Cerca: Atti FORUM PA 2008, creatività

7 risultati

Risultati

FORUM PA per la diffusione della conoscenza.

Intervenendo al Knowledge Cafè sull’e-democracy, Gianni Dominici presenta l’impegno di FORUM PA a farsi agente di supporto per la PA nella sua ricerca di nuovi modi di lavoro e di collaborazione, in linea con la sua volontà di rappresentare un luogo fisico, ma anche virtuale sempre aperto alla discussione e al confronto per innovare nella PA.

Gli investimenti delle Autonomie Locali per la cultura e i progetti di gestione

Roberto Grossi porta il punto di vista delle autonomie locali nel dibattito sul finanziamento e la gestione del settore dei beni culturali. Nella sua ottica esiste un forte elemento di socialità che impedisce che la responsabilità maggioritaria nella gestione dei beni culturali vada al mercato. Propone un modello che contempli l’integrazione del pubblico con il privato in una ottica di cogestione, mentre restino in capo all’istituzione pubblica l’incidenza sui prezzi, la definizione delle politiche sociali, la garanzia del diritto di accesso alla cultura.Leggi tutto

La generazione di senso nel vivere contemporaneo

Luca de Biase affronta la questione della creatività e della cultura contemporanee partendo dall’esigenza della narrazione, ovvero dalla necessità dello sviluppo di una capacità di interpretare e raccontare quali sono “le tracce che il futuro ci ha già lasciato nel presente” per dedurne una progettualità personale ma anche collettiva.

Rapporto Creatività: il modello italiano di creatività

Il sistema delle industrie culturali e delle attività di tipo creativo in Italia è, in realtà, un macrosettore non censito dall’ISTAT che vale circa il 10% del PIL. Il Rapporto studia questo macrosettore ed intende ricercare il modello italiano di creatività in riferimento alle componenti tecnologiche che la sostengono, ma anche alla qualità sociale cui essa spesso si accompagna.

Leggi tutto

La creatività e la cultura del progetto dal design alla Pubblica Amministrazione

Per Andrea Granelli la sfida da affrontare nel nostro Paese è quella di trasformare la creatività in azioni concrete. La prima di queste iniziative, suggerita nel Rapporto, è volta a rilanciare la cultura della creatività e del progetto presenti nel design in altri settori e, soprattutto, nella Pubblica Amministrazione. E’ necessario quindi portare la cultura del digitale e del virtuale dentro i prodotti fisici e tradurre la creatività in buona progettazione e in managerialità.

Leggi tutto

Innovazione territoriale mediante nuovi format di comunicazione

La rete è il nuovo spazio pubblico e in quanto tale abbiamo bisogno di creare, sperimentare e inventare nuovi format di comunicazione al suo interno. La creatività sociale non riguarda più la condizione espressiva, bensì una sperimentazione che non sia più solo artistica, di nicchia, ma che riguardi realmente la condizione diffusa della nostra evoluzione.

Leggi tutto

La promozione dell’identità innovatrice italiana

Umberto Vattani declina il tema dell’innovazione rispetto alle specificità della promozione del Made in Italy sui mercati globalizzati. Innovare significa allargare orizzontalmente i settori di esportazione senza fossilizzarsi sulle tradizionali eccellenze ma anche - per il Presidente dell’ICE - approfondire in verticale il panorama dei processi, che sono capaci di dare all’imprenditoria italiana un’identità di grande qualità riconoscibile all’estero. Ingegno e creatività dunque, ma in un’ottica di sistema.