Cerca: Accountability, Atti FORUM PA 2007

Risultati 111 - 120 di 159

Risultati

Il Bilancio Sociale dell’INPS

La redazione del bilancio sociale dell’INPS spetta al CIV, Consiglio di Indirizzo e Vigilanza, spiega Francesco Lotito, che con le proprie linee di indirizzo orienta le scelte strategiche dell’istituto. Per assolvere a questo compito, tuttavia, il CIV si è dovuto confrontare con alcune questioni basilari relative innanzitutto alle modalità di redazione del bilancio di un ente che nel proprio acronimo già racchiude un esplicito riferimento alla funzione sociale.Leggi tutto

Le campagne di vaccinazione: il punto di vista delle ASL

Giovanni Russo presenta il suo punto di vista, in qualità di Direttore Generale, nei confronti delle campagne di vaccinazione e della prevenzione. Oggi è necessario educare il cittadino ad una nuova cultura della prevenzione per la tutela e la salvaguardia del benessere. Russo affronta anche il tema dei fondi e delle risorse finanziarie a disposizione.

Proposte operative per la lotta alla corruzione: ancora molte ombre sulla penisola italiana

Locatelli chiede chiarimenti sull’opportunità di fare ricorso ad un denunciante civico per contrastare la corruzione, attraverso un sistema di premi. Nerozzi e Vicanolo, con alcune riserve, si dichiarano favorevoli. Iannantuono solleva alcune critiche sulla proposta. Davigo ritiene che pagare i denuncianti non sia una soluzione efficace e sottolinea come la repressione della corruzione in Italia non sia omogenea: in vent’anni a Reggio Calabria risultano due condanne per corruzione. Il sistema è più impermeabile dove è più pervasivo: si scopre meno corruzione dove ce ne è di più.

Per cambiare le regole della politica occorrono coraggio e coerenza.

Nerozzi parla delle modifiche avvenute nel passaggio tra la prima e la seconda Repubblica. Entra nel merito della dicotomia settore pubblico/privato e accenna ad una polemica per alcuni emendamenti che il sindacato CIGL aveva chiesto di inserire in Finanziaria. Nerozzi aggiunge che la CGIL aveva proposto di rendere pubblici la dichiarazione dei redditi di politici e sindacalisti ma la proposta non è passata. Nerozzi ritiene che occorra coraggio politico per cambiare le regole e far sì che quelle esistenti possano essere applicate.

Il Formez e la rete Ripam: etica e innovazione nella pubblica amministrazione attraverso una comunità di attori

Carlo Flamment introduce il tema del seminario “Etica e innovazione: la rete delle amministrazioni Ripam” evidenziando il ruolo che l’etica ha come strumento in grado di coniugare la legittimità dell’azione amministrativa con i suoi obiettivi e risultati. L’istituto Formez, aggiunge, sta realizzando corsi di formazione per supportare la capacity building del personale non solo in Italia ma anche in Europa. L’auspicio è che si possa realizzare una comunità di attori sempre più ampia e attiva.

Le sfide etiche della pubblica amministrazione nel nostro secolo

Tadeusz Lewicki pone una serie di interrogativi sul tema dell’etica all’interno dell’amministrazione del settore pubblico. L’etica, afferma Lewicki, per essere effettiva e non rimanere puro concetto astratto, deve prendere la realtà come punto di partenza e misurare rispetto ad essa le distanze dai precetti deontologici. Le buone regole etiche per essere efficaci devono minimizzare i confini di disaccordo. I principi devono essere evolutivi poiché la regola è un confine che risolve ma non annulla i casi dubbi.Leggi tutto

Il ruolo della Guardia di Finanza e gli strumenti operativi per la lotta alla corruzione

Giuseppe Vicanolo descrive le attività investigative condotte dalla Guardia di Finanza che, secondo il proprio ruolo istituzionale di polizia economica finanziaria, è coinvolta in prima linea nella lotta alla corruzione. Egli descrive i sistemi messi a punto dalla criminalità organizzata per sfuggire ai controlli fiscali. Vicanolo illustra i dati registrati dalla Guardia di finanza su reati commessi contro la pubblica amministrazione nel 2006 attraverso i quali si registra un aumento del 50%.Leggi tutto

Strategie per abbassare il tasso di corruzione nel nostro Paese: esperienze a confronto.

Davigo ritiene che non ci sia nessuna ragione per ritenere che il livello di corruzione nel nostro Paese sia diminuito dal momento che non ne sono state rimosse le cause. E’ ragionevole ritenere che questa sia aumentata a discapito della capacità repressiva. E’ pure vero, aggiunge, che gli indici di corruzione percepita sono un terreno scivoloso ma è il parametro utilizzato dagli investitori e dalle aziende per fare delle scelte. Studiare il fenomeno della corruzione è il primo passo da compiere.Leggi tutto

Strumenti di autenticazione in rete per l’accesso ai servizi e alle informazioni: il modello di Postecom

Renzo Ullucci presenta gli elementi che bisogna tenere in considerazione per la certificazione degli scambi di informazioni digitali. Fa riferimento ad alcuni articoli del codice dell’amministrazione digitale. Spiega in che modo la carta d'identità elettronica e la carta nazionale dei servizi costituiscano strumenti per l'accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni. Aggiunge che il progetto People è un esempio di schema organizzativo in fatto di sistemi di identificazione ed erogazione di servizi digitali.Leggi tutto

L’identità digitale per l’accesso ai servizi e alle informazioni in rete

Ioletta Pannocchia illustra la carenza di cultura sull’amministrazione digitale registrata durante alcuni corsi di formazione nella pubblica amministrazione e sottolinea l’esigenza di rinnovare la pubblica amministrazione per competere in un mercato internazionale. Pannocchia prospetta un unico profilo per il cittadino che si interfaccia con le pubbliche amministrazioni. Descrive poi le condizioni abilitanti che consentono alla PA di erogare servizi online e analizza i vari livelli di interattività dei servizi. Pannocchia offre un quadro normativo sull’amministrazione digitale.Leggi tutto