Cerca: Accountability, egovernment

7 risultati

Risultati

Strategie open: a Palermo i dati aperti sono un piacere, non un dovere

Dimentichiamo gli obblighi e le sanzioni. Se vogliamo fare open data ci dobbiamo divertire. Con questo approccio il team open data del Comune di Palermo lavora per far entrare la cultura del dato aperto in tutti gli uffici comunali. E per farlo punta su condivisione di conoscenze e adozione di tecnologie amiche, che facilitino il lavoro di chi deve liberare i dati e offrano un plus di aggiornamento in tempo reale a chi li vuole riutilizzare.

Leggi tutto

Manutenzione delle strade, spesi €65 pro capite all’anno dai grandi Comuni

Semafori, piste ciclabili, infrastrutture e cartelli stradali, in media i grandi Comuni spendono €65 pro capite all’anno per la viabilità. Si spende poco per la manutenzione delle strade, solamente Padova e Milano sopra i €100.

Leggi tutto

Multe e contravvenzioni, quanto incassano i Comuni?

Tramite la polizia locale, i Comuni incassano soldi per infrazioni al Codice della Strada. Tutti hanno regole diverse sull’ammontare delle contravvenzioni, e soprattutto non tutte le città riescono ad incassare allo stesso modo dalle multe fatte. La classifica è guidata da Bologna, Milano e Firenze.

Leggi tutto

Bologna, da Provincia a Città metropolitana: gli Open Data come processo

Il percorso Open data della Provincia di Bologna è partito in un momento molto particolare: la trasformazione dell'ente in Città Metropolitana. Eppure, nonostante la fase di transizione, la Provincia è riuscita a proseguire il processo di apertura dei dati iniziato nel 2013. Ha capito che come ogni attività organizzativa, anche per gli Open Data, va governato l’intero processo, con un approccio intersettoriale che coinvolga direttamente chi produce e gestisce i dati.

Leggi tutto

Accesso alle informazioni pubbliche: la normativa italiana è soddisfacente e al passo col resto del mondo?

Il contributo che vi proponiamo si inserisce nel vivace dibattito, in materia di Accesso Civico (art.5 del Decreto 33/2013), aperto in occasione del webinar "Trasparenza, diritto di accesso e Open Data, facciamo chiarezza" [qui gli atti] , recentemente organizzato da FORUM PA. Il Decreto prevede il diritto dei cittadini ad accedere solo ed unicamente a quei documenti che la PA è obbligata a pubblicare. Un ambito di applicazione del diritto sostanzialmente limitato alle inadempienze della PA. Quindi ci chiediamo: il FOIA - Freedom of Information Act è la soluzione per non ridurre la trasparenza a quanto previsto dalla norma? E', così come è oggi inteso, l'azione corretta per realizzare il pieno accesso civico?

Leggi tutto

Quanto rende la cultura? La classifica dei Comuni italiani

I grandi Comuni italiani sembrano incassare poco dalla cultura. Solo due città guadagnano più di €10 a cittadino: Padova e Verona. Da bilancio, 8 delle 15 città prese in considerazione incassano meno di €1 pro capite. 

Leggi tutto

Open Data Index 2014, in dataset crescono lenti

L’Open Data Index 2014, pubblicato a dicembre dall’Open Knowledge, mostra che, nonostante alcuni progressi, la maggior parte dei governi ad oggi non fornisce informazioni chiave in un formato accessibile a cittadini e imprese. Nel complesso, mentre non vi era un miglioramento significativo nel numero di set di dati aperti (87-104), la percentuale di set di dati aperti in tutti i paesi esaminati è rimasta bassa, solo l'11%. Un forte danno non solo in termini di trasparenza. Come ha infatti recentemente stimato McKinsey e altri, i potenziali benefici a livello economico derivanti dall’apertura dei dati sono stimati oltre 1 trilione di dollari.

Leggi tutto