Cerca: Efficienza, identità digitale

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

  • Cod. co.16
  • 28/05/2015
  • 11:30 - 13:30

Sistema Pubblico d’Identità Digitale (SPID)

in collaborazione con AgID
  • Sponsorizzato da:
  • Cod. ws.27
  • 26/05/2015
  • 14:00 - 15:00

SPID: identità certa nei processi online

Le novità introdotte dal Decreto Legge n. 78/2015: modifica del CAD e Carta d'Identità Elettronica

Da pochi giorni è entrato in vigore il decreto che dispone nuove regole in materia di Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente e Carta di identità elettronica, i cui maggiori interessati sono gli enti territoriali. A seguire il contributo dello Studio legale Lisi ne offre una chiave interpretativa.

Leggi tutto

La PA nel 2015 avrà l'agenda (digitale) piena!

Nei prossimi mesi dell'anno molti dei progetti avviati in materia di digitalizzazione dei servizi e dematerializzazione dovranno mettere un punto alla loro implementazione, almeno nelle loro prima fase. E' infatti un 2015 pieno di scadenze quello che si trovano davanti le nostre pubbliche amministrazioni. A segnare sul calendario gli appuntamenti della agenda digitale, ci aiuta il contributo a firma dello Studio Legale Lisi.

Leggi tutto

Anagrafe nazionale e identità digitale: l'AgID avvia la regolamentazione

Inizia il conto alla rovescia per la realizzazione del SPID - Sistema Pubblico di identità Digitale che dovrà, almeno sulla carta, essere completato entro aprile 2015. Tanti i benefici attesi, a cominciare dalla circolarità delle informazioni, in tempo reale, tra le amministrazioni pubbliche. Basta file agli sportelli per ottenere un certificato. Che sia finito il tempo delle ridondanze informative, delle informazioni duplicate, non aggiornate o incomplete?

Leggi tutto

Identità Digitale, il report di indirizzo nato dal laboratorio FORUM PA/Telecom

Organizzato da FORUM PA  e Telecom Italia Trust Technologies il 27 maggio, in occasione della 25ª edizione di FORUM PA, il laboratorio "Identità digitale, opportunità e criticità" ha dato vita a un proficuo confronto tra i principali stakeholders del settore. Da questo interessante lavoro nasce un report di indirizzo che contiene alcune raccomandazioni, con l'intento di contribuire alla strategia del governo in materia di Identità Digitale. A seguire è possibile scaricare il documento completo per la sua consultazione.

Leggi tutto

I Consulenti del lavoro per la dematerializzazione

Pietro Panzetta, intervenendo al convegno “Professionisti e dematerializzazione degli adempimenti” presenta la prospettiva dei Consulenti del lavoro. “Da qualche anno -  spiega  - l’Ordine dei Consulenti del lavoro sta facendo investimenti importanti per la dematerializzazione”.

Leggi tutto

Indovina chi sono? L'identità digitale in Europa e in Italia

Lo abbiamo sperimentato tutti ogni volta che abbiamo provato a usufruire di un servizio on-line: “Autenticati per accedere al servizio!”. Ognuno di noi possiede decine di password, nomi, pin e smart-card per farsi riconoscere. Almeno uno per ogni sistema. Per quanto riguarda i servizi della pubblica amministrazione, però, le cose si potrebbero semplificare molto. Il progetto Stork, finanziato dalla Commissione Europea suggerisce una soluzione. Ne abbiamo parlato con Antonio Lioy del Politecnico di Torino.

Leggi tutto

La corretta identificazione del cittadino per l’accesso ai siti web della P.A.: tutto chiaro o si procede a tentoni?

Nonostante le numerose (anzi, addirittura troppe e caotiche!) norme esistenti in merito alla regolamentazione della pubblica amministrazione digitale, si evidenziano ancora delle problematiche che rimangono “sospese” o poco chiare nell’agire amministrativo on line.

Leggi tutto

L'Unione Europea promuove l'integrazione dei sistemi nazionali d'identità elettronica.

L'Unione Europea ha stanziato 10 milioni di euro per un progetto a supporto della l'integrazione dei sistemi nazionali d'identità elettronica.
L'obiettivo è quello di permettere ai cittadini europei che utilizzano la carta d'identità elettronica (quasi 30 milioni di persone in tutta l'UE) di utilizzare la propria carta d'identità elettronica nazionale anche negli altri Paesi dell'Ue, avendo così accesso ad alcuni importanti servizi pubblici: prestazioni di previdenza sociale, assegni di disoccupazione o dichiarazione dei redditi.

Leggi tutto