Cerca: Atti FORUM PA 2008, semplificazione

Risultati 1 - 10 di 22

Risultati

Il manager e l'innovazione: uno stimolo per la PA

La burocrazia frena le aziende e le spinge verso il basso nella competizione globale : 14 mildi di € la spesa annuale per oneri amministrativi. Altrettanto pesante è il costo per i singoli cittadini. Leggi e leggine ma anche la percezione di una carenza nel funzionamento della macchina amministrativa. La dirigenza pubblica può reagire anche in presenza dei vincoli e degli effetti negativi della legge Bassanini, mutuando i principi di management delle aziende private?Leggi tutto

Quanto incide la PA nella vita quotidiana: un fattore da non dimenticare!

Partendo dal proprio percorso personale e dal raffronto tra esperienze diverse, in campo privato e in campo pubblico, Eliana De Martiis evidenzia caratteristiche e criticità della PA italiana, portando per conoscenza diretta l’esempio della Regione Lombardia. Privato e pubblico sono due mondi lontani per molti aspetti: nella PA manca l’Organizzazione con la O maiuscola che c’è nelle realtà private e spesso, in effetti, accadono cose davvero difficili da immaginare per chi non si trova all’interno di questo sistema.

Leggi tutto

Risultati della XV legislatura e impegni dell’attuale legislatura per le liberalizzazioni

Nel suo intervento Gianfrancesco Vecchio propone una riflessione in tema di concorrenza e competitività nell’ottica della Strategia di Lisbona a partire dalla mappatura di quanto fatto nella scorsa legislatura. I temi sono quelli della semplificazione e delle liberalizzazioni, intese come elementi di spinta alla competitività. Tra gli impegni futuri vi è il recepimento della cd Direttiva.Leggi tutto

Come trasformare la direttiva Bolkestein in una opportunità

La semplificazione è una politica multilevel, affermazione che nella pratica si rivela meno banale di quanto possa sembrare. L’attuazione dei principi della direttiva Servizi richiede, infatti, uno straordinario impegno e una forte cooperazione tra tutti i livelli istituzionali (Governo, Regioni e autonomie locali), ma anche tra tutte le amministrazioni statali interessate.Leggi tutto

Rapporto PA e imprese attraverso l'analisi e l'utilizzo degli strumenti di rendicontazione sociale e customer experience

Una pubblica amministrazione inefficiente, una pressione fiscale eccessiva, un mercato del lavoro troppo rigido, uno stato sociale carente, rappresentano altrettante cause di scarsa competitività di un paese. Nei rapporti con le imprese è necessario che la pubblica amministrazione rendiconti del suo operato e comunichi con un linguaggio semplice e non burocratizzato, che permetta di dialogare più facilmente: i moderni strumenti di rendicontazione, quali il bilancio sociale, il rapporto annuale e la carta dei servizi permettono infatti una migliore accountability.Leggi tutto

Razionalizzazione e semplificazione dei SUAP della Sardegna

La relazione illustra un articolo, contenuto nella Legge finanziaria regionale 2008 della Sardegna, che prevede la semplificazione degli adempimenti burocratici connessi all'attività d'impresa. L'articolo amplia le competenze del Suap (Sportello unico per le attività produttive) facendone l'unico interlocutore nei confronti delle imprese. I tempi per l'avvio dell'attività di impresa non dipendono più dai tempi autorizzatori delle Pa e c'è una forte responsabilizzazione sia delle imprese che della Pa stessa.Leggi tutto

Semplificazione verso le imprese: una esperienza di network

Il recepimento entro il 2009 della direttiva per la libera circolazione dei Servizi deve essere lo spunto per una riflessione sulla centralità del ruolo svolto dalle amministrazioni comunali attraverso lo Sportello Unico per le Attività Produttive. Ruolo che la Regione Emilia Romagna ha fin dall'istituzione di tale istituto promosso e supportato anche con la creazione della rete degli Sportelli Unici sul territorio regionale quale luogo di confronto e scambio degli operatori del settore.Leggi tutto

Semplificazione e competitività: la Legge 1/2007 della Regione Lombardia

Delegificazione, riorganizzazione, attività di comunicazione, digitalizzazione: sono i pilastri su cui si basa l’azione della Regione Lombardia. La Legge regionale 1/2007 si inserisce su questo solco, introducendo misure di semplificazione per i procedimenti amministrativi delle imprese. E’ una legge di principi: offre una copertura totale a qualunque tipologia di procedimento amministrativo e a tutti i settori produttivi; si attua con Delibere di Giunta e, operativamente, si concretizzano i moduli e gli strumenti con Decreti Regionali.Leggi tutto

Progetto ComuneSemplice: la sperimentazione del Comune della Spezia

Quali sono gli ostacoli all'attuazione della direttiva Bolkestein sulla libera circolazione dei servizi e cosa si può fare per superare questi ostacoli a livello centrale e degli enti locali? Il ruolo dei Comuni, ovviamente, è molto importante perché si tratta del soggetto più vicino all'imprenditore. La relazione illustra il progetto ComuneSemplice, sperimentato dal Comune della Spezia con l'obiettivo di realizzare sistemi stabili di miglioramento ed ottimizzazione della qualità delle prestazioni, mediante ricerca di soluzioni innovative e partecipate per la semplificazione dei processi.Leggi tutto

Cogliere le opportunità della direttiva Servizi: un problema di competitività

Quando parliamo della direttiva Servizi dobbiamo parlare naturalmente di semplificazione, ma questo non è l'unico né il principale argomento. La direttiva Servizi, infatti, potrebbe offrire una grande opportunità in tema di recupero di competitività e apertura del mercato interno, ma solo assumendo un atteggiamento “aggressivo”. In che senso? Il nostro sistema di pubblica amministrazione entrerà in concorrenza diretta con i sistemi degli altri Paesi, in quanto elemento di attrazione per l'insediamento dell'attività d'impresa.Leggi tutto