Cerca: Atti FORUM PA 2009

Risultati 1 - 10 di 583

Risultati

Indagine su un campione di 800 iniziative della PA per l'integrazione dei disabili col supporto dell'ICT

Nell'ottica di offrire servizi efficaci e migliori ai cittadini, la Pubblica Amministrazione cosa fa per facilitare la fruibilità di servizi da parte delle fasce più svantaggiate e per promuovere una maggiore integrazione sociale? E come può la Pubblica amministrazione integrare al meglio al suo interno i dipendenti portatori di disabilità per far sì che siano delle risorse e non "obblighi"? Su questa tematica verte l'indagine svolta dalla Fondazione ASPHI, in collaborazione con FORUM PA, nell'ambito del premio P.A. Aperta.Leggi tutto

Il Forum Nazionale sui Patrimoni Immobiliari Pubblici: valorizzare le best practice per diffondere una nuova cultura e prassi manageriale nel settore

Il Forum Nazionale sui Patrimoni Immobiliari Pubblici si propone di esplorare gli attuali scenari di sviluppo dei processi di gestione e valorizzazione dei patrimoni immobiliari pubblici, tentando di analizzare i nodi aperti del settore. Al tempo stesso l'obiettivo è quello di valorizzare le esperienze più innovative realizzate in partnership tra gli Enti Pubblici e gli operatori privati, allo scopo di favorire la diffusione di una nuova cultura manageriale ancora poco presente nell'ambito dell'Amministrazione Pubblica.

La lezione di Adriano Olivetti

Tracciando il contesto economico, politico e sociale della vita e dell’operato di Adriano Olivetti, Stefano Rolando definisce il libro di Ristuccia come “il racconto del percorso di una personalità con i piedi in azienda, la testa nella vita sociale e gli occhi rivolti al bisogno di coesione e coerenza tra lavoro, vita quotidiana e destini di una comunità”.

Riflettere su riforme, riformismo e riformatori

Per Ferruccio Sepe la biografia intellettuale di Adriano Olivetti da specchio dei tempi diviene occasione fertile per un attualissimo dibattito sul raccordo tra imprese e istituzioni pubbliche e, più in generale, sul rapporto tra politica e etica, convinzione e responsabilità. Le parole chiave sono “riforme, riformismo, riformatori”, nell’ottica di costruire una più piena democrazia

Il Libro bianco sulla creatività

Nel nostro Paese si contano 12 settori che possono rientrare nella stima della ""creatività"", con un apporto del 9,5% in termini di Pil e del 11,8% in termini di occupazione. Così la creatività in maniera sempre crescente lega a sé le sorti e le trasformazioni di molti territori. Il libro, presentato da Stefano Rolando, cerca di fare un inventario e un’analisi di quanto c’è e fa 50 raccomandazioni “per governare al meglio una parola difficile”.

"Use open standards or you're wasting money "

La gendarmerie francese è la più grande PA nel mondo passata a soluzioni open, con risparmi di 50 milioni di euro in licenza e manutenzione dal 2004 ad oggi. Insieme a questo case study, Gis Hillenius propone altre esperienze di PA che in Europa hanno scelto di passare all’OS, sottolineandone i vantaggi conseguiti e presentando gli strumenti a sostegno dell’OS messi in campo dalla UE, in primis la EUPL - European Union Public License.

Il portale del Ministero dell’Interno: una comunicazione istituzionale riuscita

La comunicazione istituzionale svolge un ruolo fondamentale per ricreare un rapporto fiduciario con il cittadino. Tuttavia, creare una comunicazione istituzionale non è cosa semplice. La comunicazione, infatti, non è la semplice trasmissione di contenuti, bensì la ricreazione di un sistema di valore che trova origine anche nell’intero lavoro operativo dell’amministrazione che la gestisce, la quale deve essere capace di creare e gestire dei contenuti che siano rappresentativi dell’istituzione ma che allo stesso tempo siano facilmente e immediatamente fruibili dal cittadino.Leggi tutto

Il ruolo del tecnico dell'ente locale nell'iter realizzativo delle opere pubbliche

UNITEL ha come obiettivi statutari la valorizzazione professionale dei tecnici degli enti locali ed il miglioramento dei servizi alla collettività reso dagli uffici tecnici delle amministrazioni. Bernardino Primiani dopo aver presentato l'associazione, apre il convegno approfondendo il ruolo del tecnico nell'iter realizzativo delle opere pubbliche anche alla luce delle recenti novità normative, che, purtroppo. riducendo gli incentivi ed i meccanismi di premialità, ne sviliscono professionalità e compiti.

Come cambia il profilo dei tecnici della PA alla luce del nuovo codice degli appalti

Per Giuseppe Chinè ad oggi non esiste una disciplina sedimentata nel settore degli appalti pubblici e questo rapppresenta una enorme difficoltà per i tecnici della pubblica amministrazione che nel nuovo codice degli appalti assumono un nuovo ruolo e maggiori responsabilità. Tale complessità esige che i tecnici cambino volto, aggiornando la loro professionalità ed acquisendo competenze inerenti al diritto ed alla giurisprudenza. Naturalmente in questo contesto non possono mancare meccanismi premiali ed incentivi alla formazione continua.

I livelli della progettazione definiti dal nuovo codice degli appalti

Nei procedimenti di realizzazione di opere pubbliche gli errori progettuali rappresentano le cause maggiori di contenzioso tra pubbliche amministrazioni committenti ed imprese. Nel nuovo codice degli appalti sono elencati in maniera ben precisa i compiti che il tecnico progettista è chiamato ad assolvere e sono indicati con estremo dettaglio le componenti necessarie del progetto. Il testo, inoltre, introduce la novità dei tre livelli di progettazione:dalla fase preliminare alla progettazione esecutiva, sino al controllo sulla realizzazione dell'opera.