Cerca: Atti FORUM PA 2011, banda larga

5 risultati

Risultati

La Larga Banda della Pubblica Amministrazione

Alex Curti presenta la proposta per l’Agenda Digitale del Movimento Cinque Stelle inerente la banda larga. La pa per Curti non deve essere un consumatore di servizi digitali, ma un produttore, spostando le risorse econome dalla spesa corrente (canone per l’acquisizione di servizi di connettività) al conto capitale (infrastruttura di proprietà dell’amministrazione). In questo modo internet diverrebbe un bene comune. Una proposta che poggia sull’esperienza concreta della Provincia di Milano che Curti descrive nel dettaglio.

Leggi tutto

Dare la fibra in proprietà all'utente

E' possibile realizzare un accesso in fibra ottica con piena copertura territoriale e senza oneri per lo stato, semplicemente dando la fibra in proprietà all'utente. La soluzione – Customer ownership of the local loop – è stata pubblicata su Telecommunication Policy del 1996.
Mantenendo l'attuale rete degli operatori, rimangono aperti tutti i problemi (regolatorio: accesso degli operatori all'ultimo miglio; economico: ritorno dell'investimento; strategico: inventare i servizi; finanziario: trovare il denaro).

Leggi tutto

Dare la fibra in proprietà all'utente

Riportiamo le slide inviateci da Dino Bortolotto, presidente di Assoprovider in occasione del convegno "Il percorso della Digital Agenda Italia" a FORUM PA 2011.

L'impegno del Ministero dello Sviluppo Economico per l'Agenda Digitale

Salvatore Lombardo presenta l’impegno del Ministro dello Sviluppo Economico per l’Agenda Digitale, concentrati sul tema dell’infrastrutturazione di rete. Negli ultimi anni il digital divide si è ridotto anche grazie all’attività della società Infratel che ha permesso di collegare a banda larga oltre 3 milioni di cittadini. Le previsioni indicano una copertura del 98% del territorio nazionale entro il 2013. Per quanto riguarda la rete di nuova generazione l’obiettivo è la copertura di almeno il 50% delle utenze domestiche connessi ameno a 100 Mb/s entro il 2020.

Leggi tutto

Il futuro delle reti Wireless Metropolitane

Il secolo in corso sta vivendo un cambiamento tecnologico e sociale epocale passando dalla trasmissione di messaggi a grandi masse, come nella radio o nella televisione, ad un nuovo paradigma di comunicazione di massa dove con questo termine non si identifica più solo il numero dei destinatari, ma, soprattutto, il numero dei mittenti e la quantità e variabilità dei contenuti.

Leggi tutto