Cerca: Accountability, open data

Risultati 71 - 80 di 150

Risultati

OpenGeoData Italia: istruzioni per l’uso

Tutte le sfaccettature del dato geografico open in evidenza nella prima Conferenza "OpenGeoData Italia”, che si è tenuta a Roma il 28 febbraio. Si è parlato di costi e benefici dell'open data, dell’aggiornamento intelligente dei Geo Dati, di servizi di download, di interoperabilità e di condivisione dei dati, dell’importanza del feedback di utenti e sviluppatori, delle possibili applicazioni in vari settori quali l'infomobilità e la Smart City. Sono stati inoltre assegnati i riconoscimenti “OpenGeoData 2012” ad enti e aziende che si sono già attivate per la liberazione dei dati geografici. Disponibili on line i video e le presentazioni della giornata.

Leggi tutto

Open Data Day, la prima volta dell’Italia

Esordio italiano per l’Open Data Day: l’appuntamento internazionale, arrivato alla terza edizione, si è svolto quest’anno per la prima volta anche nel nostro Paese dando vita sabato scorso, 23 febbraio, a ben 13 eventi paralleli in 11 regioni diverse, tra convegni, hackathon, workshop, presentazioni. L’evento principale è stato ospitato a Roma dall’Archivio Centrale dello Stato: un’intera giornata di lavori a cui hanno partecipato rappresentanti di enti pubblici, aziende, ricercatori, associazioni, semplici appassionati ai temi della trasparenza e alla “liberazione dei dati”. Questi i numeri dell’evento romano, organizzato da Stati Generali dell’Innovazione e Regesta.exe, e patrocinato anche da FORUM PA:  280 iscritti, 35 relatori, 1772 tweets, 10 patrocini, 6 ore di diretta streaming, 4 collegamenti con altri eventi e 5 video dalle altre iniziative internazionali.

Leggi tutto

Cosa ha prodotto questa legislatura? I dati del rapporto Camere Aperte 2013

Oggi l'Associazione Openpolis ha presentato il rapporto “Camere Aperte 2013“, terza edizione della rilevazione che punta a monitorare e valutare l’attività di Deputati e Senatori attraverso lo studio di dati e statistiche. Diverse le considerazioni che si possono trarre dalla lettura dei dati "grezzi" messi a disposizione dall'attività di "scraping" (ossia l'estrazione dei dati a partire da fonti non del tutto aperte) di Openpolis: dall'aumento della contrapposizione tra Parlamento e Governo, alla (tragica) constatazione che l'attuale legge elettorale non permetterà di far scegliere ai cittadini chi premiare e chi punire alle prossime votazioni.

Leggi tutto

Trasparenza e anticorruzione: ma non chiamatelo FOIA!

È dal 1966 che gli Stati Uniti si sono dotati del FOIA (Freedom of Information Act), una legge che garantisce a chiunque l’accesso agli atti e ai documenti della Pubblica amministrazione. Questo approccio improntato alla massima trasparenza, che garantisce quindi il controllo dell’attività amministrativa da parte dei cittadini e costituisce anche un forte strumento anticorruzione, è stato poi adottato da molti Paesi europei, ma non dall’Italia. Di un FOIA italiano si è tornato a parlare ieri, quando il Consiglio dei ministri ha approvato, su proposta del Ministro della pubblica amministrazione e semplificazione, un decreto legislativo in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle PA, che attua alcune disposizioni della legge 190 del 2012 (conosciuta come legge anticorruzione). I commenti entusiasti di alcuni giornali vengono smorzati però da Elena Aga Rossi, presidente di “Iniziativa per l'adozione di un FOIA in Italia”.

Leggi tutto

#SalviamoGliOpenData: la "Settimana della Trasparenza" di Agorà Digitale

Da lunedì 21 gennaio i cittadini metteranno alla prova il livello di trasparenza delle amministrazioni, in particolare quelle a loro più vicine, come la scuola dei figli o l'ospedale in cui si curano. E intanto stanno arrivando adesioni bipartisan al “Patto per gli Open data” una lista di impegni per i candidati alle prossime elezioni...

Leggi tutto

Una proposta di collaborazione per organizzare insieme il primo Open Data Day Italiano

Il 23 febbraio 2013 si svolgerà la terza edizione dell’International Open Data Day. L'iniziativa Open Data Day (qui trovate l'elenco dei partecipanti) ha avviato una indagine on line sull'utilizzo degli Open Data per indagare il sentimento della comunità che da anni lavora agli open e ai linked data e presentare all'appuntamento di febbraio  suggerimenti, indicazioni, materiali a sostegno dell’attività dell’agenzia per l’Italia digitale in questo campo.

Leggi tutto

Considerazioni personali sulla trasparenza

Cosa possono e cosa devono fare le amministrazioni per per essere più trasparenti? A seguito dell'editoriale della settimana scorsa "Povera trasparenza, morta asfissiata!" che ha sollevato un'interessante discussione tra i commenti, riceviamo un contributo da Davide D'Amico - esperto di sistemi informatici del dipartimento della funzione pubblica PCM - in cui viene presentata un'approfondita analisi del concetto di "trasparenza" così come viene interpretato dalla nostra normativa e di "open data", fornendo anche una lettura critica di alcune tendenze in atto. Pubblichiamo volentieri l'articolo certi che sarà utile a stimolare la discussione e a far nascere nuovi spunti di riflessione.

Leggi tutto

OpenCoesione: più di 20.000 visitatori nei primi due mesi

Il portale OpenCoesione.gov.it è stato presentato il 7 luglio scorso. A quasi due mesi dal lancio, il Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica fornisce i primi dati sugli accessi al portale.

Leggi tutto

OPENCOESIONE: il primo sito ‘open data’ sulle politiche di coesione

Progetti, finanziamenti, luoghi e ambiti tematici in cui intervengono, tempi di realizzazione: da oggi sono on line, in un formato aperto e accessibile, i dati relativi all’attuazione degli investimenti programmati nel ciclo 2007-2013 da Regioni e amministrazioni centrali dello Stato con le risorse per la coesione. Il portale OpenCoesione.gov.it è stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa dal Ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca. 

Leggi tutto

Open data e Cloud per il Ministero della salute

A circa un mese dal lancio dell’area open data del portale del Ministero della salute, sono oltre seimila i download effettuati in totale sui dieci dataset attualmente disponibili. I dati, che erano già consultabili on line, sono ora accessibili a tutti in un formato aperto, standardizzato e leggibile da un’applicazione informatica per facilitare la loro consultazione e incentivare il loro riutilizzo anche in modo creativo. I dati più scaricati, con oltre quattromila download, sono quelli relativi all'elenco completo dei dispositivi medici registrati presso la banca dati e il Repertorio del Ministero della Salute.

Leggi tutto