Cerca: Atti FORUM PA 2007, SPC - Sistema Pubblico di Connettività

Risultati 1 - 10 di 13

Risultati

La Multicanalità ed il Centro Servizi M-Gov della PA

Negli ultimi anni, sostiene Frezza, la multicanalità sta acquisendo un ruolo sempre più rilevante per la Pubblica Amministrazione. Lo Stato è, infatti, chiamato a tenere il passo dell’evoluzione tecnologica per comunicare con i cittadini e con le imprese attraverso mezzi di comunicazione d’avanguardia. Tra i progetti del sistema pubblico di connettività vi sono i sistemi di interoperabilità evoluta e cooperazione applicativa, con particolare riguardo ai servizi legati alla gestione dei siti web delle amministrazioni.

Leggi tutto

I servizi di interoperabilità evoluta del SPC

L’interoperabilità dei servizi è una realtà già consolidata nella Amministrazione Pubblica centrale italiana, che la interpreta come strumento mediante il quale è possibile sia ottimizzare le risorse economiche che ampliare le libertà di svolgimento dei propri obiettivi strategici.

Leggi tutto

I servizi di interoperabilità evoluta del Sistema Pubblico di Connettività

Emilio Frezza illustra le componenti dei servizi dell’interoperabilità evoluta e descrive la suddisione in due lotti della gara bandita a livello europeo. Frezza riporta i dati sulla consistenza del mercato ICT per la pubblica amministrazione nel 2006 e passa ad illustrare i requisiti richiesti al fornitore che realizzerà il Centro Servizi e i siti web.Leggi tutto

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze e i servizi del Sistema Pubblico di Connettività: il caso Consip

Renzo Flamini illustra le attività della Consip e i vantaggi che l’adesione alla Rupa ha portato alla struttura per cui ritiene l’adesione al SPC un’evoluzione naturale. Egli passa poi a raccontare lo stato dell’arte e i servizi in progress all’interno della Consip. Spiega come gli attuali servizi di gestione dei sistemi, delle reti, delle postazioni di lavoro e dell’interoperabilità verranno migrati nei corrispondenti servizi offerti dal SPC-Coop e aggiunge che affinché ciò si realizzi occorrono sinergie efficaci e supporti non solo di tipo tecnologico.

Il Sistema Pubblico di Connettività: un’autostrada informatica per servizi veloci, efficienti ed economici

Livio Zoffoli annuncia che le amministrazioni hanno quasi completato il piano delle azioni da intraprendere per passare dalla Rupa al SPC. Zoffoli ribadisce che il contratto quadro per i servizi permette alle pubbliche amministrazioni di accelerarne moltissimo le procedure di attuazione, i tempi e i costi. L’altra gara in atto riguarda i servizi di cooperazione applicativa. L’SPC ha portato alla realizzazione di autostrade informatiche su cui viaggiano i servizi. Zoffoli sostiene che i costi della PA possono essere ridotti attraverso i servizi di e-gov.

INTARSIO-IAM Soluzione Open Source di Autenticazione Federata

Francesco Sasso presenta le soluzioni per la cooperazione applicativa che Insiel, attraverso la divisione Intarso, ha deciso di mettere in campo nel contesto delle specifiche del Sistema Pubblico di Connettività. Sasso sottolinea il valore di scelte Open Source nell’ambito di soluzioni di cooperazione applicativa. Aggiunge considerazioni sugli aspetti che un’azienda e un’amministrazione devono considerare nella produzione di sistemi e strumenti di gestione dell’identità digitale. Infine analizza gli step e le responsabilità che intervengono in un processo di gestione dell’identità digitale.

Hewlett Packard e la Business Technology nel Settore Pubblico

Pierluigi Leone afferma il ruolo di leader di HP nel settore delle aziende ICT. Per dare una dimensione quantitativa del livello di avanzamento tecnologico di HP racconta come nei laboratori dell’azienda vengano realizzati 11 brevetti al giorno. Spiega come per HP il Sistema Pubblico di Connettività sia un grande contenitore. L’Information Technology, aggiunge, non è più a supporto del business ma ne fa parte. Leone illustra il framework su cui HP sta lavorando in vista della carta dei servizi, della carta d’identità elettronica e dei sistemi di sicurezza.

La cooperazione applicativa e il Sistema Pubblico di Connettività

Roberto Benzi spiega cosa sia la cooperazione amministrativa e a cosa serva. Sottolinea che, grazie ad essa, anche il più piccolo comune è paritetico rispetto ad una struttura più grande. Chiarisce la differenza tra cooperazione applicativa e documento digitale nel procedimento amministrativo. Ribadisce che la cooperazione applicativa non ha bisogno di altre norme per realizzarsi. Benzi illustra l’architettura e i vantaggi che la cooperazione applicativa offre alle pubbliche amministrazioni.Leggi tutto

Il ruolo e la responsabilità dell’industria nel Sistema di Cooperazione Applicativa. Il caso Telecom Italia

Mauro Nanni enuncia le basi del cambiamento del nuovo ciclo industriale per le aziende di ICT: in questo nuovo scenario, alla luce della migrazione tecnologica dell’intero apparato amministrativo, la pubblica amministrazione rappresenta il più grande cliente. Nanni illustra il piano industriale di Telecom Italia nel triennio 2007-’09 e spiega come l’impegno di Telecom sulle infrastrutture, sostanziato con investimenti pari a 15 miliardi, si stia concentrando nello sviluppo della banda larga e nella “next generation network”.Leggi tutto

Le Pubbliche Amministrazioni nelle reti del Sistema Pubblico di Connettività

Gaspare Ferraro parla della società consortile QXN realizzata per garantire l’interscambio dati tra le diverse reti delle PA. Ferraro illustra le componenti strutturali e le funzioni del SPC, la gara per il centro di gestione e il nodo di interconnessione VoIP. Il Cnipa è impegnato sulla gestione dei contratti. LA Ripa (rete internazionale della PA) è in via di completamento. Ferraro illustra i risparmi concretizzati grazie al SPC in un organo complesso come il Ministero della Giustizia.Leggi tutto