Cerca: Efficienza, ministero giustizia

Risultati 1 - 10 di 17

Risultati

  • Cod. ws.114
  • 26/05/2015
  • 10:45 - 12:30

I nuovi scenari dell’anticorruzione: disciplina repressiva e ruolo della società civile nel contrasto ai fenomeni corruttivi

in collaborazione con ANAC e Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia a FORUM PA 2011

Leggi tutto

Le cause della durata non ragionevole dei processi penali

I risultati delle indagini fattuali sulle cause della patologica lunghezza dei processi penali mostrano come essa non sia da addebitare a questioni legislative, ma a fattori empirici, organizzativi e culturali. I rimedi – dice Iuzzolino - non dovrebbero quindi essere legislativi, ma organizzativi.

Leggi tutto

Proposte legislative per lo sveltimento dei processi

De Augustinis afferma  che la lunghezza dei processi civili è il problema principale del nostro Paese in quanto ogni nuova riforma genera necessariamente dei contenziosi, che se bloccati ne rendono impossibile l’applicazione. Due riforme sono – a parere del DAGL – le più urgenti ed essenziali: la riforma della legge Pinto e la predisposizione di strumenti per la riduzione delle cause previdenziali. Non in ultimo va affrontata la questione della semplificazione delle modalità di accesso alla giustizia attraverso lo sviluppo di sistemi e mezzi più omogenei.

Digitalizzazione, prescrizione e criteri di gestione dei processi

I ritardi di gestione del processo civile, dice Caliendo, sono una delle fonti di legittimazione dei contropoteri criminali e per questo bisogna intervenire urgentemente nel sistema. Non è sufficiente farlo solo con delle norme, ma con dei criteri di semplice gestione organizzativa, come quello di avere a inizio anno un programma di quanti e quali processi chiudere. L’implementazione del processo di digitalizzazione e un serio intervento sui termini di prescrizione sono gli strumenti principali per questa battaglia.

On line gli atti del convegno "Piano straordinario per la digitalizzazione della giustizia"

Pubblichiamo in anteprima gli atti del convegno "Piano straordinario per la digitalizzazione della giustizia" che si è svolto oggi lunedì 9 maggio alle ore 15.00 a FORUM PA 2011.


Il Piano straordinario e gli strumenti attuativi

Leggi tutto

Come sta la giustizia digitale? Presentati numeri 2010 e obiettivi futuri

La presentazione degli obiettivi per il 2011 del Piano Giustizia Digitale, in conferenza stampa congiunta dei Ministri della Pubblica Amministrazione e innovazione, Renato Brunetta e della Giustizia, Angelino Alfano, è stata l’occasione per fare il punto sullo stato dell’arte dell'informatizzazione della giustizia italiana partita, non senza difficoltà, con il Protocollo d'intesa del novembre 2008.

Leggi tutto

Modena, si sperimenta il "tribunale informatico"

È stata presentata ufficialmente venerdì scorso, 9 luglio, una convenzione per l’avvio della sperimentazione, presso il tribunale di Modena, della gestione digitale dei fascicoli dei procedimenti penali. L’accordo è stato sottoscritto da Procura della Repubblica, Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, Fondazione di Vignola, Camera di Commercio, Tribunale e Comune di Modena. Tra i finanziatori dell’iniziativa, anche il Ministero della Giustizia.

Leggi tutto

A FORUM PA, il Tribunale di Milano esempio di giustizia innovativa

Dal 2007 il Tribunale di Milano ha avviato il Processo Civile Telematico: ad oggi sono stati prodotti 102mila documenti e decisioni in formato digitale e telematico e, nel solo primo anno di avvio delle notifiche telematiche, sono stati gestiti informaticamente più di 400mila avvisi e comunicazioni verso gli avvocati. Il Tribunale di Milano porta a FORUM PA questo esempio di innovazione amministrativa, realizzato in forte sinergia con il Ministero della Giustizia e con l’Ordine degli Avvocati di Milano.

Leggi tutto

Fluidità, velocità e trasparenza nella comunicazione degli atti amministrativi: uno strumento di efficacia ed efficienza

L’amministrazione pubblica spesso è dotata di sistemi di raccolta atti che sono efficaci ed efficienti. Da questo punto di vista si potrebbe dire che l’azione della macchina burocratica è fluida. Tuttavia questa efficienza viene persa nel momento in cui l’atto deve essere comunicato da un settore ad un altro della stessa amministrazione oppure direttamente ad una amministrazione esterna.

Leggi tutto