Cerca: Accountability, Atti FORUM PA 2007, accesso al pubblico impiego

Risultati 1 - 10 di 13

Risultati

La promozione culturale vista da un artista

L’intervento di Gino Marotta è volto ad esprimere un sentimento di grande ammirazione, nei confronti del Ministero degli Affari Esteri, per l’iniziativa portata avanti mediante il sistema di circuitazione delle mostre e che sta consentendo di esportare l’arte italiana contemporanea nel mondo, ad esempio con la Collezione Farnesina, a dispetto di una disattenzione che la classe politica in passato ha rivolto nei confronti dell’arte moderna e dell’assenza quasi totale che continua ad esistere nei musei comunali italiani.

Il Portale della Guardia Costiera

Il Comando Generale della Capitaneria di Porto, spiega Cristiano Aliperta, ha intrapreso il proprio percorso per comunicare con il cittadino già nel 1998, privilegiando i cd. new media e in particolare il web. Le 300 sedi della Guardia Costiera dislocate sul territorio nazionale sono infatti facilmente raggiungibili solo durante la stagione estiva, ed era quindi necessario trovare uno strumento che consentisse di comunicare con il pubblico anche in inverno. Il portale della Guardia Costiera è estremamente accessibile e consente raggiungere con un link i siti di tutte le capitanerie.Leggi tutto

Introduzione al convegno “Politiche giovanili e sport: parole chiave accesso e partecipazione”

Roberto Giovanni Marino introduce il convegno “Politiche giovanili e sport: parole chiave accesso e partecipazione” che vuole essere un momento di riflessione sul tema delle politiche giovanili proprio perché per la prima volta è presente nel settore un’istituzione a livello centrale. Questa si presenta come un'occasione per avere un primo sommario bilancio dell’attività del Ministero per le Politiche Giovanili dopo la sua creazione.

La riconquista del senso sociale delle istituzione per una migliore tutela del territorio

Il museo, sostiene la Dott.ssa Reggiani, è, per definizione, un luogo d’incontro dove le istituzioni devono svolgere un ruolo sociale e non un luogo dove l’archeologia viene, invece, sacralizzata e mummificata. Risulta pertanto necessario aprire maggiormente i musei al pubblico, per aumentare il senso di orgoglio rispetto al passato, che porterebbe ad un senso di tutela più diffuso, e non concentrato nelle istituzioni. La sfida del MiBAC si deve giocare, dunque, sulla comunicazione: conoscere per tutelare, conoscere per comunicare.

Democrazia e politica: un utilizzo intelligente della tecnologia ai fini di valore, produttività e servizi

La rete riveste oggi una opportunità di accesso ai servizi nonché di partecipazione alla vita pubblica e politica tale che l’utilizzo della banda larga viene visto dai cittadini come un diritto necessario a non rimanere esclusi. Attribuendo alla rete un ruolo di strumento o di canale tra politica e cittadini risulta chiaro che quella dell’inclusione divenga una questione democratica.

Leggi tutto

e-democracy al servizio del piano strategico metropolitano di Bari

Le politiche per incentivare il processo di riorganizzazione e innovazione della PA si stanno sviluppando con l’obiettivo di promuovere una società dell’informazione inclusiva. I progetti in atto per attivare la partecipazione dei cittadini contrastando il digital divide sono improntati al decentramento dei servizi, alla trasparenza delle PA e al libero accesso alle informazioni.Leggi tutto

Gli strumenti per l’esercizio della cittadinanza

L’informazione, i dati e la conoscenza costituiscono la materia prima della partecipazione. Su quest’assunto si incardinano i problemi dell’accesso, della disponibilità delle informazioni e della trasparenza per mezzo dei quali si rende possibile al cittadino partecipare e comprendere le scelte operate nel settore pubblico, esercitando così la cittadinanza. La società della conoscenza consente infatti approfondimento ed esercizio della cittadinanza e la conoscenza libera è il più importante diritto del ventunesimo secolo.

Un sistema organizzato integrato per la semplificazione per il cittadino

Carlo Paolini nel suo intervento si sofferma su un concetto: come creare un sistema organizzato integrato per la semplificazione dei servizi per i cittadini. A differenza del passato, oggi l’obiettivo a cui deve tendere la Pubblica Amministrazione è la piena soddisfazione di un cittadino consumatore sempre più esigente a cui l’amministrazione deve rispondere con responsabilità. Secondo il Decreto Legge Delega il principio di sussidiarietà è utile per trovare il livello migliore per organizzare i servizi al cittadino.

Il diritto di accesso tra contenzioso e pre-contenzioso

La Commissione per l’accesso svolge da circa un anno una innovativa attività, afferma Vittorio Cesaroni, ovvero una forma di tutela non alternativa, bensì aggiuntiva e preventiva, nei confronti del contenzioso giurisdizionale che, per quanto riguarda il diritto di accesso ai documenti amministrativi, si svolge essenzialmente davanti al giudice amministrativo.Leggi tutto

L’effettività delle decisioni della Commissione per l’accesso

Il ruolo svolto dalla Commissione per l’accesso è piuttosto nuovo, afferma Claudio Rossano, per l’attività contenziosa che espleta in materia di diritto di accesso nel nostro ordinamento. Essa non opera in alternativa rispetto all’autorità giudiziaria, ma serve ad attuare una deflazione dei numerosi ricorsi rivolti agli organi giurisdizionali, in primo e in secondo grado. L’art.Leggi tutto