Cerca: Accountability, Atti FORUM PA 2007

Risultati 51 - 60 di 159

Risultati

Il programma di comunicazione del Ministero della Difesa

Il logo del Ministero della difesa armonizza e sintetizza l’attività delle 4 strutture che lo compongono: Esercito, Marina, Aeronautica e Carabinieri. A seguito della Legge 150/00, spiega il Col. Giancarlo Rossi, si è reso necessario trovare un linguaggio e degli obiettivi comuni a queste 4 realtà, ognuna delle quali realizzava un proprio piano di comunicazione, senza alcun elemento di sintesi. Nel 2004 sono state introdotte le prime direttive e nel 2005 è stato presentato il primo lavoro congiunto.

Leggi tutto

Azioni per adeguare la PA alle esigenze dei cittadini

Il diffondersi di una cultura della riservatezza e, quindi, della protezione dei dati personali nella nostra società è una grande conquista di civiltà che si sta sempre più affermando. Se la rivoluzione digitale ha aperto spazi inediti di libertà, ha portato anche una serie di rischi. Ci troviamo di fronte ad un’antinomia che vede da una parte la società della conoscenza e dall’altra una società di controllo e di sorveglianza.

Leggi tutto

Il principio di pari opportunità nelle assemblee elettive e nella prospettiva di riforma elettorale

Dario Nardella spiega il principio delle pari opportunità nell’ambito delle assemblee elettive. Offre un quadro dei dati raccolti da istituti di ricerca e analizza gli aspetti delle prospettive di riforma della legge elettorale. Descrive i principi costituzionali e quelli dei trattati comunitari che sanciscono le pari opportunità nell’accesso alle cariche elettive. Traccia un quadro della composizione di alcuni parlamenti europei. Offre i dati sulla partecipazione alla vita politica attiva e in senso più generale delle donne.

Leggi tutto

Le dinamiche della comunicazione in una prospettiva di genere. L'immagine femminile nei programmi d'informazione

Catherine Spaak dichiara che lo statuto dell’immagine femminile diffuso dalla televisione soffre di un grave deficit di natura valoriale. Per quanto riguarda il settore dell’informazione se si equivalgono numericamente gli inviati di sesso maschile e femminile, pochissime sono le donne che entrano nelle stanze in cui si stabiliscono le soglie di notiziabilità. Nel contesto dell’informazione le donne spesso sono autorevoli ma non hanno autorità: visibilità senza potere.

Leggi tutto

Maternità, lavoro e discriminazioni: il ruolo delle Consigliere di Parità

Isabella Rauti descrive il ruolo delle consigliere di parità. In occasione dell’anno europeo sulle pari opportunità sono state individuate sei categorie soggette a discriminazione e, tra queste, quella di genere. L’Italia è stata indicata come il Paese che registra il primato negativo di discriminazione di genere, molte di queste in ambiente lavorativo. Il fenomeno della differenza salariale di genere è un’altra forma di discriminazione perpetuata rispetto alle donne.

Leggi tutto

Il Dipartimento per l’informazione e l’editoria e la comunicazione pubblica dopo la Legge 150/00

Con l’entrata in vigore della Legge 150/00, è iniziata anche per il Dipartimento una fase di innovazione, afferma Paolo Peluffo. Per attuare il dettato legislativo, e quindi realizzare un piano di comunicazione annuale, diventa necessario, in primo luogo, un lungo periodo di valutazione, durante il quale analizzare ogni singolo momento del processo di ideazione della campagna, per essere certi che i risultati prodotti siano poi coerenti con gli obiettivi predefiniti.

Leggi tutto

Consapevolezza e autostima di sé: la chiave per le donne

Federica Cochi introduce l’incontro “Per una PA al femminile: corsi per l’empowerment delle donne – Secondo corso: Leadership e autostima a supporto della valorizzazione delle differenze di genere”. Nel secondo intervento Federica Cochi riprende il concetto di identità unendolo al tema della consapevolezza di sé e all’autostima quali elementi necessari di un percorso, fatto di scelte, che porta la donna, e in generale l’essere umano, a conoscere la propria identità.

Leggi tutto

L'identità femminile: tra vantaggi e penalizzazioni

Giuseppe Innamorato, sia nel primo che secondo intervento, insieme alle persone presenti in sala stila un elenco di aggettivi e parole che rendono l’idea di ciò che significa essere donna oggi e quali sono le ragioni che hanno portato le donne a vivere situazioni “lavorative” più difficili rispetto agli uomini. Il risultato è una serie variegata di significati e di identità femminili, tutte distinte fra loro ma correlate.

Approccio di marketing e comunicazione pubblica: verso un incontro possibile?

Realizzare un incontro virtuoso tra approccio di marketing e comunicazione pubblica è parso a Claudio Bosio il modo per sintetizzare la sfida posta dal Dipartimento a GfK Eurisko quando, all’inizio della sua attività, ha richiesto un frame of reference all’interno del quale poter sviluppare, gestire e valutare gli effetti della propria attività.

Leggi tutto

APQ in rosa: il valore aggiunto per le donne

Monica Roberti presenta APQ in Rosa e l’Osservatorio Quadrius, strumenti realizzati per valorizzare al meglio le capacità e le competenze delle donne.