto

Stato di avanzamento dell’analisi preliminare sui costi standard piemontesi con il sistema bottom-up

 

Leggi tutto

Un sistema chiamato Piemonte

Nonostante sia caratterizzato da un'elevatissima frammentazione (950 comuni su 1206, non raggiungono i 3000 abitanti e 1.077 non superano i 5.000), da disomogeneità territoriale, da difformità dei livelli di sviluppo economico e di innovazione, da ampia varietà delle attività economiche, il Piemonte è tra le Regioni italiane che più si sono concentrate sul potenziale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione per puntare allo sviluppo integrato del territorio.

Leggi tutto

Fare sistema? Una linea di condotta

Ne parliamo con: Andrea Bairati - Assessore all'Università, Ricerca, Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Piemonte

In Piemonte la parola "sistema" è stata scelta per caratterizzare il portale dei servizi al cittadino e alle imprese, ed ovviamente non è un caso. Cosa c'è dietro questa parola?

Leggi tutto