Cerca: Atti FORUM PA 2009, giustizia digitale

9 risultati

Risultati

Obiettivi e risultati della nuova procedura di ricorso on-line

Sono numerosi gli aspetti positivi della messa on line di servizi per la gestione dei contenziosi amministrativi: un'ottima infrastruttura del portale, una maggiore integrazione del portale con il sistema operativo interno e la possibilità di censire gli utenti. Chiodo ripercorre le modalità di compilazione dei moduli on line.

Il contenzioso amministrativo in materia tariffaria tra dematerializzazione del cartaceo ed interattività con il cliente esterno

L'utilizzo delle più moderne tecnologie ha reso possibile la realizzazione di procedure per la gestione dei contenziosi amministrativi molto più snelle e immediate rispetto al passato. Questo ha permesso di offrire al cliente un servizio più efficiente con un notevole risparmio di tempo e risorse impiegate. La Toriello analizza criticità ed aspetti positivi del passaggio dal cartaceo al digitale dei procedimenti di contenzioso dagli anni '90 ad oggi.

Contenzioso amministrativo. I ricorsi on line

In un processo di modernizzazione della PA e dei rapporti tra imprese, Pubblica Amministrazione e cittadini, si colloca il progetto dell'INAIL per la gestione dei contenziosi amministrativi attraverso il ricorso on line. Con l'obietto di semplificare le procedure amministrative e di risparmiare tempo e risorse economiche, l'INAIL, grazie anche ad un uso sempre più capillare delle moderne tecnologie, mette a disposizione dell'utente la possibilità di fare ricorso on line attraverso specifiche procedure.

L’organizzazione per un servizio efficiente degli uffici giudiziari

Il principio della buona organizzazione e dell'efficienza della funzione giurisdizionale ha ormai valore costituzionale grazie all’enunciazione della regola della ragionevole durata del processo a seguito della riforma dell’art. 111 della Costituzione e non può ridursi quindi ad un semplice problema di risorse.Leggi tutto

Le eccessive sperimenazioni e la fammentazione sul territorio come fattore di criticità nell'informatizzazione del sistema giudiziario

Per Davide Giacalone la giustizia italiana versa in condizioni di estrema difficoltà con un costo enorme per la collettività anche in termini di mancati investimenti, nonostante il nostro sistema giudiziario sia tra i più informatizzati e telematizzati del mondo con circa 7.000 server dislocati in 169 sedi. Questo perchè l'informatizzazione è avvenuta senza una logica centrale organizzata e ben concepita, sì è infatti frainteso il concetto di autonomia e indipendenza moltiplicando le sperimentazioni e la confusione sul territorio.Leggi tutto

Le tappe della digitalizzazione del sistema giudiziario

Nell'ambito del piano per la giustizia digitale, l'impegno del Ministero per giugno 2009 è quello di avviare le notificazioni telematiche. A Milano il sistema è già operativo e coinvolge 4.000 avvocati con una partecipazione totale dell'ufficio giudiziario. L'attivazione su scala nazionale inciderà su 2 milioni di atti e comporterà una riduzione del 50% dei costi che attualmente si aggirano attorno ai 31 milioni di euro.Leggi tutto

Le novità del piano per la giustizia digitale

Uno dei primi protocolli di intesa per la PA digitale firmati dal nuovo Governo è quello Alfano-Brunetta sul piano per la digitalizzazione della giustizia. Per Luigi Giuseppe Birritteri una tappa fondamentale del piano è la presentazione del disegno di legge sulla digitalizzazione dei processi perchè incide sulla velocità e sui costi dei procedimenti stessi.Leggi tutto

Le attività del CNIPA per la Giustizia

Per Floretta Rolleri il problema principale del sistema giudiziario è quello organizzativo, che vede le diverse realtà territoriali operare delle scelte autonome troppo spesso frammentarie e non esportabili.Leggi tutto

Il sistema di cancelleria telematica in Regione Toscana

Leonardo Borselli illustra il sistema di cancelleria telematica che la Regione Toscana ha attivato nell'ambito del Programma Regionale della Società dell’Informazione nato per semplificare i servizi per cittadini ed imprese. La Regione, sottolineando l'importanza di convergere sugli obiettivi e di fare sistema sul territorio, ha collaborato con la Corte d'Appello, mettendo a disposizione le proprie infrastrutture telematiche per la realizzazione dei servizi di comunicazione fra le cancellerie dei tribunali e gli avvocati al fine di ridurre tempi e costi derivanti dalla loro interazione.Leggi tutto