Cerca: Accountability, Atti FORUM PA 2007

Risultati 91 - 100 di 159

Risultati

Divide di genere: una questione aperta

Marisa Ferrari Occhionero spiega cosa si intende per divide di genere o gender divide. Illustra come il gender, a differenza del sesso, sia una costruzione sociale che si manifesta in tutti gli ambiti della società. Ferrari sottolinea come il mercato del lavoro sia ancora poco orientato a rispondere alle esigenze delle donne ed evidenzia alcuni dei fattori che ne penalizzano l’ inserimento. Descrive i modesti segnali di cambiamento rispetto a questo trend. Aggiunge che le donne sembrano rifiutare i paradigmi maschile del potere, ad esso preferiscono altri valori.

Leggi tutto

L’impatto del web 2.0 sui servizi, la costruzione e la gestione della conoscenza, l’organizzazione delle grandi amministrazioni pubbliche.

Claudio Forghieri propone degli spunti di riflessione sul web 2.0. Cita alcune applicazioni in cantiere nel Comune di Modena e sulla base del modello di comunicazione del Comune di Bologna propugna una “wikizzazione” delle reti civiche. Altre caratteristiche che la PA potrebbe mutuare dal web 2.0 sono la personalizzazione grazie alla quale si realizza anche un’anticipazione dei bisogni dell’utente. Questo scenario, aggiunge, apre un aspetto oggi non ancora risolto: la gestione delle identità multiple in rete.Leggi tutto

Le disuguaglianze di genere: quando la modernità fa paura alle oligarchie del potere

Isabella Rauti ribadisce il ritardo dell’Italia, segnalato anche dall’Unione Europea, sulle politiche delle pari opportunità. Rauti ritiene necessarie sistemi di welfare sussidiari e non assistenziali. Rileva una discontinuità storica nell’emancipazione femminile e sostiene la necessità di liberarsi dai modelli stereotipati che i media impongono. L’altro limite delle donne che Rauti rileva, per ragioni storiche, è la frammentarietà, lo scarso uso del mentoring.

Leggi tutto

La Guardia di Finanza e l’importanza della comunicazione: il nuovo sito internet

Gaetano Scazzeri afferma il ruolo istituzionale dell Guardia di Finanza: garantire la sicurezza economica e finanziaria nel Paese. Sostiene che all’insegna della recente normativa in materia di trasparenza amministrativa e alla luce delle nuove opportunità offerte dalle tecnologie informatiche la Guardia di finanza si è posta l’obiettivo di comunicare la propria identità ai cittadini.Leggi tutto

Il Comune di Monopoli e la democrazia elettronica per la definizione di un piano di urbanistica partecipata

Piero D’Amico porta la testimonianza di un progetto di urbanistica partecipata del Comune di Monopoli. Il progetto è stato finanziato dal Cnipa e nonostante varie difficoltà di implementazione è stato realizzato grazie alla sinergia di forze politiche e di operatori tecnici. Grande è stato il successo riscontrato nei cittadini che hanno continuato ad offrire con entusiasmo la loro partecipazione. E’ stato approvato un regolamento sugli istituti di partecipazione che si sta promuovendo nelle scuole.

Meno denunce non sono sintomo di un livello di corruzione più basso

Pasquale Iannantuono ritiene che la diminuzione del numero delle denunce di danno a titolo della corruzione non siano sintomatiche di un reale livello di accresciuta legalità, piuttosto testimoniano che i canali informativi sono stati più avari dal momento che la comunicazione verso la Corte dei Conti avviene tramite le procure penali. Iannantuono segnala che i fenomeni corruttivi aumentano quando la spesa pubblica si indirizza verso alcuni settori. Egli riporta una serie di dati sui fenomeni corruttivi nel 2006 pervenuti alla Corte dei Conti.

Gli aspetti multimediali dell’accessibilità

Nicola Palmarini si chiede provocatoriamente se la Pubblica Amministrazione sia semplicemente un soggetto che eroga servizi ai cittadini, o non si comporti invece come un’impresa che cerca di conquistare una fetta di mercato e di conseguire una business leadership: senza dubbio la PA è market oriented quando investe risorse nella realizzazione dei portali turistici. In tali contesti le Amministrazioni devono saper comunicare più che informare, attraverso le possibilità concesse dalla multimedialità.Leggi tutto

Il Comune di Mantova e lo sportello telematico polivalente: come cambiano il front-office e gli assetti organizzativi

Paola Dugoni testimonia l’esperienza di riorganizzazione dell’Urp del Comune di Mantova che ha realizzato uno sportello unico di servizi che oltre a svolgere i compiti istituzionali dell’Urp eroga il 70% dei servizi di front office comunali attraverso sportelli polivalenti. Questa soluzione organizzativa che riguarda anche il front office ha avuto una veste tecnologica con la messa online di questo sportello: dalla rete civica si accede allo “sportellone” telematico polivalente attraverso cui il cittadino sceglie il servizio di cui ha bisogno.

Corresponsabilità storiche della pubblica amministrazione nella corruzione e nelle infiltrazioni mafiose in Calabria

E’ possibile vincere la corruzione in Calabria? E se sì occorre una strategia locale o lavorare centralmente? De Sena sottolinea come il centro senza un territorio non esiste e sostiene che, al contrario, il territorio senza centro vive meglio. Prima di corruzione, aggiunge, occorre parlare di corrosione: il mix devastante tra inefficienza della pubblica amministrazione ed efficienza della mafia. De Sena traccia le analizza le corresponsabilità storiche della pubblica amministrazione nella corruzione e nelle infiltrazioni mafiose.

Le linee di intervento del Ministero della Solidarietà Sociale in materia di CSR

L’8 Maggio scorso si è tenuto a Dresda, in Germania, il G8 dei Ministri del Lavoro, afferma Raffaele Tangorra. Un posto di rilievo, nelle conclusioni dell’incontro, è stato assegnato proprio alla CSR, in particolare rispetto alla necessità di rendere la globalizzazione un fenomeno socialmente sostenibile.Leggi tutto