Cerca: Atti FORUM PA 2007, politiche per il mezzogiorno

Risultati 11 - 15 di 15

Risultati

Quadro Strategico Nazionale: l’urgenza degli investimenti per il Mezzogiorno

Franco Garufi sostiene la necessità di una coerenza forte tra i programmi operativi regionali e gli interventi centrali. La sicurezza e la legalità sono temi da affrontare con estrema priorità per definire l’assetto del QSN. Sottolinea la necessità di realizzare investimenti infrastrutturali nel Mezzogiorno per far sì che si verifichi una reale crescita dell’economia. Introduce il tema della migrazione delle giovani intelligenze che abbandonano il Mezzogiorno e sottolinea l’urgenza di politiche per la loro reintegrazione nel tessuto meridionale.

I ritardi del Mezzogiorno nel mercato della competizione globale

Gianfranco Viesti propone uno scenario economico del Mezzogiorno attraversato da un profonda stagnazione soprattutto nelle zone adriatiche. Sostiene che la dimensione delle imprese sia un fattore determinante per il loro successo nel mercato della competizione globale. Rimarca la centralità del ruolo delle città per il rilancio dell’economia. Ritiene che i fondi strutturali debbano essere aggiuntivi per alcuni interventi chiave per la competitività del paese.Leggi tutto

Coinvolgimento di autori e attuatori delle politiche di programmazione: il caso della Calabria

Giovanni Soda sottolinea la necessità di coinvolgere gli autori e gli attuatori delle politiche di programmazione per la responsabilizzazione di tutti gli attori della filiera istituzionale. Porta la testimonianza di un partenariato istituzionale in Calabria per la costruzione dei P.O.R sui fondi strutturali. Parla dei volumi di esportazione che si realizzano in Calabria per evidenziare la bassissima competitività della regione. Sottolinea alcune delle criticità della programmazione 2000-2006.

Investimenti infrastrutturali e programmazione economica.

Francesco Saponaro sottolinea i punti critici nel collegamento tra investimenti infrastrutturali e pronostico della loro efficacia. Propugna l’attivazione imprenditoriale nel campo dei servizi, sviluppando strumenti in grado di far crescere la domanda. Parla della capacità fiscale e della spesa pro-capite della Regione Puglia. Approfondisce alcuni temi relativi alla programmazione economica e alla ricerca, sottolineando l’investimento formativo sui giovani pugliesi sostanziato attraverso il sistema del contratto etico.

I Twinning come base per una politica della coesione

I Twinning sono considerati come mezzo attraverso cui, anche le piccole amministrazioni italiane, possono partecipare al processo di allargamento dell’Unione Europea; essi sono anche uno strumento di diplomazia perché volti ad incrementare le relazioni fra le Regioni coinvolte nei Twinning. Leggi tutto