Cerca: D.lgs. 150/2009

Risultati 61 - 70 di 75

Risultati

Inquadramento giuridico della riforma del pubblico impiego

Andrea Simi affronta il decreto delegato di attuazione della riforma del lavoro pubblico da un punto di vista giuridico premettendo che il Governo non sta legiferando in proprio ma muove da una legge delega approvata in Parlamento con il concorso di autorevoli esponenti dell’opposizione. In questo quadro Simi approfondisce le questioni dell’ambito di applicazione e del principio di selettività chiarendo alcuni aspetti, come quello disciplinare e dell’adeguamento della retribuzione di risultato dei dirigenti, che la circolazione di diverse versioni del decreto aveva reso ambigui.

La riforma del pubblico impiego: analisi di un work in progress

Gianfranco d’Alessio analizza dettagliatamente le diverse parti della legge 15/2009 e del decreto attuativo sul pubblico impiego evidenziando quelle che considera più strutturate e quelle che a suo avviso necessitano di un’ispirazione più organica. Attraverso un confronto tra le diverse bozze, d’Alessio ricostruisce l’evoluzione concettuale di una legge che il cui primo principio è quello di tendere ad una convergenza tra lavoro pubblico e lavoro privato con particolare riferimento alle relazioni sindacali.

La consultazione e la responsabilità della scelta politica

Come chairperson del convegno, Sandro Mameli presenta i singoli relatori e sintetizza i loro interventi. In particolare, riprende l’intervento di Valeria Spagnuolo relativamente all’esperienza di valutazione sul decreto di attuazione della legge delega n. 15 del 4 marzo 2009 (c.d. legge Brunetta).Leggi tutto

La discrezionalità nella Riforma della Dirigenza nella legge delega e decreti delegati: uno spazio per una possibile ingerenza politica sull’attività dirigenziale della PA

Alberto Stancanelli, Direttore dell’Ufficio del Capo Dipartimento della Protezione Civile, con un’analisi della legge 15/2009 e in riferimento al successivo decreto delegato approvato in fase preliminare dal Consiglio dei Ministri, individua gli aspetti virtuosi della Riforma ma anche l'incapacità del decreto delegato di fugare l’ingerenza della politica sull’attività dirigenziale della PA, minando così le stesse potenzialità della legge 15/2009 pensato per una PA efficiente ed efficace.

150 + 150 in cerca della trasparenza

Agli amanti della segreta armonia dei numeri non sarà certo sfuggito che 150 era il numero della legge sulla comunicazione pubblica (correva l’anno 2000, era Ministro Franco Bassanini) e 150 è anche il numero del nuovo Decreto Legislativo di Brunetta. Ma per essere veramente trasparente, allora, la PA deve ancora fare un passaggio chiave...

Leggi tutto

Assenze per malattia: a novembre reperibilità a 7 ore

Il Ministro Brunetta lo aveva annunciato a Padova al FORUM DELL'INNOVAZIONE Nord Est e lo ha ripetuto oggi alla stampa. A novembre torneranno le fasce di reperibilità estese per i dipendenti pubblici in malattia. La visita fiscale potrà essere svolta in una fascia temporale di 7 ore. E queste sono solo alcune delle novità previste da un decreto ministeriale pronto per novembre.

Leggi tutto

La "riforma Brunetta" e il moto circolare dell’innovazione

Questo editoriale esce all’indomani dell’approvazione dal parte del Consiglio dei Ministri della “riforma Brunetta”. Il decreto legislativo costituisce certamente un importante giro di boa nella storia ormai ventennale della riforma della PA. Ne parleremo certamente ancora dopo che sarà stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il testo definitivo. Oggi vorrei mettere in evidenza solo un aspetto: il necessario coinvolgimento degli Enti locali e delle Regioni nel percorso della riforma.

Questa corresponsabilità è anche al centro del tour sull’innovazione nella PA e nei sistemi territoriali che cominciamo lunedì prossimo 19 ottobre a Padova (per saperne di più e iscrivervi www.foruminnovazione.net ) per proseguire poi a Genova, Napoli, Cagliari, ecc.

Leggi tutto

70 comuni capoluoghi firmano per sperimentare la riforma Brunetta

Sabato scorso il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta e Sergio Chiamparino, Presidente ANCI e Sindaco di Torino hanno siglato un protocollo d’intesa per la valorizzazione del merito e della produttività del lavoro pubblico. "Questa riforma – ha dichiarato il Ministro Brunetta - è importantissima e ringrazio il sindaco Sergio Chiamparino che ha deciso di sperimentare fin da subito, con i Comuni, il decreto attuativo approvato ieri dal Consiglio dei Ministri”.

Leggi tutto

Il Decreto Brunetta è legge

Questa mattina il Consiglio dei Ministri ha definitivamente approvato il decreto legislativo di attuazione della Legge Brunetta di riforma della Pubblica Amministrazione (Legge n. 15 del 4 marzo 2009).

La riforma garantisce una migliore organizzazione del lavoro pubblico, assicura il progressivo miglioramento della qualità delle prestazioni erogate al pubblico, ottiene adeguati livelli di produttività del lavoro pubblico e riconosce finalmente i meriti e i demeriti dei dirigenti pubblici e del personale.

Leggi tutto

Assenteismo, di chi è il bluff di Brunetta o dell’Espresso?

La settimana scorsa ha visto una querelle di grande rumore mediatico tra il ministro Brunetta e l’Espresso innescata da un articolo, posto con grande rilievo in copertina del settimanale, intitolato il “Bluff di Brunetta”: un’indagine che riduce, appunto, ad un bluff il cosiddetto “effetto Brunetta” sull’assenteismo.

Leggi tutto