Cerca: dirigenza pubblica

Risultati 1 - 10 di 222

Risultati

  • Cod. co.49
  • 28/05/2015
  • 10:30 - 12:00

Selezione della classe dirigente: manager o specialisti?

  • Cod. co.48
  • 27/05/2015
  • 14:00 - 16:30

Politici e burocrati: quasi amici?

in collaborazione Associazione degli allievi della Scuola Nazionale dell’Amministrazione
  • Cod. co.02
  • 27/05/2015
  • 08:30 - 10:00

Riforma del pubblico impiego e ruolo della dirigenza

  • Cod. co.29
  • 26/05/2015
  • 10:30 - 12:30

Valutazione delle performance: guardare indietro, vedere avanti

Per sbloccare i contratti l’unica strada è la riforma

Puntuale come le rondini ad aprile è arrivata anche quest’anno la solita e un po’ trita sceneggiata dei sindacati di base che hanno invaso il palco inaugurale del FORUM PA 2015 al grido di “contratti, contratti”, accusando il Ministro Madia di aver mentito nel promettere uno sblocco nell’anno e urlando anche, come novità 2015, “Fuori i privati dalla PA!”. Nulla di nuovo quindi, tranne forse un po’ più di rabbia del solito e un granchio preso nel considerare gli sponsor di FORUM PA, manifestazione privata, come “pirati della PA”. Ciò detto non possiamo cavarcela con un’alzata di spalle, ma dobbiamo invece cercare di dare una risposta puntuale proprio sui contratti.

Leggi tutto

Intervento di Marianna Madia all'Evento inaugurale di FORUM PA 2015

"La grande sfida dell’amministrazione pubblica deve accomunare i grandi paesi dell’Europa avanzata. Questa è l’Europa bella, che si contamina in modo positivo per portare sviluppo al Paese”.

Leggi tutto

Una dirigenza a rischio?

La prima impressione che ho avuto leggendo sia l’art. 9 del disegno di legge “Madia” che riforma la dirigenza, sia le reazioni dei dirigenti, è stata che è necessaria una robusta iniezione di fiducia. Il disegno di legge delega fa intravedere infatti in filigrana una scarsa fiducia della politica verso l’amministrazione, come se fosse composta tutta da conservatori, frenatori e burocrati; specularmente la reazione dei dirigenti alla riforma è improntata in generale ad una scarsissima fiducia nella politica, come se fosse fatta tutta di pirati che vogliono imporre solo yes man, veline o portaborse.  Ma la fiducia è necessaria per assumersi rischi e un dirigente che non rischia nulla non merita né di fare il dirigente né di guadagnare otto/dieci volte più di un suo dipendente. Ripartiamo quindi da qui: dal ripristinare le condizioni della fiducia, cominciando per prima cosa a guardare con onestà gli errori fatti, e non sono pochi.

Leggi tutto

Un nuovo management pubblico come leva per lo sviluppo

Un'iniziativa formativa che si articola in tre seminari, ciascuno diviso in due mezze giornate, quella organizzata da Provincia autonoma di Trento-tsm, Università degli Studi di Trento, Consiglio Italiano per le Scienze Sociali e FORUM PA per i dirigenti delle pubbliche Amministrazioni delle Province autonome di Trento e di Bolzano e di altre Amministrazioni pubbliche italiane (in particolare Regioni speciali e ordinarie).

Leggi tutto

Umanesimo manageriale: una visione innovativa dell’essere dirigente

Con questo bell'intervento di Grazia Mannozzi e Gianni Penzo Doria continuiamo la riflessione sulla managerialità centrata sulle persone che ci ha visto tante volte impegnati, dagli interventi di Luca Attias alle mie considerazioni sui tornelli o sui vigili romani. In questo articolo, dove approcci scientifici si intrecciano a suggestioni artistiche e dove rimane sempre al centro la persona umana e le sue straordinarie potenzialità, ci sono ulteriori spunti, anche operativi, di grande interesse. Ve lo propongo certo che susciterà un interessante dibattito.
Carlo Mochi Sismondi

Leggi tutto

L’evoluzione del ruolo dirigenziale pubblico negli enti locali: modelli di sviluppo

Un mercato della dirigenza pubblica è quello che Michele Bertola individua come una delle direzioni del cambiamento della nostra PA. Nel contributo che ci perviene e che volentieri pubblichiamo,  Bertola propone ampi elenchi certificati o accreditati da cui i responsabili degli enti possano attingere sia per la scelta del nominativo da indicare, sia per confrontare il tipo di profilo da individuare. Cambia la PA e deve cambiare la figura del Dirigente: da specialista a professionista polivalente in grado di dirigere diverse strutture.

Leggi tutto