Cerca: Accountability, Atti FORUM PA 2007

Risultati 141 - 150 di 159

Risultati

Anima per il sociale

Maria Pia Ruffilli presenta l’attività dell’Associazione Anima nell’ambito della coesione sociale. L’obiettivo di Anima è di diffondere tra le aziende del territorio di Roma e Lazio la cultura della responsabilità sociale d’impresa affinché ci sia, da parte delle imprese, una volontà di creare profitti senza dimenticare il benessere comune. Anima collabora con istituzioni e aziende nell’ottica di garantire servizi e soluzioni migliori a problemi concreti soprattutto per le fasce della popolazione più a rischio come gli anziani con progetti mirati.

Comune di Roma e Carabinieri: insieme per la sicurezza dei bambini

Mariolina Iaria sottolinea l’importanza del progetto “Sono piccolo ma penso in grande” e della collaborazione con il Corpo dei Carabinieri. Il Comune di Roma si è occupato dell’individuazione delle 6 scuole, ubicate in varie zone di Roma, con l’obiettivo di rappresentare la realtà diversificata della città di Roma. Per il Comune era importante verificare il concetto di sicurezza dei bambini e il bisogno di sicurezza degli stessi.

L'esperienza dell'Istituto "Alfieri - Lante della Rovere"

Carla Alfano racconta l’esperienza dell’Istituto sottolineando quanto il questionario proposto sia stato accolto positivamente, anche rispetto ad altre indagini svolte da altri enti. Dalla ricerca emerge che la percezione dei bambini sui Carabinieri, rispetto al passato, è deicisamente positiva.

"Sono piccolo ma penso in grande". L'esperienza della Children Satisfaction

Mariano Bardi presenta il progetto “Sono piccolo ma penso in grande” realizzato in collaborazione con il Comune di Roma e 6 scuole di Roma. L’iniziativa rientra nella “Customer satisfaction”, rinominata “Children satisfaction” per il target a cui si rivolge, e ha l’obiettivo di testare il livello di soddisfazione degli adolescenti in materia di sicurezza e di orientare così l’Arma, il Comune e le Scuole, affinché possano individuare possibili linee d’intervento nell’ambito delle proprie competenze.

Il progetto "Sono piccolo ma penso grande" dal punto di vista sociologico

Anna Maria Coramusi encomia il lavoro svolto dal Corpo dei Carabinieri e dal Comune di Roma sottolineando la bravura e l’accuratezza, da esperti sociologi, nello scegliere le scuole, il territorio e il campione a cui somministrare il questionario. Indagini di questo genere permettono di conoscere la percezione dei bambini verso le problematiche loro rivolte realmente; il questionario, somministrato in forma anonima, dà la possibilità all’individuo di rispondere liberamente senza limitazioni o costrizioni.

Le due dimensioni della comunicazione sul web: contenuto e relazione con gli utenti

Stefania Panini parla della sua esperienza di consulente per la formazione sulla scrittura dei contenuti del sito della Provincia di Milano. La Relatrice ha lavorato su una scrittura, che, soprattutto nelle risposte, tenesse conto di intenzioni e bisogni degli utenti, che fosse professionale ed allo stesso tempo umana. In generale, la comunicazione sul web contiene due dimensioni forti: il contenuto, che deve essere chiaro, semplice e sintetico e la dimensione della relazione.Leggi tutto

L’URP della Provincia di Milano: la comunicazione on-line ed il modello organizzativo adottato

Licia Betterelli racconta come l’URP della Provincia di Milano sia dedicato agli aspetti di usabilità, accessibilità e di semplificazione del linguaggio della comunicazione on-line, ed abbia adottato un modello di organizzazione del lavoro trasversale e di rete. Il front office si occupa di rispondere alle richieste utilizzando i diversi canali di relazione con i cittadini e accettando e valutando le proposte e i suggerimenti.Leggi tutto

I privilegi della classe politica

Il politico, a qualsiasi livello, è un cittadino privilegiato, sostiene Leonardo Lo Tufo, non solo in virtù delle indennità o agevolazioni di cui gode, quanto per l’infinito reticolo di facilitazioni all’accesso di beni e servizi di cui dispone. Conseguenza necessaria di questo suo status è la mancata percezione del disagio vissuto dagli altri, di cui egli non è in grado di comprendere le sfaccettature e soprattutto la pregnanza. Quel politico è, tuttavia, anche colui che, con le sue decisioni, può innescare un processo di cambiamento.Leggi tutto

L’effettività delle decisioni della Commissione per l’accesso

Il ruolo svolto dalla Commissione per l’accesso è piuttosto nuovo, afferma Claudio Rossano, per l’attività contenziosa che espleta in materia di diritto di accesso nel nostro ordinamento. Essa non opera in alternativa rispetto all’autorità giudiziaria, ma serve ad attuare una deflazione dei numerosi ricorsi rivolti agli organi giurisdizionali, in primo e in secondo grado. L’art.Leggi tutto

Il rischio di deriva della democrazia italiana

Negli ultimi tempi si registra, afferma Luciano Vandelli, un’attenzione, quasi senza precedenti, sulla crescente disaffezione dei cittadini dalla politica, sulla scarsa fiducia nei partiti, e sul tema dei costi della politica. Il rischio è che si verifichi una sorta di deriva della nostra democrazia, dovuta ad una progressiva presa di distanza dei cittadini dal funzionamento delle istituzioni.Leggi tutto