Cerca: Atti FORUM PA 2007, controllo di gestione

Risultati 1 - 10 di 11

Risultati

I servizi pubblici locali nel Mezzogiorno: l’esperienza del Comune di Foggia

Orazio Ciliberti ribadisce come nel Mezzogiorno i servizi pubblici costino molto e funzionino male. E’ in atto un processo di trasformazione delle società commerciali. A Foggia si sta cercando di costituire una società di partecipazione finanziaria e di coordinamento tecnico. I vantaggi della creazione di una holding potrebbero essere: servizi in rete; management più qualificato; influenza politica meno permeabile; possibilità di compensare le perdite con i profitti; ottimizzazione dei servizi interni; attivazione del controllo di gestione.

Leggi tutto

Strategie di realizzazione di sistemi di programmazione e controllo per la PA

Il percorso per giungere alla introduzione di sistemi di programmazione e controllo che permettano di ridurre i costi di gestione nelle PA è molto complesso, ma oggi c’è sicuramente una maturità delle stesse all’innovazione e tecnologie all’avanguardia e in grado di essere configurate sulle esigenza delle singole strutture.Leggi tutto

Evoluzione del sistema di controllo di gestione in INPS: L’introduzione della dimensione economica

Il sistema di programmazione progettato per l’INPS è stato strutturato al fine di sviluppare l’integrazione tra indirizzi e obiettivi tenendo costante l’attenzione alla dimensione economica dei controlli. In particolare, il modello ricerca l’allineamento e la coerenza tra linee strategiche, obiettivi direzionali e azioni operative. Il modello di pianificazione, programmazione e budget si avvale, per la misurazione delle performance dell’Istituto, di indicatori economici finanziari, di efficienza e di innovazione, di efficacia, qualità, di impatto e contesto.

Le strategie di Oracle per il controllo di gestione

Oracle ritiene che per giungere ad una omogeneizzazione del controllo di gestione nella PA una buona soluzione è utilizzare sistemi flessibili e semplificati, sistemi standard che consentano immediatezza e tempestività del dato, che abbiano un linguaggio diretto e che consentano di estendere l’apertura dei dati su basi dati eterogenee. Oracle business fit è una soluzione adattabile e flessibile basata sul modello di sviluppo software dichiarativo con informazioni di intelligence accurate e a costi contenuti, con un basso TCO e scalabile funzionalmente.

Il SIOPE come strumento di monitoraggio della spesa pubblica e di innovazione per le amministrazioni locali

Nato sulla scorta delle ultime finanziarie tendenti a rendere codificati tutti gli incassi e i pagamenti dei tesorieri, SIOPE è un sistema per la rilevazione dei flussi di cassa che viaggia sulla rete nazionale interbancaria. Mediante esso si sta realizzando un notevole salto di qualità in termini di tempestività e di disponibilità di informazioni. Obiettivo finale del progetto è che SIOPE divenga l’unico strumento attraverso cui viaggiano le informazioni e non ci sia bisogno di successive comunicazioni cartacee da parte degli enti.

Considerazioni in materia di sistemi di controllo e di gestione della PA

Esposito effettua una considerazione sul fatto che oggi la Pubblica Amministrazione Centrale sta cominciando a muoversi in maniera organizzata per la realizzazione del sistema di controllo e di gestione, perché ci si è finalmente reso conto che, una volta realizzato un sistema operativo in grado di parametrizzarsi in tutte le Amministrazioni, questo può essere messo in condivisione senza ulteriori sforzi e costi. Leggi tutto

Gara CNIPA per un servizio di contabilità analitica, controllo strategico e controllo di gestione erogati in modalità ASP

IL CNIPA ha il compito di intervenire con progetti settoriali e trasversali al fine di razionalizzare la spesa informatica nella Pubblica Amministrazione.

Leggi tutto

L’esperienza di controllo di gestione del Dipartimento Amministrazione Generale Personale e Servizi Tesoro del Ministero dell‘Economia e delle Finanze

La relazione verte sulla realizzazione all’interno del quarto dipartimento di un cruscotto direzionale basato interamente sul dato del controllo di gestione. Partendo dalle individuazione delle aree di business del dipartimento e dall’analisi delle aree di interesse si è cercato di individuare alcuni indicatori che rendano possibile implementare la struttura organizzativa.Leggi tutto

Il sistema di controllo di gestione nel Ministero Dell’Interno

Il Ministero degli Interni ha iniziato nel 2004 l’approccio in tema di controllo di gestione, concentrando il sistema sulla misurazione dei processi, accompagnandola da uno sviluppo di una programmazione gestionale diffusa sul territorio. Il sistema è stato costruito nell’ambito delle Prefetture, mentre a livello di Amministrazione centrale si è analizzato il contesto individuando diversi indicatori di prestazione; nell’ambito di questo processo si è poi provveduto ad individuare la struttura organizzativa che deve supportare il controllo di gestione.

L’integrazione documentale telematica e il sistema informativo della Provincia di Salerno

Domenico Ranesi ribadisce il valore dell’informatica come leva che contribuisca a ripensare i processi piuttosto che tradurre quelli già in atto. Ranesi porta la testimonianza del sistema informativo telematico realizzato nella Provincia di Salerno, ne descrive il funzionamento e i servizi offerti. Aggiunge che il sistema di gestione telematica dei documenti consente anche di monitorare i procedimenti amministrativi prodotti e operare un controllo di gestione, il tutto con minimi investimenti economici. Leggi tutto