Cerca: Atti FORUM PA 2009

Risultati 31 - 40 di 583

Risultati

Gli investimenti della Regione Lazio per una politica di sicurezza integrata

Nella definizione di un programma per la sicurezza, la Regione Lazio ha puntato sulla collaborazione con i comuni per migliorare la percezione dei cittadini e offrire quella garanzia di sicurezza che viene richiesta dal territorio. La risposta, per creare una politica della sicurezza realmente integrata, non può che essere che un'allenza non solo tra gli enti del territorio, ma anche tra questi ed il Governo centrale.Leggi tutto

Dal principio alla prassi, la riforma del lavoro pubblico nei suoi aspetti applicativi

Leonello Tronti contesta il fatto che con la legge delega e il decreto si sia voluto limitare lo spazio della contrattazione affermando che essi ribadiscono principi già contenuti nei dispositivi legislativi precedenti. La vera rivoluzione, afferma, è nell’applicazione del principio che la valutazione definisce chi premiare e la contrattazione definisce quanto premiare.Leggi tutto

Nuove forme di dialogo pubblico-privato per il settore Ict

Pubblica amministrazione e imprese devono trovare delle modalità di dialogo che facilitino il loro rapporto e consentano di adottare forme contrattuali adeguate al settore Ict e ricerca. Questo settore, infatti, ha delle particolarità per cui un progetto Ict non porta solo all’acquisizione di singoli strumenti innovativi, ma fa parte spesso di progetti più complessi: l’Ict in sé è portatore di conoscenze e innovazione, produce benefici diversi rispetto all’infrastruttura classica.Leggi tutto

Il patto di stabilità e l'assenza di autonomia finaziaria degli enti locali

L'assenza di autonomia finanziaria per gli enti locali significa assenza di autonomia politica e si traduce nell'impossibilità per gli amministratori di attuare appieno i loro programmi di mandato. Se, inoltre, come emerge dai dati, 3/4 degli investimenti pubblici provengono dalla PA locale, l'assenza di autonomia finanziaria influisce negativamente sulla crescita economica dell'intero Paese.Leggi tutto

Puntare sugli enti locali per la ripresa economica

L’ANCI, l’UPI, la Lega delle autonomie da sempre si battono per richiamare l’attenzione sul ruolo che gli enti locali sono chiamati a svolgere per soddisfare bisogni pubblici in continua espansione, specie in campo sociale.Leggi tutto

Verso una visione integrata del welfare

Il Presidente Mastrapasqua sottolinea l’importanza dell’approccio globale del libro bianco, dove per la prima volta la previdenza, la salute, l’assistenza, l’inclusione, la formazione, la produzione e la ricchezza vengono insieme valutate e studiate. All’interno della cornice lì delineata, dentro la quale si ritiene e si auspica che l’Italia si muova, Mastrapasqua sostiene la necessità di impegnarsi in una giusta educazione al welfare perché – dice – noi trasformiamo le risorse in prestazioni ma raramente trasformiamo le risorse e le prestazioni in un’azione preventiva.

Le professioni: risorsa per il nuovo welfare

Amedeo Bianco loda l’approccio multidisciplinare al tema della vita buona in una società attiva che è contenuto nel libro bianco e che conferma come un moderno welfare debba essere il punto di sintesi di tante politiche che devono coordinarsi e cooperare: quelle del lavoro, quelle della sanità e quelle dell’assistenza. In questo senso Bianco sottolinea l’importanza dell’apporto delle professioni sanitarie nella governance del sistema e difende il servizio pubblico e il modello Beveridge al quale il sistema di welfare italiano fa riferimento.

Nuove esperienze formative per la AUSL di Ragusa

A fronte di esigenze sempre maggiori da parte delle strutture sanitarie e degli operatori, l'AUSL di Ragusa ha sperimentato esperienze formative più innovative. Il progetto Salus.net ne è un esempio. Nato nel 2006 con l'obiettivo di sfruttare le potenzialità della tecnologia per offrire una formazione a distanza, il progetto è realizzato in collaborazione con l'ULSS 8 di Asolo e altre realtà italiane. Manno evidenzia criticità e potenzialità dell'e-learning e lo stato dell'arte oggi in Italia.

Sicurezza stradale: mezzi e tecnologie di controllo in Svizzera

Neve, grande traffico di veicoli pesanti e gestione della Galleria del San Gottardo: sono le principali criticità per la sicurezza stradale nel Cantone Ticino. La relazione presenta le misure adottate in Svizzera e, in particolare, in questo Cantone di frontiera, dove ogni giorno entrano dall'Italia circa 150mila persone. Dopo l'incidente del 2001 nella Galleria del San Gottardo, che causò 11 morti, è stato adottato un contingentamento dei veicoli in entrata, per evitare un traffico eccessivo.Leggi tutto

Aspetti normativi di SPC

Per realizzare una rete come SPC era necessario l’intervento del legislatore? Da questo quesito muove il contributo di Enrico De Giovanni, che ripercorre i principi strategici stabiliti ex lege e chiarisce i ruoli istituzionali così come definiti nel dettato costituzionale e nel testo del CAD, condiviso in Conferenza Stato-Regioni.