Cerca: Efficienza, Atti FORUM PA 2007, cooperazione tra enti

8 risultati

Risultati

Il gioco di squadra e la condivisione di tecnologie e risorse per ottenere risparmi e servizi efficienti

Marco Staderini risponde alla domanda di Vianello sulle dimensioni pachidermiche dell’istituto Inpdap. Sostiene la necessità di introdurre il gioco di squadra all’interno della pubblica amministrazione. Il bilancio dell’Inpdap, aggiunge Staderini nel corso del suo terzo intervento, viene impiegato per il 97% nelle pensioni. La durata media della vita si è allungata, le persone che vanno in pensione non possono essere sostituite perché c’è il blocco delle assunzioni, per cui il disavanzo nel bilancio cresce.Leggi tutto

Riuso ed Alleanze Locali per l’Innovazione come strumento a sostegno della cooperazione interistituzionale

Nell’introduzione del convegno sul tema del Riuso e delle Alleanze Locali per l’Innovazione, Antonella Galdi sottolinea come l’incontro non sia l’occasione classica per presentare strategie e casi di eccellenza, ma rappresenti un momento di lavoro per poter raccogliere stimoli e domande, dal pubblico di esperti ed amministratori presenti in sala.

Leggi tutto

Dalle regioni al sistema nazionale di e-gov: opportunità e sviluppi della cooperazione tra le regioni

De Petra evidenzia come la cooperazione tra le Regioni possa essere una modalità per realizzare, in maniera veloce ed efficiente, il sistema nazionale di e-governement. In particolare, la cooperazione può rappresentare un elemento d’accelerazione nei settori verticali, quali lavoro, sanità, cultura, turismo, formazione, imprese, agricoltura, territorio, fisco etc.

Leggi tutto

La Politica per lo sviluppo della Società dell’Informazione. Le infrastrutture: una sfida e una meta da raggiungere

La reale sfida che il tema della Società dell’Informazione ci pone e’ sul piano della condivisione di sapere e della capacità di rispondere a vecchi e nuovi bisogni. Per lo sviluppo della Società dell’Informazione si necessita di una forte politica d’intervento, non solo sul piano dell’e-government, ma anche su quello dell’e-business e dell’e-society, che abbia come orizzonte la risoluzione dei problemi.

Leggi tutto

Nuovi strumenti di back office: il ‘Luogo Virtuale e Gestione delle Idee’

Enrico Bollini presenta il ‘Luogo Virtuale e Gestione delle Idee’, uno strumento di back office dedicato agli enti pubblici e privati che si occupano di internazionalizzazione. Per realizzare progetti più ricchi di contenuti, capaci di coinvolgere il maggior numero di imprese, è necessario mettere insieme le risorse e le capacità di tutti gli enti con il rischio, tuttavia, che diventi difficile orientarsi nella molteplicità di informazioni fruibile.Leggi tutto

La piattaforma software del CNIPA per la gestione della Conferenza dei servizi.

Anna Luisa Petrucci parla del caso specifico riguardante la Conferenza dei Servizi online. La Conferenza nasceva come strumento di semplificazione con la legge 241 del 1990 e si configurava come un sistema per ottenere una decisione rapida da parte di più amministrazioni coinvolte in uno stesso procedimento amministrativo. Ciò non è stato possibile perché, successivamente all’approvazione della legge, sono state apportate una serie di modifiche che hanno complicato questo strumento.Leggi tutto

La valenza strategica dei Twinning

Strazzullo evidenzia la alta valenza strategica e politica del Twinning che, per sua natura, consente all’amministrazione di cooperare con il beneficiario per trovare una soluzione ad un suo problema o a costruirla insieme. Ne emerge quindi come tale strumento soccorra, da un lato, ad esplicitare le esigenze del paese beneficiario e a rappresentarle a livello politico, e dall’altro a facilitare l’uso di aiuti provenienti dall’esterno per le PA. Leggi tutto

L'evoluzione dell'assistenza territoriale: e-Care e NSIS

Lidia Di Minco presenta il Nuovo Sistema Informativo Sanitario. Il sistema si sviluppa in un contesto in cui si assiste ad un veloce invecchiamento della popolazione con costi e disagi sociali che gravano su tutta la società. L’obiettivo è quello di cambiare l’approccio ai servizi socio-sanitari affinché si punti e si realizzi un’assistenza territoriale per i malati cronici. È necessario quindi integrare la sanità con il settore sociale rappresentato dagli enti locali prossimi al cittadino come i comuni.Leggi tutto